Tfs-Tfr statali 2019-2020 bloccato ancora. Ecco le novità e ultimi aggiornamenti

di Marianna Quatraro pubblicato il
Tfs-Tfr statali 2019-2020 bloccato ancor

Tfs Tfr statali bloccato ancora novita aggiornamenti

Bloccato il Dpcm per il finanziamento della liquidazione Tfr/Tfs ai dipendenti statali entro 45mila euro: situazione attuale e prospettive

Dopo un lungo periodo di silenzio sulla questione Tfs subito agli statali, la situazione non cambia e, ad oggi, come confermano le ultime notizie, la liquidazione del Tfs-Tfr statali 2019-2020 è ancora bloccata. La questione sembrava quasi essere stata dimenticata, considerando anche che nella Legge di Bilancio 2020 non è stato previsto nulla in merito, fino a quando il ministro della Pubblica Amministrazione, Fabiana Dadone, ha dichiarato che si sarebbe impegnata per risolvere la questione ma al momento nulla è stato fatto e, anzi, tutto è ancora assolutamente fermo.

Tfs-Tfr statali 2019-2020 bloccato ancora ultimi aggiornamenti

Le ultime notizie sulla questione liquidazione dell'anticipo del Tfs statali 2019-2020 non sono affatto positive: la novità è che è stato stoppato il Dpcm che avrebbe dovuto regolare il finanziamento per la liquidazione Tfr/Tfs, Trattamento di Fine Servizio, ai dipendenti statali entro la somma di 45mila euro. Il Consiglio di Stato ha, infatti, sospeso il giudizio e chiesto un’interrogazione della documentazione.

Il decreto legge 4/2019 prevedeva la possibilità di liquidare subito il Tfr-Tfs agli statali subito entro la somma dei 45mila euro, misura pensata dopo l’approvazione della quota 100 per permettere a tutti coloro che uscissero con questo sistema di avere subito il proprio Tfs.

E’ bene, infatti, sapere che i dipendenti pubblici, una volta maturati i requisiti per andare in pensione, per avere il proprio Tfs devono aspettare uno o fino al massimo due anni. La novità prevedeva che per i pensionati che uscissero con quota 100 potessero avere subito un anticipo sulla liquidazione fino a 45 mila euro erogato dalle banche.

Le modalità e le condizioni di tale anticipo da parte delle banche dovrebbero essere definite con un Dpcm che, come detto, è stato bloccato. Secondo il Consiglio di Stato, che ha deciso lo stop, c’è uno squilibrio nella platea di chi può avere subito la liquidazione del Tfs, come stabilito dal decreto legge 4/2019, perché, secondo i magistrati il testo escluderebbe dalla possibilità di anticipo alcuni dipendenti pubblici, come i ricercatori, e il Dpcm non prevede ancora le regole per l’accordo quadro per il finanziamento.

Tfs-Tfr statali 2019-2020 bloccato novità in vista

Nonostante il ministro della P.A. in diverse occasioni avrebbe ribadito la sua intenzione di volersi impegnare per riuscire a garantire a tutti gli statali che volessero andare in pensione il Tfs subito entro la soglia dei 45mila euro, al momento ancora nulla è stato evidentemente fatto e sembra che le prospettive siano ancora peggiori, perché dopo lo stop dl Dpcm non sa al momento se e come si riprenderanno le discussioni, e, intanto, continua a mancare ancora la convenzione con l’Abi, Associazione delle banche italiane, per l’erogazione della liquidazione spettante agli statali che vanno in pensione.

Puoi Approfondire
Ultime Notizie