Poste Italiane, nuove assunzioni di Portalettere in tutta Italia

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Poste Italiane, nuove assunzioni di Port

Requisiti, assunzioni e sedi di lavoro

Considerato l'alto numero di candidature attese, si ricorda che è possibile ricandidarsi anche nel caso di partecipazione a una precedente selezione.

Nuova carrellata di assunzioni per Poste Italiane con offerte di lavoro in tutta Italia, al cui procedure di selezioni è possibile partecipare presentando online la propria domanda. Ricordando come ci sia tempo fino all'11 settembre per presentare la propria candidatura, il contratto proposto è a tempo determinato già da mese di ottobre 2018, in relazione alle specifiche esigenze aziendali sia in termini numerici sia di durata.

Requisiti, assunzioni e sedi di lavoro

La ricerca riguarda assunzioni in Piemonte (Torino, Vercelli, Biella, Novara, Cuneo, Verbano-Cusio-Ossola, Asti, Alessandria), Valle d'Aosta (Aosta), Liguria (Imperia, Savona, Genova, La Spezia), Lombardia (Varese, Como, Sondrio, Milano, Lecco, Bergamo, Brescia, Monza e Brianza, Pavia, Cremona, Lodi, Mantova), Trentino Alto Adige (Trento), Veneto (Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo), Friuli Venezia Giulia (Udine, Gorizia, Trieste), Emilia Romagna (Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Rimini, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena), Marche (Pesaro e Urbino, Ancona), Toscana (Massa Carrara, Prato, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto), Friuli Venezia Giulia (Pordenone).

Sono tre i requisiti richiesti per partecipare alle selezioni di portalettere di Poste Italiane. Innanzitutto il diploma di scuola media superiore con votazione minima 70 su 100 o diploma di laurea, anche triennale, con votazione minima 102 su 110. Quindi la patente di guida in corso di validità per la guida del motomezzo aziendale. Anzi, il superamento della prova moto è condizione essenziale senza la quale non potrà aver luogo l'assunzione. Infine l'idoneità generica al lavoro che, in caso di assunzione, dovrà essere documentata dal certificato medico rilasciato dall'Azienda sanitaria di appartenenza o dal proprio medico. Non sono richieste conoscenze specialistiche. Considerato l'alto numero di candidature che caratterizza ogni procedura di selezione, vale la pena evidenziare come sia possibile ricandidarsi anche nel caso di partecipazione a una precedente prova.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire
Ultime Notizie