Reddito di cittadinanza, cambiamenti in meglio in arrivo dopo sconfitta M5S elezioni europee

Come potrebbe ancora cambiare il reddito di cittadinanza dopo la brutta sconfitta dei pentastellati alle ultime europee: possibili novità

Reddito di cittadinanza, cambiamenti in

Reddito cittadinanza novita dopo sconfitta M5S europee

Mentre sono tantissime le persone che stanno rinunciando al reddito di cittadinanza già richiesto a causa di importi spesso molto bassi e controlli troppo profondi tanto che secondo molti non varrebbero la pena, stando alle ultime notizie, all’indomani dei deludentissimi risultati ottenuti dal M5S in occasione delle ultime elezioni europee qualcosa potrebbe di nuovo cambiare e in meglio per lo stesso reddito di cittadinanza. Vediamo quali sono i possibili cambiamenti in arrivo per il reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: possibili nuovi cambiamenti ulteriori

Per ‘riprendersi’ dalla bruciante sconfitta delle europee il M5S, che stando alle ultime notizie avrebbe perso la maggior parte dei consensi soprattutto al Sud e soprattutto a causa della forte delusione per un reddito di cittadinanza che non sarebbe stato come tanti si aspettavano, potrebbe pensare a rimettere mano allo stesso reddito di cittadinanza e potrebbero arrivare cambiamenti in meglio per la misura.

I cambiamenti potrebbero, per esempio, prevedere un aumento della platea di beneficiari prevendendo meno vincoli e requisiti meno stringenti, o una revisione e un aumento delle spese che si possono effettuare con la card del reddito di cittadinanza.

E’ bene dire comunque che finora qualcosina, in termini di miglioramenti, è già cambiata: per esempio, come riportano le ultime notizie, la possibilità di allargare la platea dei suoi beneficiari anche ai disoccupati e ai senza fissa dimora; la possibilità di presentare l’Isee dell'anno scorso e non di due anni fa per permettere di avere un aggiornamento all’anno in corso, quindi il 2019, cosicchè che l’Inps possa verificare il possesso di questi requisiti da parte del richiedente.

Previsto anche già un ampliamento delle spese che si possono effettuare con i soldi del reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: spese possibili tra vecchie e nuove

Le spese che si possono effettuare con i soldi del reddito di cittadinanza sono quelle annunciate sin dall’inizio e comprendono:

  1. acquisti di beni di prima necessità, come generi alimentari o farmaci o abbigliamento;
  2. pagamento delle bollette;
  3. un bonifico al mese per il pagamento del canone di locazione o di mutuo per l’immobile in cui si vive;
  4. possibilità di effettuare prelievi i contanti fino a 100 euro nel caso di persone singole e fino a 210 euro nel caso di nuclei più numerosi.

Stando, però, alle ultime notizie, con i soldi del reddito di cittadinanza si possono anche pagare assicurazione e bollo auto; spese per manutenzioni o riparazioni domestiche, come quelle che si sostengono per esempio per elettricisti o idraulici; spese per elettrodomestici, a condizione che si tratti di elettrodomestici rispondenti a bisogni fondamentali, come stufe elettriche o condizionatori.

Non si possono, infatti, acquistare tv di ultima generazione a schermo piatto, impianti stereo, o anche consolle per videogiochi.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Ultime Notizie