Reddito di cittadinanza cosa si può comprare dopo modifiche legge ufficiale decreto

Quali sono le spese ammesse da effettuare con i soldi del reddito di cittadinanza e limiti di spesa: tutto quello che c’è da sapere

Reddito di cittadinanza cosa si può comp

Reddito cittadinanza cosa comprare dopo modifiche decreto


Si attendono le prime risposte alle domande per avere il reddito di cittadinanza, che secondo quanto reso noto dall’Inps dovrebbero arrivare dalla fine di questo mese di aprile, e si attendono i primi pagamenti sulle apposite card, che sempre secondo quanto reso noto dovrebbero partire dal mese di maggio. Coloro che risulteranno idonei a percepire il reddito di cittadinanza, dopo i controlli effettuati dall’Inps, saranno contattati da Poste Italiane che dovrà fornir loro la card.

Sulla carta ogni mese verrà accreditato l’importo previsto del reddito di cittadinanza spettante al richiedente. Ma per cosa potranno essere usati i soldi? Come si potrà usare la card del reddito di cittadinanza?

Reddito di cittadinanza: acquisti possibili con i soldi

Le ultime notizie, all’indomani delle modifiche ufficiali del decreto 2019 con novità pensioni e reddito di cittadinanza, confermano come i soldi del reddito di cittadinanza accreditati mensilmente possono essere spesi per:

  1. acquisti di beni di prima necessità, come generi alimentari o abbigliamento;
  2. pagamento delle bollette;
  3. un bonifico al mese per il pagamento del canone di locazione, nel caso di persone in affitto;
  4. un bonifico al mese per il pagamento della rata del mutuo, nel caso di acquisto dell'immobile.

Assolutamente vietate le spese superflue e le spese per gioco d'azzardo. Pena, la decadenza del beneficio. La carta del reddito di cittadinanza può essere usata anche per prelievi di denaro contante ma solo fino ad un limite di 100 euro al mese per i single e di 210 euro al mese per famiglie più numerose.

Soldi reddito di cittadinanza: limite di spesa previsto

Non è previsto alcun limite di spesa per quanto riguarda i soldi erogati, nel senso che tutta la cifra caricata al mese può e deve essere spesa. Se, infatti, non si spendono tutti i soldi caricati mensilmente sulla carta entro il mese successivo all’accredito, l’importo risparmiato viene decurtato dall’importo previsto per il reddito di cittadinanza del mese successivo, fino ad un massimo del 20% del beneficio.

Spese reddito di cittadinanza: controlli da parte dello Stato

E’ bene precisare che l’uso dei soldi accreditati mensilmente sulla card apposita del reddito di cittadinanza, stando a quanto riportano le ultime notizie sulle leggi ufficiali, può essere controllato dallo Stato che può monitorare gli importi complessivamente spesi o prelevati con la carta in modo da accertare che non vengano violati i criteri fissati.

Ultime Notizie