Reddito di cittadinanza, decreto legge approvato in Gazzetta Ufficiale con misure più stringenti e severe

Reddito di cittadinanza definitivo dopo approvazione ufficiale del decreto in Gazzetta Ufficiale: novità previste e misure

Reddito di cittadinanza, decreto legge a

Reddito cittadinanza legge approvata Gazzetta novita severe

Il decreto pensioni è stato ufficialmente convertito in legge approvato in Gazzetta Ufficiale. Via libera definitivo dunque a novità pensioni di quota 100, proroga opzione donna 2019, proroga ape social 2019, blocco delle aspettative di vita per la pensione anticipata, ma anche al reddito di cittadinanza, misura particolarmente attesa dagli italiani. Quali sono le ultime novità previste per il reddito di cittadinanza con l’approvazione ufficiale del decreto?

Reddito di cittadinanza: ok a misure più stringenti

Per evitare che i soliti furbetti possano beneficiare di una misura che è stata pensata come sostegno ai meno abbienti e in difficoltà perché senza occupazione, rispetto alla sua impostazione iniziale, il reddito di cittadinanza prevede novità con misure più stringenti e severe soprattutto in merito ai controlli. Stando a quanto riportano le ultime notizie, infatti, per la richiesta del reddito di cittadinanza si prevede:

  1. obbligo per gli immigrati di presentare una certificazione rilasciata dalla competente autorità dello Stato estero e tradotta in italiano, sui requisiti di reddito e patrimoniali e sulla composizione del nucleo familiare;
  2. controlli più stringenti per chi si è separato o ha divorziato dopo il primo settembre 2018;
  3. novità per genitori single per cui per la richiesta del reddito di cittadinanza servirà l'Isee di entrambi anche se madre e padre non sono né sposati né conviventi;
  4. obbligo di accettare un’offerta di lavoro solo se la retribuzione è superiore a 858 euro, cioè il 10% rispetto alla misura massima del beneficio;
  5. esclusione dal reddito di cittadinanza per chi è stato condannato in via definitiva e latitanti;
  6. aumento di 50 euro per le famiglie con almeno quattro membri di cui uno disabile.

Reddito di cittadinanza: requisiti richiesti e domande

Queste ultime novità appena riportate completano i requisiti già stabiliti per la richiesta del reddito di cittadinanza e che prevedono:

  1. essere cittadino italiano o dell’Unione Europea, o di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  2. essere residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo;
  3. avere un Isee inferiore a 9.360 euro;
  4. avere un valore del patrimonio immobiliare, oltre alla prima casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  5. avere un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, aumentato di 2mila euro in base al numero dei componenti della famiglia fino a 10.000 euro, e di 7.500mila euro nei casi di nucleo familiari con componenti con disabilità;    
  6. non possedere autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi precedenti la domanda, o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, o navi e imbarcazioni da diporto.

Per la presentazione della domanda per avere il reddito di cittadinanza sono diverse le modalità previste. Si può, infatti, presentare rivolgendosi a Caf o Uffici postali o direttamente inoltrandola sul sito web apposito www.redditodicittadinanza.gov.it, inserendo le proprie credenziali Spid e chi non le avesse deve richiederle sul sito www.spid.gov.it/richiedi-spid e se l’esito della domanda, dopo i dovuti controlli Inps, è positivo si viene convocati da Poste Italiane per il ritiro della card intestata al richiedente il beneficio su cui ogni mese vengono accreditati i soldi dovuti.

Ultime Notizie