Reddito di cittadinanza oggi mercoledý domande Poste, sito web, Caf, INPS. Nuove regole aggiornate, date oggi 6 Marzo

di Marianna Quatraro pubblicato il
Reddito di cittadinanza oggi mercoledý d

Reddito cittadinanza domande ufficiali regole

Al via da oggi mercoledý 6 marzo la possibilitÓ ufficiale di presentare domanda per il reddito di cittadinanza: come fare e chi pu˛ farlo

Reddito di cittadinanza novità oggi domande al via e ultime notizie e ultimissime: Al via da oggi, mercoledì 6 marzo, l'invio ufficiale della domanda per avere il reddito di cittadinanza. La richiesta per il reddito di cittadinanza si può presentare in diverse modalità: o direttamente online tramite sito web ufficiale dedicato proprio al reddito di cittadinanza, o recandosi presso uffici delle Poste, o rivolgendosi ai Caf, grazie all’accordo siglato tra i Caf stessi e Inps.

Presentata la domanda, l'Inps verifica i requisiti del richiedente e se l’esito è positivo, il richiedente potrà iniziare a percepire quanto previsto dal reddito di cittadinanza.

Per l’invio della domanda del reddito di cittadinanza c’è tempo fino al 31 marzo. Per evitare lunghe code e sovraffollamenti, molti uffici postali, che hanno deciso di seguire l’ordine alfabetico per l’invio delle domande, suddividendo gruppi di lettere in giorni determinati, chiedono ai cittadini di presentarsi seguendo il proprio ordine alfabetico. In diversi uffici sono stati affissi degli avvisi con l’organizzazione dei turni.

SOTTO TUTTE LE INDICAZIONI FINORA DATE per IL REDDITO DI CITTADINANZA CON REGOLE E REQUISITI DOPO MODIFICHE SENATO

Le previsioni parlano di un boom di richieste ma tutto sembrerebbe essere pronto: da domani, mercoledì 6 marzo, si parte con la possibilità di presentare ufficialmente le domande per avere il reddito di cittadinanza. Come fare e chi può fare richiesta del reddito di cittadinanza?

Reddito di cittadinanza: domande da domani 6 marzo

Da domani 6 marzo per avere il reddito di cittadinanza da 780 euro si può iniziare a presentare la domanda o tramite sito web ufficiale, o recandosi alle Poste, o rivolgendosi ai Caf, dopo l'intesa siglata tra i Caf stessi e l'Inps. Dopo la presentazione della domande, tocca all'Inps verificare i requisiti del richiedente e stando alle ultime notizie, secondo quanto stabilito, tra il 26 e il 30 aprile l’Istituto stesso deve comunicare l’esito della domanda. Se l’esito è positivo, dai primi di maggio inizieranno ad essere accreditati i soldi sulla specifica card per il reddito di cittadinanza che sarà rilasciata da Poste Italiane. Le domande possono essere presentate fino al 31 marzo.

Per evitare problemi, disordini e file, Poste Italiane ha deciso di organizzare le procedure in ordine alfabetico, per cui in diversi uffici postali è stato esposto un cartello che comunica ai clienti che le domande per avere il reddito di cittadinanza saranno accolte in ordine analfabetico in base alla lettera iniziale del proprio cognome. Sempre per evitare lunghe file e disordini, dovrebbero essere organizzati percorsi nei corridoio studiati appositamente per cercare di ridurre le file. Nei mesi successivi, dopo il primo boom di richieste, le domande per il reddito di cittadinanza potranno essere presentate sempre senza alcun ordine particolare. Restano, tuttavia, ancora da definire le procedure ufficiali per le assunzioni dei cosiddetti navigator perchè mancano ancora gli accordi con le Regioni.

Reddito di cittadinanza 2019: chi può farne richiesta

Possono fare richiesta del reddito di cittadinanza tutti coloro che:

  1. sono cittadini maggiorenne italiani o dell’Unione Europea o cittadini di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;
  2. sono residenti in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo;
  3. hanno un Isee inferiore a 9.360 euro;
  4. hanno un valore del patrimonio immobiliare, oltre alla prima casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  5. hanno un valore del patrimonio mobiliare non superiore a 6.000 euro per il single, aumentato di 2mila euro in base al numero dei componenti della famiglia fino a 10.000 euro, e di 5mila euro nei casi di nucleo familiari con componenti con disabilità;    
  6. non possiedono autoveicoli immatricolati la prima volta nei 6 mesi antecedenti la richiesta, o autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, o navi e imbarcazioni da diporto.

Dopo le ultime notizie approvate in Senato sono state definite anche nuove regole per il reddito di cittadinanza che prevedono in particolare:
controlli più stringenti per chi è separato o divorziato dopo il primo settembre 2018;
obbligo di accettare il lavoro solo se la retribuzione sarà superiore a 858 euro (10% rispetto alla misura massima del beneficio);
obbligo di presentazione da parte degli immigrati di una certificazione, rilasciata dalla competente autorità dello Stato estero, sui requisiti di reddito e patrimoniali e sulla composizione del nucleo familiare, da presentare in una versione tradotta in lingua italiana e legalizzata dall'autorità consolare italiana;
esclusione dal reddito di cittadinanza di chi è stato condannato in via definitiva.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:

Ultime Notizie