Reddito di cittadinanza, quando ritiro card prepagate, importo medio e domande accolte comunicazione INPS

Accolto il 75% delle domande per l’accesso al reddito di cittadinanza: al via erogazione primi soldi tra Pasqua e 25 aprile

Reddito di cittadinanza, quando ritiro c

Reddito cittadinanza comunicazione quando ritiro card importo



La card su cui verranno accreditati i soldi previsti dal reddito di cittadinanza è una semplice tessera, simile ad una Poste Pay, di colore giallo, che non riporta alcuna dicitura che faccia comprendere che si tratti della card per erogare il reddito. La card può essere utilizzare per gli acquisti da effettuare direttamente tramite carta ma anche per prelevare soldi in contanti, fino a 100 euro al mese per i singoli e fino a 210 euro al mese per un nucleo numeroso composto da più persone.

Gli altri soldi devono essere spesi attraverso la card e per acquisti specifici di beni di prima necessità come generi alimentari o abbigliamento. Quando inizieranno ad essere erogati i primi soldi sulle card del reddito di cittadinanza? E quante domande sono state accolte ad oggi?

Reddito di cittadinanza: prima domande accolte e prime erogazioni

Stando a quanto riportano le ultime e ultimissime notizie ad oggi, delle domande per l’accesso al reddito di cittadinanza presentate entro il 31 marzo, circa il 75% è stato accolto. In particolare, secondo quanto reso noto dal nuovo presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, sono state ben 640 mila le domande verificate e 480mila i cittadini selezionati per percepire il reddito di cittadinanza.

E sui tempi delle prime erogazioni di soldi sulle card, è stato detto che i primi soldi arriveranno ai beneficiari del reddito di cittadinanza tra Pasqua e il 25 aprile, esattamente come annunciato inizialmente e senza alcuno slittamento al mese di maggior. Tutto, dunque, sta avvenendo nei tempi previsti.

La comunicazione ufficiale per il ritiro delle card presso gli uffici di Poste Italiane arriverà dunque a brevissimo a coloro che sono risultati idonei a percepire il beneficio. Inoltre, sempre stando alle ultime notizie, dalle verifiche dei prossimi giorni si potrebbero aggiungere le altre card che risultanti dalle quasi 200 mila domande ulteriori da esaminare. Secondo i primi calcoli, inoltre, l’importo medio che sarà caricato sulle card, a famiglia, sarebbe di 520 euro.

Card reddito di cittadinanza: spese ammesse ed escluse

Una volta ritirata la card del reddito di cittadinanza, è bene sapere che i soldi accreditati dovranno essere spesi solo ed esclusivamente per acquisti ammessi e chi violerà le regole potrà andare incontro anche alla caduta del beneficio stesso.

In particolare, i soldi del reddito di cittadinanza accreditati mensilmente possono essere spesi per:

  1. acquisti di beni di prima necessità, come generi alimentari o abbigliamento;
  2. pagamento delle bollette;
  3. un bonifico al mese per il pagamento del canone di locazione, nel caso di persone in affitto;
  4. un bonifico al mese per il pagamento della rata del mutuo, nel caso di acquisto dell'immobile.
  5. Inoltre, la carta del reddito di cittadinanza può essere usata anche per prelievi di denaro contante ma solo fino ad un limite di 100 euro al mese per i single e di 210 euro al mese per famiglie più numerose.

Sono, invece, vietate le spese superflue e le spese per gioco d'azzardo.
Non è previsto alcun limite di spesa per quanto riguarda i soldi erogati, nel senso che tutta la cifra caricata al mese può e deve essere spesa.

Ultime Notizie