Reddito di cittadinanza, uguale ad 80 euro bonus Renzi come importo per molti. Ecco per chi

Importo del reddito di cittadinanza uguale al bonus Renzi per diversi beneficiari: come funziona e iter domande richiesta

Reddito di cittadinanza, uguale ad 80 eu

Reddito cittadinanza uguale bonus Renzi importo


Il reddito di cittadinanza è ormai una misura ufficiale e, stando a quanto riportano le ultime notizie, da maggio partiranno i pagamenti. Sono milioni i cittadini che hanno presentato domanda per avere il reddito di cittadinanza, il che mostra la misura delle difficoltà economiche che si vivono realmente nel nostro Paese.

Reddito di cittadinanza come bonus Renzi: importo e per chi

Stando a quanto riportano le ultime notizie, ben un terzo dei beneficiari del reddito di cittadinanza percepirà una cifra uguale a quella prevista dal bonus Renzi di 80 euro. Secondo l'ufficio parlamentare di Bilancio, sono circa 1,3 milioni le famiglie che avranno il reddito di cittadinanza, per un totale di 3,6 milioni di individui e le erogazioni per nucleo familiare, in media, saranno di circa 6mila euro annui, con un importo medio a testa di 2.170 euro.

Le ultime notizie riportano che circa quarto dei beneficiari, e si parla di oltre 800mila persone, percepirà un reddito di cittadinanza inferiore a 1.000 euro l’anno, circa 80 euro al mese, un importo uguale a quello previsto dal bonus Renzi.

Stando a quanto reso noto su numeri e richieste, circa il 56% dei nuclei beneficiari è residente al Sud e nelle isole, mentre il 28% è al Nord e poco più della metà dei nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza sono composti da tre o più membri, mentre circa il 29% sono single.

Reddito di cittadinanza: iter domande

La domanda per avere il reddito di cittadinanza si può presentare direttamente online sull’apposito sito web, o rivolgendosi ai Caf o presso uffici postali. Caf e Uffici postali che hanno già ricevuto la domanda per avere il reddito di cittadinanza, in un tempo di dieci giorni, devono inviare domanda con relativa documentazione all’Inps e, dal canto suo, l’Inps, in cinque giorni, deve controllare e verificare i requisiti del richiedente e dare risposta alla domanda.

Tocca all’Inps verificare i requisiti del richiedente il beneficio e, secondo quanto riportano le ultime notizie, chi ha presentato domanda per il reddito di cittadinanza entro il 31 marzo, dal 26 aprile, riceverà risposta ufficiale dall’Inps.

Nel caso di esito positivo dopo i controlli Inps, toccherà alle Poste convocare il richiedente del beneficio tramite un sms o una email per presentarsi presso gli stessi uffici postali per ritirare la propria card su cui verranno accreditati mensilmente i soldi previsti.

Ultime Notizie