Reddito di emergenza è compatibile o no con le pensioni di invalidità

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Reddito di emergenza è compatibile o no

Limiti alla ricezione del reddito di emergenza

Il reddito di emergenza si traduce in due mensilità dell'importo variabile da 400 a 800 euro, ma ci sono alcuni aspetti da chiarire in merito alla compatibilità.

Tra le principali novità introdotte con il nuovo decreto c'è il reddito di emergenza ovvero quella cifra destinata chi è rimasta tagliata fuori da tutti i sostegni economici legati alla diffusione del coronavirus che ha rallentato l'attività lavorativa.

Ma non tutti potranno riceverlo perché sono comunque previsti ulteriore paletti in termini di compatibilità e di conseguenza occorre verificare caso per caso se si rientra tra i destinatari della misura. Lo schema di base prevede che il Rem vada alle famiglie che hanno un Isee fino a 15.000 euro.

L'Isee è l'Indicatore della situazione economica equivalente ovvero lo strumento utilizzato dallo Stato per l'erogazione delle prestazioni sociali degli strumenti di assistenza economica. In termini pratici il reddito di emergenza si traduce in due mensilità dell'importo variabile da 400 a 800 euro.

Ma ci sono alcuni aspetti da chiarire in merito alla compatibilità, a iniziare dalle pensioni di invalidità per poi arrivare a tutti gli altri indicatori tenuti in considerazione per l'erogazione del Rem dal mese di maggio. Vediamo i dettagli e più precisamente

  • Reddito di emergenza e pensioni di invalidità sono compatibili
  • Tutti i limiti alla ricezione del reddito di emergenza

Reddito di emergenza e pensioni di invalidità sono compatibili

La ricezione del reddito di emergenza è soggetta a numerosi limiti, legati alla compatibilità con altri strumenti di sostegno al reddito. In linea di massima i beneficiari del Rem non possono fruire di altre indennità, ma tra le eccezioni rientra proprio la pensione di invalidità per cui è confermata la compatibilità.

Tra i requisiti attivi da possedere e dimostrare ci sono invece la residenza in Italia, il reddito familiare nel mese di aprile di quest'anno inferiore a una soglia di Reddito di emergenza spettante, il patrimonio mobiliare familiare nello scorso anno inferiore a 10.000 euro, ma aumentato di 4.000 euro per ogni componente successivo al primo, fino a un massimo di 20.000 euro, l'Isee inferiore a 15.000 euro.

Le domande vanno presentate all'Inps entro il mese di giugno anche attraverso i Centri di assistenza fiscale, la cifra che sarà accreditata varia da 400 a 800 euro in base al nucleo familiare, erogato in due quote di pari importo.

Con il Reddito di emergenza, l'obiettivo è la tutela dei nuclei familiari in condizioni di necessità economica per via dell'emergenza coronavirus. La platea dei destinatari in questi due mesi è di circa un milione di famiglie.

Tutti i limiti alla ricezione del reddito di emergenza

La compatibilità con la pensione di invalidità è uno delle poche ammesse. Perché poi il Reddito di emergenza non può essere ricevuto dai percettori del Reddito di cittadinanza, sia esso di 780 euro ovvero la cifra massima oppure importi inferiori. Il Rem non è compatibile anche con la presenza nel nucleo familiare di componenti al momen

to della domanda sia destinatari di pensione diretta o indiretta e di un rapporto di lavoro dipendente. Non hanno quindi diritto al reddito di emergenza le persone in stato di detenzione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Puoi Approfondire
Ultime Notizie