Riceve per sbaglio stipendio da 200mila. Non lo restituisce e prende questa decisione

di Marianna Quatraro pubblicato il
Riceve per sbaglio stipendio da 200mila.

Come in prendi i soldi e scappa

La differenza tra lo stipendio percepito, di trecentoquaranta euro e la sbalorditiva cifra di 225.285 euro che improvvisamente la donna si è vista accreditare sul suo conto corrente, l'ha convinta

La vicenda, per alcuni aspetti, potrebbe far tornare in mente il celebre film “Prendi i soldi e scappa” per la regia di Woody Allen. Un falso documentario che racconta la vita di un certo Virgil Starkwell, inetto rapinatore di banche. Questa volta però la protagonista è una donna delle pulizie, ventisettenne che per sbaglio ha ricevuto uno stipendio di duecentomila euro. Superato lo stupore iniziale la donna ha riflettuto per qualche secondo prima di prendere una decisione clamorosa. Frutto di una riflessione che la donna avrà sicuramente fatto. E che può essere compreso facilmente valutando la differenza tra lo stipendio percepito, di trecentoquaranta euro e la sbalorditiva cifra di 225.285 euro che improvvisamente la donna si è vista accreditare sul suo conto corrente.

Una gradita sorpresa

Uno sbaglio di proporzioni marchiane che però si è rivelato per la donna come una gradita sorpresa. Non sarà stato facile per la donna delle pulizie di ventisette anni, resistere alla tentazione di svenire. Ma dopo un attimo di sbandamento la donna ha riacquistato lucidità e avendo messo a fuoco la vicenda, ha esitato un attimo a scappare in Bulgari. Dimostrando di aver preso una decisione molto chiara: quella di non voler restituire il malloppo. Il caso dovrebbe avere degli sviluppi giudiziari in Germania visto che la donna ventisettenne avrebbe dovuto rendere una deposizione all’udienza fissata presso il tribunale di Osnabrueck. Ma fino ad oggi di lei nessuna traccia. Pare che avrebbe ricevuto la comunicazione della necessità di comparire in tribunale quando i termini di legge erano già scaduti. 

Non restituisce il malloppo, ecco perchè

Ecco il perché della decisione di non restituire il malloppo. A riportare la notizia è il quotidiano tedesco Ndr che informa i suoi lettori sul fatto che questa curiosa vicenda si trascina ormai da oltre un anno. A giugno 2018, la donna aveva infatti ricevuto a causa di uno sbaglio piuttosto evidente, uno stipendio da 225.285 euro invece del consueto stipendio pari a 340 euro. Il datore di lavoro, ovviamente, si è reso conto del disguido e ha chiesto alla dipendente di restituire il denaro. La ragazza, però, non ha risposto. Ha preso tempo e ha tentato anche di ricattare il datore di lavoro, che si è rivolto alle autorità. La donna, quindi, è già stata sanzionata con una multa da 1200 euro. In attesa di fissare una nuova udienza, però, dal conto corrente della ragazza sono spariti circa 100.000 euro, evaporati attraverso una serie di operazioni difficilmente tracciabili.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":