Concorso scuola 2020 ordinario ufficiale. Chi pu˛ partecipare e quando le date

di Marianna Quatraro pubblicato il
Concorso scuola 2020 ordinario ufficiale

Concorso scuola 2020 ordinario ufficiale requisiti quando

Annunciato bando ufficiale per concorso scuola ordinario 2020: quando sarÓ, come si svolgerÓ e requisiti per accedervi

Il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha confermato l’arrivo del bando ufficiale per il nuovo concorso scuola 2020 ordinario e atteso ormai da mesi. Prima delle dimissioni del precedente governo Lega-M5S, il bando per il concorso ordinario della scuola per scuola dell’infanzia e primaria e secondaria era atteso per lo scorso mese di luglio, poi slittato a dopo l’estate e con il cambio al vertice politico tutto è rimasto in stallo fino alle recenti dichiarazioni del ministro Fioramonti.

Concorso scuola 2020 ordinario: requisiti per partecipare

Per il concorso ordinario della scuola, a differenza del concorso straordinario, non sono richiesti anni di servizio tra i requisiti che, invece, sono:

  • essere abilitati nella classe di concorso scelta;
  • aver conseguito una laurea, magistrale o a ciclo unico o un diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, o titolo equipollente o equiparato;
  • aver conseguito 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione.

Per i posti di sostegno, poi, sono richiesti i requisiti appena indicati per i posti più il titolo di specializzazione su sostegno.

Quando sarà il nuovo Concorso scuola 2020 ordinario

Considerando l’annuncio del ministro Fioramonti di arrivo del bando ufficiale per il concorso ordinario della scuola e quello annunciato per fine anno per il concorso straordinario di stabilizzazione dei 24mila docenti precari, è possibile che il bando per il concorso ordinario possa arrivare tra febbraio e marzo prossimi.

Concorso scuola ordinario 2020: prove

Per quanto riguarda le prove di concorso, in attesa del bando ufficiale che le chiarirà, al momento dovrebbero essere:

per il concorso per la scuola dell’infanzia e primaria, due prove concorsuali una prova scritta e una prova orale, e una eventuale prova preselettiva se le domande superano la disponibilità dei posti.

La prova scritta, della durata di 180 minuti, per i posti comuni dovrebbe prevedere due quesiti aperti sulle tematiche disciplinari culturali e professionali della scuola primaria e dell’infanzia e otto quesiti a risposta chiusa per la verifica della comprensione della lingua inglese di livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

Chi supera la prova scritta accede alla prova orale, della durata di 30 minuti e basata sull’accertamento della preparazione sui contenuti dei programmi previsti. Superato il concorso, le assunzioni dei vincitori partiranno a settembre del 2020.

Per il concorso della scuola secondaria, le prove per i posti comuni sono tre:

  • prima prova scritta, per valutare il grado di conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso e che prevede un punteggio minimo di sette decimi.
  • seconda prova scritta, per valutare il grado di conoscenze e competenze del candidato sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche e che prevede un punteggio minimo di sette decimi;
  • prova orale, che consiste in un colloquio per verificare conoscenze e competenze del candidato nelle discipline della classe di concorso, della conoscenza di una lingua straniera europea almeno al livello B2 e informatiche.