Concorso scuola ordinario 2020 come fare domanda, scadenze, requisiti bando in Gazzetta Ufficiale

di Marianna Quatraro pubblicato il
Concorso scuola ordinario 2020 come fare

Concorso scuola ordinario domanda scadenze requisiti bando

Domande al via dal 15 giugno per partecipare al nuovo concorso scuola ordinario. Come fare e requisiti richiesti

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando del concorso scuola ordinario 2020 per la scuola secondaria di I e II grado. Vediamo quali sono date e scadenze stabilite per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso scuola ordinario 2020 e chi potrà parteciparvi.

Concorso scuola ordinario 2020 come fare domanda e scadenze in bando ufficiale

Il concorso scuola ordinario 2020 per le assunzioni nella scuola secondaria di primo e secondo grado prevede 25.000 posti. Come riportato nel bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale, le domande di partecipazione al concorso potranno essere inoltrate dalle 9 del 15 giugno 2020 fino alle 23:59 del 31 luglio 2020.

I candidati presentano istanza di partecipazione al concorso unicamente in modalità telematica usando credenziali SPID, o in alternativa, le credenziali di un’utenza specifica per l’accesso al servizio ‘Istanze on Line’.

I candidati devono collegarsi all’indirizzo www.miur.gov.it, seguire il percorso ‘Argomenti e Servizi > Scuola > Reclutamento e servizio del personale scolastico > Concorsi personale docente’ e accedere alla pagina dedicata al Concorso ordinario infanzia e primaria o, in alternativa, direttamente al servizio ‘Istanze On Line’ seguendo il percorso ‘Argomenti e Servizi > Servizi online > lettera I > Istanze On Line, vai al servizio’.

Concorso scuola ordinario 2020 requisiti bando in Gazzetta Ufficiale

I requisiti per presentare domanda di partecipazione al nuovo concorso scuola ordinario 2020 sono:

  • essere abilitati nella classe di concorso scelta;
  • aver conseguito una laurea, magistrale o a ciclo unico o un diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, o titolo equipollente o equiparato (per alcune lauree bisogna aver sostenuto alcuni esami specifici nel piano di studi e in mancanza di tali esami per accedere alla classe di concorso bisogna integrarli e conseguire eventuali CFU mancanti);
  • aver conseguito 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;
  • abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione.

Per i posti di sostegno, sono richiesti i requisiti appena indicati per i posti più il titolo di specializzazione su sostegno.

Tre le prove di concorso previste:

  • una prima prova scritta, per valutare il grado di conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso;
  • una seconda prova scritta, per valutare il grado di conoscenze e competenze del candidato sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie e tecnologie didattiche;
  • una terza prova orale, che consiste in un colloquio per verificare conoscenze e competenze del candidato nelle discipline della classe di concorso, della conoscenza di una lingua straniera europea almeno al livello B2 e informatiche.

Solo dopo la presentazione della domanda da parte dei candidati si deciderà se fare o meno una prova preselettiva che si svolgerà solo se a livello regionale e per ciascuna procedura il numero dei candidati risultasse superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso e comunque non inferiore a 250.