Decreto scuola 2019, concorso ordinario e straordinario 2020 ufficiale e assunzioni

di Marianna Quatraro pubblicato il
Decreto scuola 2019, concorso ordinario

Decreto scuola 2019 assunzioni concorsi ordinari straordinari

Via libera dal Consiglio dei Ministri al nuovo Decreto Scuola 2019: cosa prevede per concorsi scuola a non solo. Le misure

E' stato firmato il Decreto scuola 2019, salva precari bis dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che sarà pubblicato nei prossimi giorni in Gazzetta Ufficiale, che, come spiegato dal governo, contiene provvedimenti di straordinaria necessità in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti. 

Il provvedimento firmato dal Presidente Mattarella prevede:

  • uscita del bando per concorso della scuola ordinario entro la fine del 2019, inizio del  2020;
  • uscita del bando per concorso della scuola straordinario entro la fine del 2019, inizio del 2020;
  • abilitazione e non immissione in ruolo per i docenti con tre anni di servizio nella scuola paritaria che partecipano al concorso straordinario;
  • accesso al concorso riservato per i DSGA solo ai laureati;
  • misure reclutamento di dirigenti tecnici per assicurare la funzionalità delle istituzioni scolastiche; proroga da sei a nove anni della scadenza della validità delle abilitazioni scientifiche nazionali;
  • esenzione dall'obbligo di ricorrere al mercato elettronico della pubblica amministrazione (MEPA) per l'acquisto di beni e servizi funzionalmente per l'attività di ricerca per gli Atenei e le Istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM).

Decreto Scuola 2019 ufficiale, le misure ufficiali

I provvedimenti approvati dal Consiglio dei Ministri per la scuola, l’università e la ricerca e relativo rinnovamento e crescita della competitività prevedono:

  • nuovo concorso straordinario per la stabilizzazione di 24mila precari;
  • nuovo concorso ordinario per nuove immissioni in ruolo nella scuola primaria e secondaria;
  • nuovo concorso riservato per i DSGA (i Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi) facenti funzione;
  • cancellazione delle rilevazioni biometriche degli accessi e degli orari di servizio per il personale ATA (ausiliario, tecnico e amministrativo) e il personale scolastico;
  • validità di nove anni (e non più sei) per le abilitazioni scientifiche nazionali;
  • semplificazione dell’internalizzazione dei servizi di pulizia delle scuole e degli acquisti di beni e servizi destinati alla ricerca;
  • ulteriori stabilizzazioni per i precari degli Enti Pubblici di Ricerca.

Il Ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha spiegato che l’approvazione del nuovo Decreto Scuola rappresenta un chiaro impegno per dare centralità alla scuola perché proprio dalle scuole inizia la costruzione di una nuova società.

Concorso scuola straordinario 2020

Il decreto prevede che entro il 2019 vengano pubblicati bando per concorso ordinario e per concorso straordinario per l’assunzione di 24 mila docenti precari della scuola secondaria di primo e secondo grado e di sostegno che abbiano almeno 36 mesi di servizio, anche non consecutivi.

Stando a quanto riportano le ultime notizie, il concorso straordinario sarà organizzato su base regionale, con graduatorie distinte per regione e classe di concorso e si svolgerà per titoli ed esami e tra le novità la misura che prevede che anche i docenti con tre anni di servizio nella scuola paritaria possano partecipare al concorso straordinario. In questo caso, però, il superamento concorso consentirà solo di ottenere l’abilitazione all’insegnamento e non l’immissione in ruolo.

Coloro che risulteranno vincitori di concorso straordinario dovranno rimanere almeno cinque anni nella sede di prima assegnazione per garantire continuità didattica.

Nessuna novità prevista dal Decreto Scuola 2019 ufficiale firmato dal presidente Mattarella per il concorso ordinario, riservato invece alle categorie di persone già note e che dovrebbe prevedere le stesse prove al momento spiegato, e per cui ormai si attende solo l’uscita del bando per conoscere le effettive date di svolgimento del concorso.

Concorso ordinario scuola 2020 ufficiale

Per quanto riguarda il nuovo concorso ordinario della scuola per scuola dell’infanzia e primaria e secondaria, non sono richiesti tre anni di servizio ma:

  • aver conseguito una laurea, magistrale o a ciclo unico o un diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, o titolo equipollente o equiparato;
  • aver conseguito 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche;
  • essere abilitati nella classe di concorso scelta o avere abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione.

Tre le prove previste in questo caso: una scritta basata esclusivamente sulla materia scelta di insegnamento, una sulle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche e una orale. I vincitori di concorso saranno assunti a partire dall’anno scolastico 2020-2021.

Nuovo concorso per DSGA

Non solo concorsi per docenti: le ultime notizie confermano, infatti, anche l’arrivo di un nuovo concorso gli assistenti amministrativi che per almeno 3 anni hanno svolto le funzioni di dirigenti scolastici DSGA. I vincitori saranno immessi in ruolo contestualmente a quelli del concorso ordinario.

Le ultime notizie all'indomani dell'approvazione del Decreto Scuola firmato dal Presidente Mattarella confermano novità anche per il concorso riservato per i DSGA: stando alle ultime e ultimissime notizie, l’accesso al concorso sarà riservato esclusivamente ai laureati, a differenza di quanto era stato inizialmente detto.