Se rinunci ai social lavori di meno in azienda. Nuova iniziativa al via.

Lavorare fino a dieci ore in meno percependo lo stesso stipendio ma rinunciando del tutto all’uso dei social: la nuova proposta che arriva dalla Germania

Se rinunci ai social lavori di meno in a

rinunciare social lavorare meno

Avere la possibilità di lavorare meno a condizione di rinunciare all'uso dei social network ma non solo. Günter Dillig, amministratore delegato della Jobroller, in Baviera, ha proposto ai dipendenti della stessa azienda di lavorare meno ore percependo lo stesso stipendio ma dovendo rinunciare sia all'uso dei social sia alla pausa pranzo. Ci si chiede, però, quanto a fronte di queste richieste sarebbero disposti ad accettare.

Lavorare meno rinunciando ai social: la nuova proposta

La nuova proposta che prevede la possibilità di ridurre il proprio orario di lavoro fino a 10 ore alla settimana arriva dalla Germania dove, come sopra accennati, l'azienda bavarese Jobroller avrebbe chiesto ai propri dipendenti se fossero disposti ad avere più tempo per vivere la propria vita, in buona sostanza, fuori dall’ambiente di lavoro, lavorando meno ma senza usare mai social e network e rinunciando anche alla pausa pranzo. La proposta è stata avanzata perché Welt Gunter Dilling, proprietario dell'azienda ritiene che nella vita il tempo libero sia il bene supremo che permette di dedicarsi a famiglia e propri interessi in generale e se i suoi dipendenti si divertono di più sul lavoro portano anche maggiori risultati.

Al momento, l’esperimento partito a febbraio sembra portare i suoi buoni risultati: da quando è stata introdotta la giornata breve, infatti, le assenze per malattia e gli errori sarebbero notevolmente diminuiti. Per Dilling, infatti, se si lavora otto ore consecutive e si è parecchio stanchi è chiaro che gli errori possono essere commessi molto più facilmente ed essere anche di più. Al contrario, lavorando riposati si può produrre molto più e bene.

L’ultima iniziativa per far crescere sempre più l’azienda è, dunque, quella di lasciare ai propri dipendenti tantissimo tempo da dedicare a sé lavorando molto meno e percependo comunque lo stesso stipendio. E se il compromesso è rinunciare all’uso dei social negli orari di lavoro, la proposta sembrerebbe alquanto conveniente.

Lavorare meno senza social e altre iniziative per dipendenti in Germania

La proposta di poter lavorare fino a dieci ore in meno a patto di non usare i social e avere più tempo per sé è solo una delle recenti iniziative che in Germania sono state lanciate per sostenere i dipendenti. Solo qualche tempo fa, infatti, come riportano le ultime notizie, è stato stabilito un tetto massimo di lavoro di 60 ore settimanali, senza contemplazione di alcun lavoro durante il week end. Vietato lavorare, dunque, sia sabato che domenica, divieto valido per tutti.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il