Rinnovo contratti statali novitÓ 2018 cedolino pa, stipendi e arretrati per docenti, Ata, Carabinieri, Vigili, Forze ordine

Tutte le novitÓ del rinnovo contratti statali del pubblico impiego, militari, docenti, sanitÓ 2017-2018

Rinnovo contratti statali novitÓ 2018 ce


All'interno della notizia:

Rinnovo contratto statali

Via libera al rinnovo del contratto della P.A.: le ultime notizie confermano lo sblocco dei contratti degli statali dopo ben otto anni di blocco dei contratti degli statali. Si tratta, però, di un rinnovo dei contratti pubblici che, stando a quanto riportano le ultime notizie, non ha per nulla soddisfatto la Corte dei Conti. Proprio dalla Corte è, infatti, arrivata la bocciatura del rinnovo del contratto degli statali, ritenuto deludente perchè si limiterebbe solo ad aumentare i tabellari senza garantire alcun effettivo incremento basato sulla produttività per gli impiegati di ministeri, Agenzie ed enti come Inps e Cnel.

L'aumento medio mensile scaturito dallo sblocco dei contratti della pubblica amministrazione è pari, a regime, a circa 85 euro lordi sullo stipendio base ma gli aumenti sullo stipendio base vanno dai 63 ai 117 euro mensili lordi a regime, cui deve essere sommato un assegno per dieci mensilità tra i 21 e i 25 euro per le retribuzioni più basse. Inoltre, alcune amministrazioni potranno erogare un ulteriore bonus per compensare la perdita del bonus fiscale di 80 euro.

Cedolino pa: stipendi e arretrati

Il rinnovo dei contratti per gli impiegati della pubblica amministrazione prevede per i dipendenti pubblici un aumento di circa 85 euro, per i dipendenti della scuola un aumento medio di 81 euro, per il personale tecnico un aumento medio di circa 91,3 euro, per il personale sanitario, il contratto sanità 2017-2018 prevede un aumento medio 85,4 euro.

Gli impiegati di ministeri, enti pubblici e agenzie fiscali ed enti locali 2017-2018 come l’Inps e Aci hanno iniziato a ricevere nel mese di marzo gli arretrati una tantum, del valore compreso tra i 370 e i 712 euro, e gli aumenti nel cedolino paga della pubblica amministrazione dello stesso mese. Negli altri settori, l’erogazione degli arretrati è avvenuta con le buste paga di aprile, mentre per quanto riguarda il rinnovo contrattuale per i dipendenti della scuola, è prevista l'erogazione in busta paga degli arretrati e degli aumenti contrattuali di 96 euro medi mensili a partire dall’ormai prossimo mese di maggio. Ai lavoratori del settore istruzione e ricerca verranno erogati aumenti compresi tra gli 80 e i 110 euro lordi, a cui sommare anche le somme arretrate. E’ bene ricordare che non sono previste variazioni dell’orario di servizio e la distribuzione di ferie e permessi, per docenti e Ata.

Aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari. Venerdì 12 Gennaio 2018

Dopo l'accordo per i contratti avvenuto, però, solo per gli statali centrali, vi sono almeno 3 milioni di statali che sono rimasti fuori, o per cui gli 85 euro lordi non si riescono ancora a trovare. Una serie di incontri tra Aran, Sindacati, Governo Gentiloni, Ministro Madia sono avvenuti in questi giorni di questa settimana, anche ieri giovedì 11 Gennaio, ma nulla di fatto al momento. Non ci sono novità per l'aumento degli 85 né tantomeno per gli arretrati (che dovrebbero arrivare per gli altri nella busta paga di Febbraio 2018) per forze ordine, polizia, carabinieri, docenti, personale scolastico, impiegati comuni e enti locali.

Sono in totale tre milioni di statali ed dipendenti pubblici che, nelle ultime notizie e ultimissime, come avevano già riportato in tempi non sospetti non hanno le coperture né per l'aumento degli stipendi, né per premi o arretrati.
E ancora più complessa la situazione per l'esercito e le forze dell'ordine per le quali con il rinnovo dei contratti già previsto e il riordino delle carriere viene a mancare anche gli 80 euro di bonus Renzi come era già previsto.
E sempre una situazione altrettanto difficile anche per gli enti locali e comuni, dove al momento le risorse per quanto riguarda le ultime novità dovrebbe arrivare solo ed esclusivamente dai bilanci locali senza nessun trasferimento dallo Stato Centrale, come avevamo già previsto nei problemi sotto riportati.
Appena avremo aggiornamenti e novità sul rinnovo dei contratti degli statali mancanti e anche per quelli confermati con gli arretrati, lo scriveremo come sempre.

Aumento stipendi e rinnovo contratti 2017 22 Dicembre

Un ulteriore resoconto delle trattative che continuano e sono continuate anche ieri giovedì 21 Dicembre e continueranno anche oggi venerdì 22 Dicembre come voleva il Governo Gentiloni, ovvero ad oltranza.
Nel resoconto di ieri, ancora novità per il rinnovo del contratto e l'aumento dello stipendio per gli statali, dipendenti pubblici, vigili, docenti, Ata personale scuola, vigili del fuoco, carabinieri, militari, esercito, medici, infermieri e sanità.
In modo particolare, nelle ultime notizie e ultimissime, sarebbe stato deciso il bonus per chi ha uno stipendio basso che sarebbe di 20 euro al mese netti e poi novità anche per gli arretrati che arriverebbero a febbraio o marzo 2018 e sarebbero di 485 euro, a cui si dovrebbero aggiungere gli 85 euro lordi di gennaio e febbraio e si arriverebbe dunque a circa 600 euro.
Rimangono, comunque, anche nella riunione e incontro di oggi tra Sindacati-Aran-Ministro Madia numerose questioni da vedere come i permessi, malattie, premi in busta paga, bonus 80 euro, buoni pasto e tutto quello che abbiamo visto nell'aggiornamento SOTTO di ieri giovedì e mercoledì 21-20 Dicembre che vi invitiamo a leggere per ulteriori dettagli.
Quello che è certo che , mentre la manovra  stata approvata in Aula della Camera con la nuova Legge di Stabilità  e Finanziaria 2017-2018, dall'altra non è stato firmato ancora nessun rinnovo dei contratti degli statali.

Ultime notizie e novità giovedì 21 Dicembre 

Si sapeva che sarebbe stata una trattativa lunga e così sarà in quanto il Governo Gentiloni e il Ministro Madia vuole andare ad oltranza per cercare di ottenere il raggiungimento dei rinnovo dei contratti. E così anche oggi giovedì 21 Dicembre proseguirà l'incontro tra Sindacati e Aran dopo quello avvenuto ieri e se non bastasse nelle ultime notizie e ultimissime si parla anche già di un continuo domani venerdì 22 Dicembre 2017.
Tra le ultime novità che si è parlato ieri oltre ai tempi della pausa pranzo il diritto a tutti del buono pasto di 7 euro o un servizio mensa. 
E poi novità pure i contratti a termine, a tempo determinato precari che non potranno essere rinnovati per più di 36 mesi e solo in circostanza straordinarie per altri 12 mesi ovvero massimo 4 anni. Poi la persona, dovrà, comunque fare il concorso pubblico per essere assunto, ma gli verranno riconosciuto dei punti in più.
E ancora, novità per la legge 104 e i relativi permessi. Dovranno essere organizzati a livello mensile e presi solo da un giorno con l'altro, o, comunque con breve avviso, solo in casi di estrema urgenze e sempre documentati.
Rimangono da vedere tutti i nodi, come i premi per gli stipendi più bassi, il bonus degli 80 euro per tutti confermato, i super premi di produzione e la riduzione degli stipendi per chi lavora con assenteisti. 
TUTTI ELEMENTI CHE ABBIAMO VISTO NEL DETTAGLIO NEGLI AGGIORNAMENTI SOTTO di ieri e altro ieri e ancora in precedenza.

Straordinari 20 Dicembre 

Nel pomeriggio di oggi mercoledì 20 Dicembre, è previsto l'incontro tra Aran e Sindacati per il tanto atteso rinnovo dei contratti degli statali.
Al momento sono venuti fuori, rispetto a quanto scrivevamo ieri, nelle ultime notizie e ultimissime, che potete leggere SOTTO, ulteriori due elementi.
L'idea di un tetto agli straordinari da fissare in 180 ore, ma è tutta da vedere e la novità della pausa pranzo che sarebbe portato da almeno mezz'ora ad almeno 10 minuti, ma questo potrebbe essere accettato anche dai sindacati perché potrebbe aiutare l'orario flessibile. Dall'altra parte, però, ci potrebbero essere problemi per l'erogazione dei buoni pasto.
Detto questo, come sappiamo tra le ultime novità che saranno discusse oggi per il rinnovo dei contratti per dipendenti statali, vigili, vigili del fuoco, medici, infermieri, docenti, insegnati, personale scuola, forze dell'ordine, polizia, esercito, carabinieri ci saranno anche i premi, con anche super premi, un bonus speciale per gli stipendi più bassi, il bonus degli 80 euro, chi avrà l'aumento degli 85 euro e chi rischia di non averlo, e le nuove regole su stipendi e assenteismo LI TROVATE NEI DETTAGLI tutti sotto

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  martedì 19 Dicembre):  Domani, come avevamo anticipato, mercoledì 20 Dicembre, ci dovrebbe essere il tanto atteso accordo tra Sindacati-Aran-Governo Gentiloni e Madia per riforma della pubblica amministrazione e il rinnovo dei contratti statali.
E' stato confermato anche oggi martedì 19 Dicembre, tra le novità per il rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi. Dovrebbe essere firmato, un aumento di 85 euro lordo per gli statali, nelle ultime notizie e ultimissime. solo delle funzioni centrali comprese forze ordine, vigili, vigili del fuoco, docenti, insegnanti, ATA, personale della scuola, medici, personale ospedaliero, sanità, infermieri mentre non ci sono ancora indicazioni per quanto riguarda tutti coloro che lavorano nei Comuni, province, ed enti statali come ABBIAMO SCRITTO SOTTO che sono a grave rischio.
Tra le ultime novità, si dovrebbe stabilire un bonus per chi è sotto i 20-22 mila euro di stipendio, sulla stessa soglia del bonus degli 80 euro, che pare confermato per tutti. Mancano ancora 300 milioni come SCRITTO SOTTO, ma dovrebbero esser e trovati negli ultimi emendamenti della Legge di Stabilità e Manovra Finanziaria 2017-2018.
E tra le ultime novità si parla anche di super premi, addirittura del 30%-35, ma anche di disincentivi e punizioni sempre a livelli di stipendi con una diminuzione dello stipendio dei colleghi che si ritrovano in gruppo o nel proprio ufficio degli assenteisti o persone che non fanno in modo eticamente coretto il proprio lavoro.
SOTTO, tutti gli ultimi aggiornamenti e le novità per l'aumento degli stipendi e regole

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi venerdì 15 Dicembre): Una settimana di tira e molla, ma oggi venerdì 15 Dicembre, arriva per le novità del rinnovo dei contratti la richiesta da parte dell'Aran di fare un nuovo incontro tra sindacati, Ministero della Pubblica Amministrazione il 20-21 Dicembre, un incontro di due giorni per cercare di concludere l'aumento di 85 euro lordi per tutti gli statali, vigili, vigili del fuoco, militari, soldati, esercito, docenti, Ata, personale scolastici, medici, personale ospedali. 
Come abbiamo visto SOTTO, i punti, però, da chiarire per i sindacati sono ancora numerosi e non sembrano volersi accontentare di 85 euro lordi nel rinnovo dei contratti, nelle ultime notizie e ultimissime, ma chiedono una revisione più ampia.
E poi in questo momento, come sosteneva anche SOTTO, un deputato Pd, quindi della maggioranza, sembrano mancare all'appello sia 300 milioni ancora nella Manovra Finanziaria, ma soprattutto tutti i soldi degli arretrati ( vedesi SOTTO) e per i dipendenti della pubblica amministrazione dei comuni ed enti locali che sono più della metà e anche questo lo abbiamo visto SOTTO nel dettaglio che non avrebbero nessun aumento al momento.
E tra le ultime novità sembra anche che la a questione del bonus degli 80 euro non sia ancora stata risolta definitivamente tra le novità nella Legge di Stabilità 2017-2018 del Governo Gentiloni per gli statali e non solo.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi giovedì 8 Dicembre):  Riprendiamo i nostri aggiornamenti quotidiani ( ci scusiamo per l'assenza) sul rinnovo dei contratti degli statali e dei dipendenti pubblici che sta entrano sempre più vivo della manovra finanziaria. Quando SOTTO avevamo scritto che tutto poteva saltare e andare per le prossime elezioni, non era una idea così campata in aria. Perché come spiega oggi martedì 5 Dicembre uno dei deputati del Pd, D'arringa, che si occupa delle novità del rinnovo dei contratti statali il percorso è ancora tortuoso e lungo.
Se da una parte sembra sicuro che saranno dati gli 85 euro come concordato con i Sindacati ai vari dipendenti statali, dall'altra la conclusione non è così certa e immediata, nelle ultime notizie e ultimissime,, perché nonostante agli stessi sindacati converrebbe, non c'è accordo sulle regole e sulle novità degli arretrati CHE RIMANGONO QUELLE SPIEGATE SOTTO.
I sindacati premono per cambiare alcune regole della Riforma Madia come permessi, controlli, visite INPS, ma soprattutto vogliono cambiare chi fa le leggi sugli statali, polizia, forze dell'ordine, esercito, militari medici, Ata, personale scolastico, medici, personale medico. Non accentrare le decisioni in mano al Governo, ma cambiare la Riforma Brunetta e per tutte le decisioni riprendere le trattative reali.
Il Governo Gentiloni su questo punto non ci sta e vorrebbero chiudere tutto quanto prima a livello economico in Manovra Finanziaria e Legge di Bilancio, ma non pare assolutamente semplice e come dice lo stesso D'arringa la cosa sarà piuttosto lunga ancora
Sotto TUTTI GLI AGGIORNAMENTI PER le ultime novità del rinnovo dei contratti e cosa si sta decidendo in Manovra Fiscale.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi venerdì 1 Dicembre): Una settimana che si era chiusa con un nulla di fatto, nonostante incontro tra Sindacati e Governo Gentiloni e la manovra fiscale che va avanti e che riprende oggi lunedì 20 Novembre con diverse novità per il rinnovo dei contratti degli statali e aspettative tra cui domani martedì 21 Settembre l'incontro tra i Sindacati della scuola Docenti e personale Ata e la richiesta di nuovi incontro con l'Araa anche da parte della sanità che avrà una serie di incontri sindacali all'interno delle varie strutture in questa settimana tra mercoledì 22 Novembre e giovedì 23 Novembre.
Tra le ultime novità, secondo indiscrezioni, c'è la possibilità che non si riesca a raggiungere un accordo, secondo alcuni sindacati base e associazioni per le novità dell'aumento dei contratti e il rinnovo degli stipendi né di 85 euro né di 30-50 per tutti, ricordando che la metà dei dipendenti pubblici fa parte degli enti locali che non avrebbero aumenti perché i Sindaci nella maggior parte dei casi, nelle ultime notizie e ultimissime, come riportato sotto non hanno soldi da dare.
A questo punto l'idea sarebbe quella di rimandare tutto dopo le elezioni per un aumento in busta paga di polizia, statali, dipendenti pubblici, carabinieri, vigili, docenti, insegnati Ata, personale scolastico, medici, infermieri, esercito, militari dando , però, in busta paga gli arretrati.

Ma non subito come nelle novità scritte sugli arretrati in Gennaio, ma come ABBIAMO VISTO dove c'è stata la risposta ufficiale di chi se ne occupa sia su quanto si potrà dare e sia quando.
SEMPRE sotto, dopo questa risposta, ma anche la paura di non arrivare a nessun accordo, il nuovo ricorso alla Magistratura e le possibilità di aumento degli orari di lavoro e altre ultime notizie e ultimissime che sono, purtroppo, negative, con tutti gli aggiornamenti giornalieri che TROVATE SOTTO di cosa è successo esattamente la scorsa settimana 

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi  giovedì 16 Novembre): Si fa sempre più strada la possibilità di un ricorso alla magistratura, oggi giovedì 16 Novembre, ulteriore che già, nelle ultime notizie e ultimissime, di un mese fa alcune associazioni e sindacati avevano lanciato come idea. 
A questo punto, la situazione è molto delicata, visto che come abbiamo visto SOTTO ufficialmente gli arretrati non possono essere dati nello stipendio di Gennaio 2018 e nemmeno i soldi indicati, tra i 400-500 euro.
Anche perché le associazioni indicano che da una parte i soldi non ci sono e dall'altra che mancano 400-500 euro, per ormai 9 anni di senza aumento di stipendio sarebbero una nullità.
E visto che dopo la sentenza della Corte Costituzionale, lo Stato è in una posizione illegittima tra le novità per il rinnovo del contratti degli statali e ottenere l'aumento dello stipendio dei dipendenti pubblici l’idea è quella di richiedere il risarcimento attraverso ancora la Consulta per 9 anni, anche prima della sentenza che obbliga lo stato ad aumentare lo stipendio, perché in quegli anni, comunque, era tutto bloccato in modo illegale.
Tra le ultime novità, ma potrebbero essere indiscrezioni, ci potrebbe essere un ennesimo incontro tra Sindacati-Governo Gentiloni, Ministero della PA e Aran già domani stesso, ma è tutto da vedere

Si attendono nel frattempo le convocazioni ufficiali che dovevano arrivare tra oggi e domani mercoledì e giovedì 15-16 Novembre per il comparto scuola come abbiamo scritto sotto, dove sempre sotto tra le ultime novità e aggiornamenti trovate le attese per questa settimana e le spiegazioni esatte sulla questione degli arretrati.. TROVATE TUTTO COME SEMPRE SOTTO

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi  martedì 14 Novembre): I sindacati hanno voluto spiegare ufficialmente le novità per l'aumento degli stipendi, in modo particolare le novità per gli arretrati che come detto da loro stessi e in modo particolare dalla responsabile di Confintesa Claudia Ratti non sono quelle dette dagli organi di stampa che prevedevano un forfait di 400-500 euro in busta paga a Gennaio per polizia, docenti, carabinieri, vigili, vigili, del fuoco, medici, personale ospedali, infermieri, personale scuola, Ata e tutti gli altri dipendenti della pubblica amministrazione.
Per due motivi ha spiegato, nelle ultime notizie e ultimissime, all'Ansa e alle altre testate e agenzia di Stampa. Al momento non ci sono i tempi tecnici, per poter riconoscere gli arretrati e non ci sono i soldi stanziati.
Tra l'altro la somma per 9 anni dove ormai si è senza contratti (non più sette) non sarebbe neppure di 400-500 euro, ma molti di più, anche con un amento di 30-50 euro al mese. E ha sottolineato pure lei il problema dell'orario flessibile che potrebbe prolungare l'orario di lavoro.

TUTTO QUESTO LO ABBIAMO SPIEGATO SOTTO, come le attese di incontri e degli emendamenti in Manovra Finanziaria che inizieranno proprio tra domani e giovedì e che riguardano anche delle ultime novità per il rinnovo dei contratti degli statali.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi lunedì 13 Novembre): Una settimana che avrà due incontri cardine questa settimana e una serie di incontri che riguarda, invece, la Legge di Stabilità 2017-2018 che ad oggi lunedì 13 Novembre, nelle ultime notizie e ultimissime, paiono tutti confermati.
Dopo l'incontro generale avvenuto all'Aran settimana scorsa con le novità per il rinnovo dei contratti soprattutto a livello di regole (viste SOTTO) e poco, quasi nulla di aumento degli stipendi (visto SOTTO) per dipendenti pubblici, docenti, personale scuola, vigili, vigili del fuoco, polizia, carabinieri, Ata, medici, infermieri, si avrà questa settimana due incontri per la scuola, da cui si spera si abbiano novità per l'aumento degli stipendi e arretrati. Al momento le date sono il 15-16 Novembre, ovvero mercoledì e giovedì di questa settimana.
E saranno riunioni importanti perché quello che si decide per la scuola, poi, in generale viene ampliato a tutti gli statali
E poi sempre mercoledì 15 Novembre dovrebbero, nelle ultime notizie e ultimissime, iniziare ad essere discussi gli emendamenti nei quali diversi partiti politici hanno chiesto un aumento dei soldi per il rinnovo dei contratti degli statali e un aiuto economico ai Comuni ed enei locali per il rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi altrimenti tutto il loro personale rischia di essere senza questo aumento come già detto dai sindaci e non solo. E sarebbe gravissimo, in quanto rappresentano ben la metà di quanti hanno diritto al rinnovo dei contratti come spiegato SOTTO.


------ I quattro nodi dell'aumento e delle regole, i rimborsi degli anni passati che dicono arriveranno a gennaio, ma non saranno così sia nelle cifre che nei tempi e, poi, la possibilità di un orario flessibile ma che significhi un prolungamento anche dell'orario LI ABBIAMO VSTI TUTTI SOTTO nei nostri aggiornamenti giornalieri per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici.  -----

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi venerdì 10 Novembre): Arrivano delle ulteriori indicazioni e osservazione da parte dei sindacati oggi venerdì 10 Novembre per quanto riguarda la nota bozza di contratto e la riunione avvenuta due giorni fa, l'incontro tra Sindacati e Governo Gentiloni, Aran e Ministro Madia. 
Tra le novità per il rinnovo dei contratti, diversi sindacati sottolineano l'importanza fondamentale che venga messo per iscritto che non ci potrà essere nessun prolungamento degli orari di lavoro, in modo particolare nei punti dove si parla di flessibilità oraria.
C'è molta preoccupazione per questo specie per i docenti, gli impiegati dipendenti statali, personale Ata, ma potrebbe riguardare tutte le categorie die dipendenti pubblici come polizia, carabinieri, militari, vigili, vigili del fuoco. E tra l'altro sulla questione delle 11 ore di pausa sui medici e infermieri abbiano già scritto come altro nodo mai risolto DUE AGGIORNAMENTI SOTTO.
Inoltre c'è sempre più pessimismo per l'aumento di stipendio, elle ultime notizie e ultimissime, con tuti i nodi e i problemi riportati SOTTO e le regole inserite ieri scritte sempre SOTTO  possono essere solo un contentino affermano sempre i sindacati.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi giovedì 9 Novembre): Un primo resoconto ufficiale è arrivato oggi giovedì 9 Novembre, per le novità dette nell'incontro tra Sindacati-Governo Gentiloni-Madia e Aran che si è tenuto ieri mercoledì 8 Novembre. Come avevamo scritto ci si attendeva un incontro sulle novità per l'aumento degli stipendi, ma su questo sono arrivate al momento solo indiscrezioni.
Tra le ultime novità, invece, ufficiali è stata presentata la bozza del contratto per gli statali come polizia, carabinieri, docenti, insegnanti, Ata, personale scolastico, medici, infermieri, personale ospedali, vigili, vigili del fuoco, forze dell'ordine e si è voluto ragionare sulle regole.
In modo particolare tra le novità delle regole per gli statali, si è concesso pe chi  può godere della legge 104, la possibilità di richiedere i permessi anche un giorno prima, ma non lo stesso giorno. 
Possibilità per tutti, non solo legge 104, di scambiarsi e offrire giorni di ferie tra colleghi ed equiparati in tutto per tutti i diritti delle coppie gay e unioni civili con le altre tradizionali dai permessi, ferie e malattie.
 E la possibilità per le terapia salva-vita di avere anche i giorni successivi pagati come malattia se ci sono effetti collaterali che si fanno sentire anche dopo.
Tornando al discorso delle novità per l'aumento dello stipendio e degli 85 euro, non ci sono ultime notizie e ultimissime ufficiali, ma solo indiscrezioni. Se ne è parlato a quanto risulta, ma c'è uno scontro su tutto
Il discorso arretrati di Gennaio con un forfettario lordo per gli altri due anni non pagati 2016-2017 non viene accettato (proposta CHE ABBIAMO SCRITTO SOTTO), c'è stata l'Anci, l'associazione dei sindaci e dei Comuni, che si è detta preoccupata perché da parte loro mancano i soldi per l'aumento egli stipendi e i sindacati vogliono che tutti abbiano l'aumento a questo punto anche solo di 30-50 euro, ma senza criteri che ABBIAMO VISTO SEMPRE SOTTO.
SI attendono ulteriori aggiornamenti e riunioni e novità da ulteriori resoconti e reazioni dei sindacati, ma al momento pare esserci un muro contro muro che si dovrebbe verificare ancora di più nell'incontro previsto tra il 16-18 per l'incontro su scuola e docenti tra Sindacati-Aran-Governo Gentiloni-Madia
Tutti i termini della questione del rinnovo e aumenti degli stipendi, i 4 nodi fondamentali e le spiegazioni li potete trovare nei 6-7 AGGIORNAMENTI SOTTO

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi mercoledì 8 Novembre): E' finalmente arrivato il tanto atteso giorno dell'incontro oggi mercoledì 8 Novembre tra Sindacati, Aran, Madia e Governo Gentiloni per il rinnovo del contratto a livello centrale.
Si parlerà soprattutto delle novità per l'aumento dello stipendio per polizia, carabinieri, statali, dipendenti pubblici, vigili, vigili del fuoco, medici, personale scuola Ata, infermieri, docenti, militari, esercito, ma i Sindacati vorrebbero, nelle ultime notizie e ultimissime, lavorare anche sulle regole i permessi, legge 104, malattie, assenze, controlli INPS e tutte le altre stabilite nel rinnovo dei contratti che SOTTO ABBIAMO VISTO (anche nell'ultimo aggiornamento di ieri come vengono seguite in modo soggettivo dalle varie realtà).
Ma dalle ultime novità è difficile che si parli di regole oggi nell'incontro odierno, ma soprattutto ci si concentrerà sui tanti nodi per l'aumento dello stipendio, dove se il bonus degli 80 euro viene confermato certamente, non così sarà per gli arretrati nonostante le novità dette proprio sugli arretrati già in busta paga per Gennaio e di quanto sarà il vero aumento (non 85 euro certamente) ma 30-50 euro e non per tutti. Basta immaginarsi che la metà dei dipendenti statali lavora in enti non dipendenti dallo Stato Centrale per i quali non sono stati stanziati soldi.
Tutti i nodi, che sono almeno quattro principali, anche con quali criteri assegnare l'aumento dello stipendio a chi spetta, i beneficiari, quando  e come li ABBIAMO VISTI NEGLI ULTIMI SEI AGGIORNAMENTI GIORNALIERI SOTTO che vi invitiamo a leggere  e che saranno tutti i punti, o almeno si auspica, che saranno trattati oggi.
E per l'incontro di oggi vi daremo appena disponibili aggiornamenti in tempo reale e resoconti finali e parziali.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi martedì 7 Novembre): Un esempio lampante di come le novità per il  rinnovo dei contratti degli statali non solo non vadano bene, ma sinora limitato in questo momento tra le parti, nelle ultime notizie e ultimissime, all'aumento di stipendio dei famosi 85 lordi che non ci saranno (nemmeno un euro), almeno ci sono forti rischi, per la metà di dipendenti pubblici come spiegato sotto, è che le regole che fanno parte integrante del rinnovo dei contratti degli statali non vengano considerate per nulla o quasi.
E lo dimostra il fatto che oltre alle denunce fatte da vari sindacati sulla gestione delle malattie, permessi, legge 104, controlli INPS visite mediche fiscali lasciati in mano alla soggettività dei vari dirigenti senza circolari chiari e ancora da discutere bene negli incontri, l'esempio di oggi pubblicato dal Sole24Ore che spiega come per medici e infermieri si dovrebbe trovare un accordo tra Aran-Sindacati-Ministro madia e Governo Gentiloni per il riposo obbligatorio di 11 ore tra un servizio e l'altro. Cosa che di solito non viene fatta o vengono usati stratagemmi perché tutto sembra regolare, ma per il motivo che non c'è abbastanza personale dipendente e che non si potrà nemmeno assumere vista la situazione dei conti della prossima manovra finanziaria e legge di Stabilità.
E questa è una delle ultime novità che si vorrebbe fortemente venga discussa nell'incontro tra Aran-Madia-Sindacati-Governo Gentiloni fissati per domani 8 Novembre insieme alle regole e all'aumento degli stipendi.

------------- SOTTO, abbiamo scritto del problema degli arretrati che non saranno quelli detti finora per il mese di Gennaio 2018 e ancora sotto QUATTRO NODI PRINCIPALI  che si devono ancora affrontare per la riunione di domani, spiegando come l'aumento dello stipendio anche di 30-50 euro NON SARA' PER TUTTI E ALMENO LA META' NON LO AVRA' se non si cambiano le cose --------------

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi lunedì  6 Novembre): C'è grande attesa per l'incontro Sindacati-Governo Gentiloni che si dovrà tenere l'8 Novembre, mercoledì prossimo e le novità per il rinnovo dei contratti degli statali e l'aumento degli stipendi
E' da sottolineare, come oggi lunedì 6 Novembre, le principale testate si soffermano sugli arretrati che se il contratto sarà firmato i dipendenti statali si ritroveranno in busta paga in quanto il rinnovo del contratto per esercito, medici, personale ospedaliero, docenti, insegnanti, Ata, militari, vigili,
carabinieri, polizia è per il triennio 2016-2018 e quindi se firmato ci sarebbe una prima di tranche di arretrati.
Il problema è che nelle fonti si parla di un aumento grazie ai soldi precedenti stanzianti che sono intorno al miliardo, miliardo e mezzo massimo. In realtà con questi soldi, rimane il problema che non si possono sbloccare gli 85 euro, nemmeno lordi, per tutti e la metà dei dipendenti statali come ABBIAMO SCRITTO SOTTO e spiegato, potrebbe non avere nessun aumento per almeno due motivi visti sempre sotto.
Le cifre che si scrivono di un aumento in busta paga di 400-500 euro lordi già a gennaio come arretrati per tutti sono premature. 
SOTTO I QUATTRO VERI NODI DA SBLOCCARE CHE SPIEGANO PERCHE' PIù DELLA META' DEI DIPENDENI PUBBLICI RISCHIA DI RIMANERE A SECCO CON UNA DOPPIA BEFFA.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi venerdì 3 Novembre Ottobre): Vi sono quattro nodi almeno per quanto riguarda le novità del rinnovo dei contratti degli statali che dovranno essere affrontati nella Legge di Stabilità e che si possono riassumere così oggi venerdì 3 Novembre prima dell'incontro del 8 Novembre.
Il primo riguarda, le regole su permessi, malattie, controlli visite fiscali INPS che sono state completamente dimenticate, ma che fanno parte del rinnovo dei contratti e che abbiamo visto SOTTO nei vari aggiornamenti giornalieri, nelle ultime notizie e ultimissime, come  sono gestiti in modo soggettivo da numerose amministrazioni.
Il secondo nodo riguarda i premi che dall'anno prossimo così come stanno ora le cose non sarebbero neppure previsti. Un problema non di poco conto.
Il terzo lo abbiamo visto SOTTO è che la metà degli statali, dicasi la metà dei dipendenti pubblici rischia di non prendere l'aumento dello stipendio né di 85 euro ma neanche di 30-50 euro per i motivi spiegati SOTTO.
Quarto punto i criteri per dare l'aumento che non sarà di 85 euro, ma per le  ultime novità di 30-50 euro e non a tutti come detto e con criteri che sono ancora tutti da valutare e che abbiamo SPIEGATIO SEMPRE SOTTO. Buona lettura

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi  giovedì 2 Novembre Ottobre):  Continuano ad essere indiscrezioni e novità per il rinnovo dei contratti degli statali anche oggi giovedì 2 Novembre, 
E proprio le ultime novità dell'aumento degli stipendi per la Legge di Stabilità riguardano un gran numero di dipendenti pubblici che potrebbero rimanere fuori dagli aumenti anche solo di 30-50 euro netti in quanto fanno parte degli enti statali e comuni, regioni che non dipendono dallo Stato Centrale e dal Tesoro. Per queste persone non è stata stanziata nessuna copertura in Legge di Bilancio e Manovra Finanziaria perché ci dovrebbero pensare le stese Tesorerie degli enti per cui lavorando a dare gli aumenti decisi centralmente. Ma molti di questi sono in situazione economiche non rosee e un aiuto da parte da parte dello Stato centrale sarebbe fondamentale, ma non c'è nella Legge di Stabilità.
Da fare attenzione che se il bonus degli 80 euro è stato risolto e verrà mantenuto per gli statali, è da considerare che l'aumento degli stipendi sarà di 30-50 euro netto ma secondo alcuni sindacati non per tutti ma con alcuni criteri che abbiamo VISTO SOTTO. E alcuni anche degli statali centrali come medici, personale medico, docenti, Ata, esercito, militari, vigili del fuoco, polizia, carabinieri potrebbero rimanere senza nessun aumento di stipendio.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. Militari (ultime notizie e novità oggi martedì 31 Ottobre): Arrivano oggi martedì 31 ottobre, due novità importanti per il rinnovo dei contratti degli statali. La prima che il bonus degli 80 euro è garantito, nell'ultima bozza della Legge di Stabilità che nel tardo di pomeriggio arriverà in Parlamento è messo nero su bianco con un aumento delle fasce per prendere questo bonus non solo per gli statali, ma per tutti i dipendenti italiani anche privati perché altrimenti non si sarebbe potuto fare.
In secondo luogo nell'incontro tra Sindacati e Governo Gentiloni che abbiamo riportato nelle ultime notizie e ultimissime nell'aggiornamento SOTTO abbiamo scritto come si discuterà dell'aumento egli stipendi che dovrebbe essere di 30-50 euro netti a testa. I criteri sono tutti da decidere sempre che i sindacati accettino perché l'idea di base era 85 euro per tutti netti. Ora i criteri dovrebbero essere per primo il minor stipendio, quindi vi sarà un aumento per chi ha una stipendio più basso e poi l'anzianità di servizio. E si farebbero delle graduatorie. Difficile che venga inserito l'altro criterio che alcuni dicono come il merito, che andrebbe più sui premi che al momento non si discutono neppure.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. militari (ultime notizie e novità oggi  lunedì 30 Ottobre): Come abbiamo spiegato sotto nel precedente aggiornamento la beffa dovrebbe essere doppio per il rinnovo dei contratti degli statali, ma con le novità per il rinnovo dei contratti e degli aumenti degli stipendi di oggi lunedì 30 Ottobre, la beffa potrebbe essere anche tripla.
Le ultime novità per l'aumento dei contratti ritornano a parlare , infatti di aumenti dai 30-45 euro ma non per tutti e in base a differenti criteri che saranno stabiliti in manovra finanziaria e nella riunione fissata l'8 Novembre, nelle ultime notizie e ultimissime, tra Governo Gentiloni, Ministero della Pubblica Amministrazione e Madia. E in questa riunione si decideranno i criteri a chi dare di più o meno sempre parlano di netto e che potrebbe rimanere fuori del tutto. E attenzione anche alle novità per il bonus degli 80 euro.
Questa sarà un incontro valido per tutti i dipendenti della pubblica amministrazione, ovvero vigili, docenti, personale scuola, polizia, carabinieri, militari, forze dell'ordine per poi stabilire gli ulteriori incontri per singoli settore. 
Da precisare, inoltre che ulteriori novità per il rinnovo dei contratti e delle regole della riforma della pubblica amministrazione potrebbero arrivare anche dalla Manovra che potrebbe finalmente giungere in Commissione questa settimana o al massimo ad inizio della prossima.
SOTTO i motivi della duplice beffa con tutti i calcoli e poi anche la richiesta di non FIRMARE IL RINNOVO DEL  CONTRATTO fatta dai sindacati (basta scorrere sotto tra i vari aggiornamenti)

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia. Militari (ultime notizie e novità oggi giovedì 26 Ottobre): In questo modo il contratto degli statali non sarà firmato. E' questa la novità che affermano, oggi giovedì 26 ottobre, nelle ultime notizie e ultimissime numerose sigle sindacali di base sia di docenti che delle forze dell'ordine, come polizia, vigili del fuoco, carabinieri, che non ci stanno assolutamente per almeno due motivi. (E a queste si aggiungono diverse associazioni di rappresentanza). Il primo riguarda la beffa degli stipendi, che per almeno il 40-50% non avrebbero un aumento, ma una perdita netta, reale togliendo il bonus degli 80 euro di Renzi. Dall'altra parte nelle novità del rinnovo dei contratti per statali e dipendenti pubblici vi sono anche le tante regole che al momento non sono ancora state affrontate e discusse al meglio come quelle dei permessi, visite mediche e diverse altre e che sono già da alcune realtà messe in atto in modo molto opinabile da alcuni dirigenti. La doppia beffa sia degli stipendi, che delle regole l'abbiamo scritto con tuti i calcoli e dettagli SOTTO

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi mercoledì 25 Ottobre): Sembra proprio che per il rinnovo del contratto degli statali la telenovela non finisca mai e oggi mercoledì 25 Ottobre arriva un ulteriore tassello che sarebbe proprio una beffa. Sappiamo che il Governo e il Ministro Madia, nelle ultime notizie e ultimissime, hanno sempre confermato che il bonus 80 euro di Renzi rimanesse, ma in realtà quando c'è stato da scrivere nella manovra una clausola su questo, nulla è stato apposto nonostante l'insistenza di alcuni politici e dei sindacati. Il Tesoro si è rifiutato di mettere questa salvaguardia. Ora viene fuori la novità che il bonus degli 80 euro non ci sarebbe, nonostante come ABBIAMO SCRITTO sotto, l'aumento è solo di 85 euro lordi e non netti, per due motivi. Il primo perché costerebbe ben 600 milioni mantenerlo e non 200 milioni o anche meno come si era detto, ma anche in questo caso c'è un balletto delle cifre da prendere con le dovute cautele. Insomma, non si conosce la verità sui numeri che dovrebbero essere oggettivi. E poi perché se si lascia per gli statali, si deve una legge apposta che potrebbe essere impugnata da tutti gli altri lavoratori che non avrebbero lo stesso trattamento. Una beffa, dunque, che colpirebbe almeno il 50% dei dipendenti pubblici che con l'aumento loro di 85 euro perderebbero gli 80 euro netti e quindi avrebbero uno stipendio minore. 
E la seconda beffa arriva anche dalle nuove regole imposte, dove su queste novità (permessi, malattie, premi, scatti di anzianità) c'è un silenzio totale, vengono gestite come ABBIAMO SCRITTO alcuni paragrafi sotto, in malo modo senza circolari attuative ufficiale e a discrezione al momento dei dirigenti. Una doppia perdita per gli statali.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi martedì 24 Ottobre): E' arrivata la seconda stesura, la seconda bozza, nelle ultime notizie e ultimissime con una serie di limature, oggi martedì 24 Ottobre che andrà in Parlamento, se non ci saranno sorprese, da domani come abbiamo scritto sotto.
In questa seconda stesura ci sono gli 1,9 miliardi aggiuntivi per la Legge di Stabilità 2017-2018 e i probabili 800 milioni di cui abbiamo parlato sempre sotto ulteriori. Il problema è che vi è scritto che gli aumenti dello stipendio saranno di 85 euro lordi. Questa è la vera novità che arriva da questa seconda bozza anche perché nel frattempo per il settore pubblico sono stati stanziati altri 200 milioni per l'aumento degli stipendi per forze dell'ordine, militari, vigili, carabinieri, polizia che non avranno più gli 80 euro di bonus già da ora Ottobre e poi per tutto il 2018.  E poi un aumento per i presidi come stipendi e ricercatori.
A questo punto i conti sono quelli che vi sono sotto così le attee SCRITTE SEMPRE sotto per la settimana e c'è attesa per le reazioni dei sindacati.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi lunedì 23 Ottobre): Vi sono in questo inizio settimana, oggi lunedì 23 ottobre, almeno due importanti attese per le novità del rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi di 85 euro. La prima riguarda che tra due giorni, ma forse, già domani, la bozza della manovra delle legge di stabilità e legge di bilancio 2017-2018 andrà in Parlamento dove sarà discussa dalle varie Commissioni e poi si prepareranno gli emendamenti. 
Dalle riunioni delle Commissioni e dagli emendamenti stessi si dovrebbe capire se gli 85 euro ci saranno per tutti e se saranno lordi o netti per chi attende l'aumento dello stipendio come dipendenti statali, docenti, personale Ata, vigili, forze dell'ordine, vigili del fuoco, militari, polizia, soldati, carabinieri. Come abbiamo SCRITTO SOTTO si parla di 85 euro lordi anche da riunioni per la scuola e sempre sotto abbiamo indicato come i soldi necessari non ci sono ancora anche se si parla di 800mila euro in più dalla tasse sul gratta e vinci che non sarebbero di poco conto. (Ma mancherebbe sempre un miliardo come sotto calcolato). E poi c'è la seconda attesa, sempre più sollecitata nelle ultime notizie e ultimissime, ovvero la richieste dei sindacati di un incontro con l'Aran e il Ministro Madia non solo per parlare il nodo del rinnovo dei contratti e dell'aumento dello stipendio, ma sulle regole come quelle dei permessi dove venerdì (vedesi aggiornamento SOTTO) C'è STATO UN FORTE SCONTRO, dei premi, delle assunzioni degli statali precari, degli arretrati.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  venerdì 20 Ottobre):  Arrivano finalmente delle novità per il rinnovo dei contratti statali, oggi giovedì 20 ottobre, finalmente positive per quanto riguarda i soldi da trovare in manovra e legge finanziaria. In primo luogo, sembra che siano stati trovati 800 milioni dal rinnovo della concessione dei gratta e vinci. Se dati tutti come sembra nelle ultime notizie e ultimissime, per l'aumento degli stipendi per i famosi 85 euro, mancherebbe ancora circa 1 miliardo per dare a tutto 85 euro. Rimane sempre il problema degli 85 euro lordi e per tutti CHE ABBIAMO SPIEGATO SOTTO nei due aggiornamenti sotto con le varie possibilità e la verità nei numeri e con nessuno, nemmeno il Ministro Madia che dice esattamente per chi, quando e come sarà questo aumento. 
Tra le ultime novità si sottolinea il problema delle regole del decreto Madia, le nuove regole che sono state alcune già messe in vigore e che avevamo sottolineato come venissero applicate in molti uffici con alcune interpretazioni talvolta sfavorevoli ai lavoratori. E una nuova denuncia dai sindacati arriva per i permessi di lavoro per le malattie. La Madia è voluta intervenire dicendo che c'è grande rispetto per i chi è malato e che vorrà nei prossimi incontri spiegate tutto esattamente. Probabilmente, quello che serve sono delle circolari di spiegazioni chiare da applicare.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  mercoledì 18 Ottobre):  A questo punto, oggi mercoledì 18 Ottobre, in molti ci chiedono cosa potrà succedere ora, visto che in Manovra Finanziaria c'è la novità positiva dell'aumento degli stipendi per gli statali e i dipendenti pubblici e anche un aggiunta di stipendio in più (visto che perdonano gli 80 euro) per polizia, carabinieri, vigili del fuoco, vigili, esercito, forze dell'ordine. Per loro il problema non dovrebbe sussistere in quanto per questo secondo aumento del riordino visto che i soldi sono già stanziati. Il vero problema rimane nelle ultime notizie e ultimissime, il discorso degli 85 euro per tutti, per loro e per docenti, personale scuola, medici. 
Ora si inizierà il percorso da 25 Ottobre in Aula che dovrebbe portare a capire dove trovare i circa 1,5-2 miliardi che mancano per gli 85 euro reali per tutti. Sotto abbiamo spiegato che al momento mancano, ma ci sono due mesi per trovare e la spinta delle varie forze politiche che avranno un ruolo importante.
E' da capire come saranno dati questi 85 euro se netti o lordi, se a tutti o a qualcuno e come verrà gestito il bonus da mantenere degli 80 euro. Lo abbiamo spiegato SOTTO con tutti i vari riscontri che si sono avuti finora per capire come sarà davvero questo aumento. 

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  martedì 17 Ottobre): E' stata presentata ieri la Manovra Finanziaria con il documento della Legge di Stabilità 2017-2018 e, oggi martedì 17 Ottobre, si può leggere con attenzione per capire le ultime novità sul rinnovo dei contrati dei dipendenti pubblici, l'aumento degli stipendi di 85 euro, premi, arretrati, scatti di anzianità, mantenimento del bonus di 80 euro. Uno degli obiettivi scritti è senza dubbio quello dell'aumento degli stipendi per statali e dipendenti pubblici, ma occorre sottolineare che non ci sono novità per il reperimento dei fondi che mancano ovvero tra gli 1,6 e gli 1,9 miliardi che mancano. Rimangono, quindi aperte tutte le possibilità scritte dagli 85 euro lordi (scritti sotto) per tutti, ad 85 euro solo per alcuni, partendo dai redditi più bassi. C'è impegno per mantenere il bonus degli 80 euro e questo dovrebbe essere certo e quello di trovare nelle ultime notizie e ultimissime i soldi per aiutare gli enti territoriali ad aumentare ad 85 euro gli stipendi dei propri dipendenti. E per l'aumento degli stipendi delle forze dell'ordine e dell'esercito andando oltre gli 85 euro, per compensare la perdita del bonus degli 80 euro che ci sarà con il rinnovo dei contratti e delle carriere per polizia, vigili, vigili del fuoco, carabinieri, militari dovrebbero essere stanziati 200 milioni circa.
Ora il documento passa in Parlamento dal 25 Ottobre inizieranno i lavori ufficiali e si vedrà se si troveranno davvero gli 85 euro per tutti e se saranno lordi o netti. SOTTO nei vari aggiornamenti abbiamo riportato le parole del Ministro Fedeli che parlava di 85 euro lordi di aumento di stipendio.
Sempre SOTTO si parla delle varie iniziative dei sindacati anche di un nuovo ricorso alla magistratura, in quanto la situazione è ancora davvero molto fluida e non ci sono certezze

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi lunedì 16 Ottobre):  Nel pomeriggio, serata di oggi lunedì 16 Ottobre, verrà approvata la manovra Fiscale dal Governo Gentiloni con il documento ufficiale che poi prenderà il via del Senato e del Parlamento per ulteriori modifiche possibili fino a dicembre. Oggi, è un giorno che potrebbe essere molto importante per il rinnovo dei contratti degli statali perché teoricamente nella legge presentata della Manovra di Stabilità ci dovrebbero essere tutti gli interventi e le coperture anche se nel corso dell'iter programmato in Parlamento alla Camera e al Senato tutto potrebbe cambiare e se non ci fossero oggi i soldi già stanziati a sufficienza per gli 85 euro di aumento degli stipendi per vigili, statali, medici, docenti, vigili del fuoco, militari, soldati, personale scolastico Ata e tutti gli altri potrebbero arrivare nel corso della Manovra.
Sarà interessante, comunque, vedere le novità per gli statali e i relativi aumenti di stipendi previste nella Legge di Bilancio di oggi per capire cosa potrà accadere. A quanto pare nelle ultime notizie e ultimissime mancherebbero 1,9 miliardi di euro, ma si dice anche che la spesa maggiore di tutta la Manovra sia proprio per gli statali e dipendenti pubblici.
E' stato già confermato nelle ultime novità che il bonus degli 85 euro rimarrà, ma attenzione anche cosa abbiamo scritto SOTTO nei precedenti paragrafi e aggiornamenti della settimana scorsa ovvero che gli 85 euro saranno in realtà lordi come da riunione per il rinnovo dei contratti docenti e personale della scuola, ma ci sono della aperture anche  su scatti di anzianità e pagamenti arretrati. Con quali soldi è difficile capirlo. 
Vi invitiamo a leggere SOTTO, anche per le novità riguardanti i sindacati a livello di magistratura.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  venerdì 13 Ottobre): Ieri è avvenuto l'incontro tra il Ministro Fedeli e Padoan e incontri tecnici continueranno anche oggi venerdì 13 Ottobre. Dalle indiscrezioni, nelle ultime notizie e ultimissime, sembra che sia possibile davvero l'aumento degli stipendi di 85 euro per i docenti, ma questo significherebbe un aumento dello stesso tenore per tutti dai vigili del fuoco, carabinieri, polizia, personale scuola Ata, medici, vigili, esercito. Il problema vero, però, è che dalle ultime novità sarebbero 85 lordi come abbiamo scritto sotto ieri e quindi 40-45 euro netti, molto lontani dalle richieste dei sindacati. E così diverse sigle sindacali sono pronte a fare nuova ricorso alla Cassazione con una diffida perché il Governo Gentiloni attui realmente la sentenza che la stessa Cassazione aveva emesso per l'adeguamento degli stipendi reali con la perdita di valore reale di questi ultimi 7 anni diventati ormai 8 anni. E c'è da ricordare, come abbiamo visto SOTTO, nel terzo o quarto aggiornamento di questa settimana (che potete leggere sotto) che la Corte Europea ha richiesto al Governo Gentiloni di rispondere a diverse mancane nei confronti degli stati dopo proprio un analoga iniziativa degli statali.  Dunque, a questo punto la via della magistratura prende più piede. 
SOTTO, si possono leggere le ulteriori richieste da parte del Ministro Fedeli che sta portando avanti per la scuola che se concesse sarebbero importanti per tutti gli statali

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  giovedì 12 Ottobre): E' un giorno importante oggi giovedì 12 Ottobre per due motivi. Il primo è quello del voto per il sistema di elezioni che abbiamo visto SOTTO e potrebbero anche far saltare tutto anche se nelle ultime notizie e ultimissime pare essere meno possibile questa possibilità. Il secondo è perché tra oggi e domani vi saranno una serie di riunioni all'interno del Governo Gentiloni per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici e in modo particolare sugli aumenti di stipendio.
Soprattutto vi sarà la riunione per la scuola tra il Ministero dell'Istruzione guidato dal Ministro Fedeli con Madia e Padoan, probabilmente anche Gentiloni, per le richieste per gli aumenti degli stipendi e il rinnovo dei contratti e assunzioni personale ATA (circa 6000) da fare nel 2018. Il Ministro Fedeli ha detto che chiederà l'aumento per gli insegnanti di 85 euro lordi, così come l'aumento per i presidi. E per i ricercatori, almeno gli scatti di anzianità e alcuni premi. 
Tutti elementi, questi tra cui soprattutto gli 85 euro che sono interessanti per tutto il comparto degli statali che attendono le novità per il rinnovo dei contratti. Se dovessero passare peri docenti e il personale scolastico l'aumento degli 85 euro ci sarebbe anche per la polizia, docenti, forze dell'ordine, militari, vigili, carabinieri, medici, gli stessi Ata quasi per forza.
Quindi sono riunioni da vedere e seguire con grande interesse così come le ultime novità del voto oggi stesso per il sistema per andare alle urne alle prossime elezioni che ci sarà nel pomeriggio e che abbiamo spiegato SOTTO perché importante per il rinnovo dei contratti degli statali

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  mercoledì 11 Ottobre): Tutto può saltare dopo che oggi mercoledì 11 Ottobre si ha avuto la conferma che l'ultima votazione, dopo le tre tecniche, per il sistema per le prossime elezioni sarà a voto segreto. E come confermato sempre nelle ultime notizie e ultimissime, il voto vi sarà domani giovedì dal pomeriggio. Vi saranno tre voci palesi e poi l'ultimo a scrutinio segreto. Se dovesse esserci un voto negativo, vi è la possibilità della caduta del Governo Gentiloni con una Manovra Finanziaria e una Legge di Stabilità che entrerebbe in una fase transitorio di chiusura dei diversi elementi a livello tecnico e non politico per poi andare ad elezioni. Questo significherebbe non ricercare più le risorse mancanti per le novità per gli aumenti degli stipendi e probabilmente rimandare le novità per il rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi di vigili, forze dell'ordine, vigili del fuoco, esercito, docenti, personale scolastico Ata, polizia, carabinieri.  certo, con nuove elezioni probabilmente uno dei punti fondanti di molti programmi sarebbe la riforma della Pe il rinnovo dei contratti, ma passerebbe ancora molto tempo e tante incertezze.
Nel frattempo abbiamo sottolineato nelle ultime novità sia di ieri SOTTO che dell'altro ieri che vi sono stati degli extra budget, almeno due, uno perso per strada (quello di Brunetta) e uno ancora possibile da recuperare che consentirebbero in Legge di Stabilità l'aumento degli stipendi ai famosi 85 euro per tutti,

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi  martedì 10 Ottobre): Oltre all'extra budget di cui abbiamo parlato ieri che c'è ed è ufficiale in Manovra Finanziaria, oggi martedì 10 Ottobre, diverse testate sottolineano nelle ultime notizie e ultimissime come vi siano ulteriori soldi per il rinnovo dei contratti degli statali almeno su due fronti. Il primo sono i soldi derivanti da tutte le operazioni di snellimento delle procedura e introduzione dell'ICT che per LEGGE, quella Brunetta, dovevano andare a finanziare per almeno i due terzi gli stipendi degli statali, in modo particolari i premi, non sapendo nel 2009 che ci sarebbe stato un blocco dei contratti della durata di 8 anni. Ora, invece, questi soldi potrebbero servire proprio per l'aumento degli stipendi di 85 euro per tutti, ma sono questi soldi scomparsi, come spiegano i snidati, nel calderone della spending review e usati per altri scopi.
I 5 miliardi necessari per l'aumento per tutti degli 85 euro, invece, potrebbero anche essere trovati nei risparmi fatti proprio in questi ultimi anni sugli stipendi coma calcola il Sole24Ore, ma al momento lo stesso afferma che sia difficile che vengano prese queste risorse.
Ultime novità per il rinnovo dei contratti e l'aumento degli stipendi interessati, dunque, come quelle SOTTO di ulteriori fondi, ma nello stesso tempo rimangono le gravi preoccupazioni dei sindacati, l'assenza di incontri e il fato che tutti questi soldi al momento non ci siano effettivamente o , che e, comunque se ci sono come quelli visti ieri nel paragrafo precedente non sembra che vogliano essere indirizzati per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici.

AGGIORNAMENTO aumento stipendi e rinnovo contratti 2017, bonus 80 euro pubblico, statali, forze dell'ordine, polizia, militari (ultime notizie e novità oggi lunedì 9 Ottobre): Vi è un fondo extra confermato dal Ministero del Tesoro di circa 1 miliardo-800 milioni che potrà essere utilizzato in più per alcuni investimenti in Manovra Finanziaria. La conferma arriva oggi lunedì 9 ottobre, dopo una serie di indiscrezioni di fine settimana scorsa. A questo punto occorre capire cosa fare con questi soldi, perché i fondi ci sono, ma non si sa per cosa saranno utilizzati se, per esempio, per le novità per il rinnovo dei contratti e gli aumenti di stipendi per gli statali, vigili del fuoco, vigili, militari, docenti, personale scuola, Ata, medici polizia e carabinieri. 
Fino ora si è pensato che questi soldi possa servire per scongiurare l'aumento dei ticket sanitari come vuole Mdp per votare la Legge di Stabilità, ma lo stesso Mdp ha detto che non basta e punta i piedi proprio su alcuni argomenti chiavi come il rinnovo dei contratti degli statali o le pensioni.
Tra le ultime novità, secondo indiscrezioni (sottolineiamo indiscrezioni), vi sono delle affermazioni che l'aumento egli stipendi di 85 euro non sarà per tutti, ma non c'è certezza e c'è in ballo questa ulteriore cifra che potrebbe cambiare la situazione.
E sempre tra le novità per il rinnovo dei contratti degli statali si attende la ripresa degli incontri tra Sindacati e Governo Gentiloni con il Ministero Madia e Aran. 
Sotto vi è il resoconto di tutto quello che è successo settimana scorsa, in cui tra l'altro l'Europa ha costretto il Governo italiano a dover darei tempi rapidi una serie di risposte sulle condizioni di lavoro e non solo dei dipendenti pubblici come potrete leggere sotto.







Puoi Approfondire