Stress da lavoro quando è malattia e diritti di riposo e cura dipendente

di Marianna Quatraro pubblicato il

Se alcuni stress sul posto di lavoro sono normali, quello eccessivo può interferire con la produttività e le prestazioni e influire sulla salute fisica.

Stress da lavoro quando è malattia e dir

Stress da lavoro e malattia, regole 2019

L'epidemia di stress colpisce un numero sempre maggiore di lavoratori che lamentano di essere stressati perché mansioni e responsabilità sono troppi e in aumento. Lo stress da lavoro ha gravi conseguenze per la salute che vanno da quelle lievi come raffreddore e influenza, a quelle più gravi come la sindrome metabolica e le malattie cardiache. Tuttavia, poiché lo stress legato al lavoro è così comune, può essere difficile se non impossibile trovare un lavoro a basso stress. Un'opzione migliore sarebbe quella di adottare strategie più efficaci per ridurre lo stress sul lavoro.

Ma alla base di ogni azione occorre comprendere quando è davvero malattia lo stress da lavoro e quindi quali sono i diritti da fruire. Perché non sempre lavorare sotto pressione significa essere stressati e non tutto lo stress è negativo. Un po' di stress può aiutare a rimanere concentrati, energici e in grado di affrontare nuove sfide sul posto di lavoro.

Stress da lavoro e malattia, regole 2019

Se alcuni stress sul posto di lavoro sono normali, quello eccessivo può interferire con la produttività e le prestazioni, influire sulla salute fisica ed emotiva e impattare sulle relazioni e sulla vita domestica. Può anche determinare il successo o il fallimento sul lavoro. Qualunque siano le ambizioni o il tipo di lavoro, ci sono alcune misure da assumere per proteggersi dagli effetti dannosi dello stress, migliorare la soddisfazione sul lavoro e rafforzare il benessere all'interno e all'esterno dell'attività occupazionale.

La prima importante regola da conoscere è l'impossibilità da parte del datore di lavoro di licenziare il dipendente durante il periodo di malattia, anche quella derivante da stress e purché non si prolunghi troppo nel tempo in base a quanto previsto nei contratti collettivi nazionali di lavoro.

Il problema si pone invece quando la fonte dello stress va ricercata proprio nel datore di lavoro che ha imposto carichi eccessivi, magari per la necessità di sostituire un collega assente. In questo caso al consueto diritto di riposo e alla conseguente cura si affiancano la possibilità di chiedere il risarcimento del danno per usura lavorativa e l'opportunità di assentarsi per malattia per un periodo di tempo supplementare.

Come chiedere il risarcimento danni per stress da lavoro

Le cause più comuni di stress sul posto di lavoro comprendono più straordinari a causa delle riduzioni del personale, la pressione per lavorare a livelli ottimali, la mancanza di controllo sullo svolgimento del lavoro, la pressione per soddisfare le crescenti aspettative ma senza aumento della soddisfazione professionale, la paura di essere licenziato. Affinché sia riconosciuto lo stress da lavoro, il dipendente deve ottenere il certificato medico che metta in relazione la patologia con l'attività svolta, senza il quale non è possibile assentarsi in malattia per stress e chiedere un risarcimento danni.

A volte il miglior riduttore di stress è la condivisione dell'esperienza con qualcuno vicino. L'atto di parlarne e ottenere sostegno e simpatia, specialmente faccia a faccia, può essere un modo molto efficace per ritrovare il senso di calma.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":