Stress dal rientro delle vacanze e ritorno al lavoro: soluzioni e rimedi per preoccupazioni

Al ritorno delle vacanze, quando ormai l’ufficio chiama e bisogno tornare a lavoro, è necessario ritrovare gli equilibri abbandonati con l’arrivo della bella stagione. Impresa non semplice da fare

Stress dal rientro delle vacanze e ritor

Come affrontare lo stress da rientro dalle vacanze. I migliori rimedi per combattere stress e preoccupazione


Come riprendere il lavoro senza patemi, stress e problemi? E' una domanda che affligge milioni di italiani che domani lunedì rientreranno nei loro posti di lavoro dopo le vacanze a cui non mancheranno la non voglia, l'apatia, dei veri e propri malesseri. Ecco alcuni rimedi e soluzioni efficaci.

“Ci vorrebbe una vacanza per riprendersi da queste vacanze”. Quante volte avete sentito pronunciare queste parole, con tono scherzoso ma poi mica tanto da vacanzieri stressati subito dopo aver terminato il periodo di vacanza? E si perché sarà capitato anche a voi di rientrare dalle vacanze più stressati di come partire. Naturale dopo un periodo in cui finalmente la mente ha avuto la possibilità di rilassarsi e di non pensare a nulla di tutto quello che durante l’anno di lavoro non fa altro che rinfocolare stress e preoccupazione.

Al ritorno delle vacanze, quando ormai l’ufficio chiama e bisogno tornare a lavoro, è necessario ritrovare gli equilibri abbandonati con l’arrivo della bella stagione. Ritrovare i ritmi invernali e una serenità per affrontare al meglio l’anno di lavoro che già si prospetta all’orizzonte. Vediamo quali sono i migliori rimedi per non restare schiacciati dal peso delle responsabilità. E di non accusare troppo la fine delle vacanze e di quel po’ di spensieratezza necessaria a scaricare stress e preoccupazione

Stress e preoccupazione ritorno dalle vacanze

Lo stress e la preoccupazione al ritorno delle vacanze accomunano circa un terzo delle persone che hanno concluso il ciclo vacanziero. Un italiano su tre, infatti, torna dalle vacanze più stressato di quando è partito. Le ferie utili per consentire di fuggire dalla routine quotidiana e rigenerarsi rischiano di produrre effetti collaterali nei soggetti ansiosi, ma anche in quelli che avrebbero voluto concedersi un altro po’ di relax. Poi ci sono quelli che convinti di essere riposati al punto giusto sui buttano a capofitto nel lavoro consumando in pochi giorni le energie riguadagnate dai giorni di ferie stressandosi in poco tempo.

I migliori modi al ritorno delle vacanze

Ecco alcuni dei migliori rimedi per affrontare il ritorno dalle vacanze. Gli esperti consigliano di non affaticarsi troppo il primo giorno e rituffarsi nel lavoro in maniera graduale, a piccole dosi sbrigando soltanto le faccende più urgenti e diluendo le altre nei giorni successivi. Nei giorni immediatamente precedenti il rientro sarebbe utile anticipare la sveglia di qualche minuto, un quarto d'ira al giorno per esempio nell'arco degli ultimi cinque giorni di ferie per non vivere con troppa pesantezza l'impatto di rialzarsi presto di colpo.

Sarebbe importante anche anticipare di un paio di giorni il rientro per poter riadattare l'organismo alla routine quotidiana e poi prendere di nuovo confidenza con la propria postazione in ufficio. Non bisogna poi vivere il ritorno al lavoro come un incubo ma cercare di organizzare nel tempo libero attività di relax che possano in qualche maniera non recidere del tutto il cordone con le ferie. In questo modo si eviterebbe di passare di colpo dal riposo allo stress, dal divertimento all'ansia da lavoro. Insomma non bisogna necessariamente aspettare il prossimo turno di ferie per svasgarsi di nuovo. Poi molto dipende dalla volontà.

Va evitato di considerare il ritorno alla quotidianità come un qualcosa di drammatico pensando anche agli aspetti positivi. Importante poi anche il settore nutrizionale. Durante le ferie ci si concedono eccessi anche nel mangiare e si rischia di ritornare appesantiti, fatto questo che potrebbe aumentare la condizione di stress. La vacanza spesso determina alcuni effetti nocivi sulla salute. Spesso è sinonimo di sregolatezza di orari, cambi dei ritmi sonno-veglia si tende a eccedere con gli alcolici, altro fattore nocivo per l’integrità cellulare, e talvolta ci si lancia in sport estremi o di resistenza senza l’adeguato allenamento o preparazione alimentare. Per il recupero di una condizione ottimale bisogna cominciare dalla prima colazione.

Numerose pubblicazioni scientifiche hanno dimostrato come l’omissione della prima colazione riduca la performance sia in termini di minore capacità di concentrazione che di rendimento nelle attività fisiche. Ma non conta solo il cibo bensì anche l’acqua. Bere i classici due litri di acqua al giorno, lontano dai pasti e con regolarità aiuta certamente a mettere in equilibrio l’organismo con beneficio anche per l’aspetto mentale e psicologico.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il