Taglio cuneo fiscale cosa cambia per stipendi 2020. Aumento previsto con Governo Pd-M5S

di Marianna Quatraro pubblicato il

Cosa prevede il piano di taglio del cuneo fiscale del nuovo governo Pd-M5S e ulteriori novità fiscali possibili: ultime novità al vaglio

Taglio cuneo fiscale cosa cambia per sti

Taglio cuneo fiscale cosa nuovo Governo conte

Il taglio cuneo fiscale tra le priorità del nuovo governo Pd-M5S: non solo pensioni, salario minimo, giustizia, tasse e novità per la scuola. Il nuovo governo punta, come confermano le ultime notizie, al taglio del cuneo fiscale a vantaggio dei lavoratori, come proposto dal Pd, ma si parla anche dell'intervento sull'Irpef voluto M5S. Cosa cambia per i lavoratori con il taglio del cuneo fiscale del nuovo governo Pd-M5S?

Taglio del cuneo fiscale Pd-M5S: cosa cambia per i lavoratori

Nelle intenzioni del Pd, tra i punti programmatici inseriti nel programma del nuovo governo, spicca per la prossima Legge di Bilancio 2020 il taglio del cuneo fiscale per ridurre la pressione sui lavoratori, il che implicherebbe aumenti per gli stipendi dei lavoratori stessi. Intervenire sulla riduzione delle tasse sul lavoro per i lavoratori significa ridurre il prelievo Irpef in busta paga o le trattenute che significativamente l’importo dello stipendio lordo dal netto.

L’ipotesi avanzata di riduzione del cuneo fiscale sui redditi estendo il bonus Renzi anche agli incapienti (coloro cioè sotto gli 8mila euro), ai lavoratori che percepiscono redditi tra i 26.600 euro e i 35mila euro e in modo decrescente anche a coloro che hanno redditi fino a 55mila euro, prevederebbe una rimodulazione degli importi del bonus fino a 1.500 euro.

Ma si tratta di aumenti e vantaggi che interessebbero solo i lavoratori lasciando fuori da tali vantaggi e imprese su cui il costo del lavoro pesa non indifferentemente. E, infatti, dal canto suo, il M5S vorrebbe un taglio del cuneo fiscale anche per le imprese, una rimodulazione degli scaglioni Irpef, portando le aliquote previste da cinque a tre, e un ampliamento della no tax area a 10 mila euro.

Cuneo fiscale: di cosa si tratta

Il cuneo fiscale rappresenta la somma di trattenute in busta paga dei lavoratori dipendenti, che comprendono imposte e contributi previdenziali a carico del datore di lavoro. Stando a quanto calcolato dall’Ocse, in Italia il cuneo fiscale pesa per il 47,9% nelle buste paga dei lavoratori e più della metà è a carico delle aziende, per questo l’intervento sul cuneo fiscale non dovrebbe interessare solo i redditi dei lavoratori dipendenti ma anche le imprese.

Ulteriori novità fiscali del nuovo governo Pd-M5S

Le ipotesi di lavoro sulle imprese, stando alle ultime notizie, si concentrerebbero su ritorno dell’Ace, sconto fiscale per gli investimenti, all’interno di un rilancio del piano industria 4.0.

Nessun riferimento del documento programmatico alla flat tax, che era un cavallo di battaglia della Lega, mentre si apre decisamente all’ipotesi di introduzione del salario minimo, misura da sempre sostenuta dai pentastellati, anche nel programma si fa riferimento solo all’intenzione di introdurlo e di garantire le tutele massime a beneficio dei lavoratori senza alcuna definizione o misura precisa. Tra le altre ipotesi di lavoro, quella di rafforzare i diritti dei lavoratori digitali (riders).

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":