Telelavoro quando si può richiedere di lavorare da casa. E risposte possibili datore di lavoro

di Marianna Quatraro pubblicato il

Come si lavora con il telelavoro e vantaggi: quando il lavoratore può chiedere di lavorare da casa e condizioni previste

Telelavoro quando si può richiedere di l

Telelavoro quando lavorare casa risposte azienda possibilità

Con lo sviluppo della tecnologia cresce il telelavoro che negli ultimissimi anni è decisamente cresciuto: il Telelavoro è una tipologia di impiego che ha cambiato il modo di lavorare rendendolo più flessibile e che permette di svolgere il proprio lavoro in ogni dove. In accordo, infatti, con uffici o aziende presso cui si lavoro, grazie all’uso di strumenti tecnologici, chi svolge il telelavoro può operare da ovunque.

Sono tantissimi i lavoratori che oggi non lavorano in sede ma da casa, con una serie di indubbi vantaggi che il telelavoro ha. Ciò che ci si chiede è quando si può richiedere di lavorare da casa?

Telelavoro: quando richiedere di lavorare da casa

I lavoratori che richiedono di lavorare da casa possono ricevere risposte affermative da parte delle aziende in presenza di particolari condizioni o anche rifiuti. Molto dipende dai casi e, appunto, dalle condizioni in cui il lavoratore stesso vive.

La possibilità di accordo del telelavoro vale, infatti, per il lavoratore che si prende cura e assiste un parente portatore di handicap e, in particolare, il coniuge, o un parente o affine entro il secondo grado (nonni, nipoti, fratelli e sorelle) con handicap in situazione di gravità, o un parente entro il terzo grado (nonni, nipoti del coniuge, cognati), se i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità siano over 65 o siano anche essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti.

Nei casi in cui non sussistano particolari condizioni o non si debba assistere un parente con patologie acute o croniche, la richiesta di telelavoro potrebbe anche essere rifiutata. Molto dipende, in tal caso, dagli interessi aziendali: se c’è, infatti, bisogno della figura in sede necessariamente, allora l’ipotesi del telelavoro non può essere presa in considerazione.

Se, invece, il ruolo del lavoratore è compatibile con il telelavoro in base alle esigenze aziendali, allora il lavoratore può tranquillamente lavorare da casa o da altro luogo che deve essere concordato e che sia per il lavoratore più comodo. I contratti nazionali dei vari settori prevedono, infatti, la facoltà di integrare il telelavoro con delle disposizioni particolari a seconda del comparto interessato.

Inoltre, chi ottiene risposta positiva di telelavoro da parte dell’azienda deve godere di una serie di diritti al pari dei lavoratori che operano in sede come:

  1. diritto di accettare o di rifiutare liberamente la scelta di lavorare a distanza;
  2. diritto di avere lo stesso trattamento collettivo;
  3. diritto di fruire delle stesse condizioni dei colleghi di pari livello che lavorano in sede;
  4. diritto di essere tutelato dal punto di vista della salute e della sicurezza professionale;
  5. diritto alla riservatezza.

Telelavoro: i vantaggi

Sono tanti, come accennavamo a inizio pezzo, i vantaggi che il telelavoro assicuro e, in particolare, permette innanzitutto di risparmiare tempo e denaro per recarsi al lavoro (benzina, biglietti dei mezzi, etc.); prevede una maggiore autonomia e flessibilità per il lavoratore che, concordato con il datore di lavoro il lavoro da svolgere, potrà modo organizzare al meglio la propria giornata a patto di portare a termine tutti gli obbiettivi lavorativi prefissati; possibilità di conciliare lavoro e famiglia in maniera più semplice migliorando senza dubbio la qualità della vita.

I vantaggi del telelavoro non sono solo per i lavoratori ma anche per le aziende, in quanto gestendo dipendenti da casa risparmia su diverse spese come elettricità e riscaldamento, ha più spazi a disposizione che possono essere riorganizzati ma ha anche la possibilità di assumere persone situate anche in un’altra regione o anche un’altra nazione che siano esperte del settore.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":