Un profilo professionale su tre non riescono a trovare le imprese. I motivi e i più ricercati

Tecnici, ingegneri, operai specializzati, elettromeccanici tra i profili più ricercati con difficoltà dalle aziende: motivi e dati recenti

Un profilo professionale su tre non ries

profili professionali imprese motivi ricercati


Aziende ancora in difficoltà nella ricerca di alcuni profili. Non si tratta di una situazione nuova, considerando che è già da un pò di tempo che si registra la tendenza da parte delle aziende a non trovare il personale specifico richiesto. Come mai questo accade? E quali sono i profili più ricercati al momento dalle aziende?

Lavoro e aziende: aumentano figure ricercate non disponibili

E’ un vero paradosso, soprattutto in questo particolare momento storico del nostro Paese, quando la crisi economica che ci ha colpiti ha prodotto come conseguenza principale povertà e disoccupazione, soprattutto giovanile, il fatto che le imprese cerchino dipendenti e non riescano a trovare i profili professionali ricercati. In particolare, stando a quanto riportano le ultime notizie, per le imprese è difficile trovare un profilo professionale su tre.

Lo scorso ottobre secondo alcune indicazioni che emergono dai programmi occupazionali delle imprese dell’industria e dei servizi, monitorate dal Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, si è registrata una tendenza delle imprese con assunzioni programmate e pronte a offrire contratti in forte difficoltà nel trovare i profili ricercati.

In particolare, su circa 370mila contratti di lavoro da stipulare entro fine mese, ben 31mila in più rispetto all’anno scorso, il 29% ha difficoltà di reperimento. Si tratta di difficoltà che sono anche differenti in base alle aree geografiche del Paese, con percentuali che passano dal 42% delle province di Lecco, Bologna, Ferrara, Pordenone, al 15% di Brindisi, Taranto, Benevento e Ragusa. Il problema del reperimento dei giusti profili dipende, forse, anche dal fatto che le ricerche di tante aziende sono orientate verso personale ad alta qualificazione, basti pensare anche che rispetto al mese di ottobre 2017, secondo quanto confermano le ultime notizie, aumenta dell’1,3% la quota di contratti offerti ai Dirigenti e alle professioni intellettuali, scientifiche e di elevata specializzazione e di 0,7 punti percentuali la quota di contratti offerti alle professioni tecniche.

Lavoro e aziende: i profili più ricercati

Tra i profili professionali più difficili da trovare, stando a quanto riportano le ultime notizie, vi sono: i tecnici del settore ingegneristico (61,2%), come addetti alla programmazione di macchine a controllo numerico e tecnici per la gestione, manutenzione ed uso di robot industriali; gli operai specializzati nella lavorazione dei metalli (58%), come fabbri, fonditori, saldatori; gli addetti a macchinari dell’industria tessile (50,3%); ingegneri (49,8%); operai di macchine automatiche (49,7%); elettromeccanici (47%), come montatori, installatori e manutentori di macchinari per impianti industriali, di apparecchiature elettriche ed elettroniche e informatiche.

Puoi Approfondire
Ultime Notizie