Youtuber italiano scoperta maxi evasione. Ecco quanto si può guadagnare con i video su YouTube

di Chiara Compagnucci pubblicato il

La vicenda di St3pny accende un faro sull'intero settore ovvero sugli youtuber che dei video hanno fatto un vero e proprio strumento di business.

Youtuber italiano scoperta maxi evasione

Youtuber italiano scoperta maxi evasione

Non si tratta di uno youtuber qualunque perché St3pny è uno dei volti più noti tra i giovani, famoso anche per i gameplay su Fortnite e Minecraft. Per intenderci, in dote porta oltre oltre 4 milioni di follower che si traducono in milioni di visualizzazioni e guadagni su guadagni. Ma è destinato a passare alla storia anche per un'altra ragione: è il primo della sua categoria in Italia a finire nel mirino della Guardia di finanza.

L'evasione fiscale contestata è di oltre un milione di euro ovvero non avrebbe dichiarato ricavi per oltre 600.000 euro e versato l'Iva per oltre 400.000 euro come frutto dell'attività autonoma. La vicenda ha di conseguenza acceso i riflettori sui gudagni reali degli youtuber perché le cifre che circolano sono da capogiro.

Youtuber italiano scoperta maxi evasione

Dietro al nickname di St3pny c'è una persona reale: Stefano Lepri, 24 anni, residente in provincia di Firenze. Secondo le Fiamme gialle del Nucleo di polizia economico-finanziaria del comando provinciale di Firenze, che hanno effettuato nei suoi confronti una specifica attività investigativa e di intelligence, il ragazzo avrebbe nascosto al fisco oltre un milione di euro negli anni di caricamento video su YouTube tra il 2013. Insomma, l'attività rende bene. Lui giura di aver pagato tutte le tasse, ma adesso rischia una condanna e aprirebbe un nuovo fronte nella caccia degli evasori sul web.

Le contestazioni della Finanza sono chirurgiche: avrebbe stipulato contratti pubblicitari utilizzando la cessione del diritto d'autore che non obbliga a pagare Iva. Ma in realtà - fanno notare i militari delle Fiamme gialle - avrebbe svolto un'attività non compatibile con questo tipo di contratti.

Quanto si guadagna con i video su YouTube

La vicenda di St3pny accende un faro sull'intero settore ovvero sugli youtuber che dei video hanno fatto un vero e proprio strumento di business. Il punto, come fa notare la Guardia di finanza, è che in questo momento non c'è una posizione aperta per individuare questo tipo di lavoratori. Per questo diventa essenziale capire in che modo categorizzare i creatori di contenuti video, come gli youtuber.

Ma c'è chi è pronto a giurare che quella di St3pny potrebbe essere solo la prima di una lunga serie di segnalazioni. I reali guadagni che derivano dalla professioni di youtuber sono direttamente proporzionali al numero delle visualizzazioni e derivano dalla visione della pubblicità.

Senza entrare nel merito di come fare a creare un canale di successo, secondo recenti stime di SocialBlade sui profili di maggior successo, il canale di Favij può fruttare mensilmente tra i 22.000 e i 355.000 euro, quello di Sofia Viscardi tra tra i 1.400 ai 23.000 euro al mese, quello di Greta Menchi dai 1.000 ai 16.000 euro al mese, quello dei iPantellas tra i 9.000 e i 143.000 euro al mese, quello di IlvostrocaroDexter dagli 8.000 ai 126.000 euro al mese.

Cifre altissime anche per i TheShow, CiccioGamer e Yotobi. E senza dimenticare che si tratta di guadagni in costante aumento considerando la crescita del numero di iscritti e di visualizzazioni. Ma questi sono solo i casi di maggior successo di monetizzazione dei propri video.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sui diritti per i lavoratori per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":