Carne, nuovi richiami. Marche, tipologie e prodotti. Rischi per la salute

Richiamo della tartare di bovino dai supermercati Lidl per il pericolo listeria e ritiro delle salsicce FBM per la presenza di salmonella.

Carne, nuovi richiami. Marche, tipologie

Nuovi casi di carne richiamata in Italia

Si allunga l'elenco dei cibi richiamati dal supermercati in questo 2019 con la carne che continua a provocare allarmi e preoccupazioni. Solo nelle ultime ore è stata infatti oggetto di due ritiri in due catene di vendita differenti, ma sempre accomunati dal pericolo per la salute dei consumatori.

In entrambe le circostanze - il richiamo della tartare di bovino dai supermercati Lidl per il pericolo listeria e il ritiro delle salsicce FBM per la presenza di salmonella - è stato lo stesso Ministero della Salute a emanare il provvedimento con applicazione immediata e con i consigli per i consumatori italiano che hanno già acquistato il prodotto nei giorni scorsi.

Listeria, richiamata tartare di bovino dai supermercati Lidl

Il primo caso di richiamo dai supermercati di queste ore riguarda un lotto di tartare di bovino adulto a marchio Lidl. Ci ha pensato lo stesso Ministero della salute a rivelare che la non conformità biologica emersa in occasione delle analisi di laboratorio. E si tratta nel dettaglio di contaminazione da listeria. Il lotto incriminato è facilmente riconoscibile perché si tratta di quello con numero 1071215 e scadenza 13 giugno 2019.

Il primo suggerimento è di non evitare il consumo di questo prodotti per evitare spiacevoli conseguenze per la salute. Il secondo è di restituire la tartare di bovino al supermercato Lidl dove è stata acquistata per il rimborso della cifra spesa o per la sostituzione con un altro prodotto.

Salmonella, ritirate le salsicce FBM

Come anticipato, non si tratta del solo caso di richiamo di carne in queste ore. Il secondo ritiro alimentare deciso dal Ministero della Salute riguarda infatti un lotto di salsicce a marchio FBM per via della presenza di salmonella. Si tratta di un prodotto destinato al consumo domestico, tenendo conto che è venduto in maniera sfusa. Anche in questa circostanza non mancano le indicazioni per identificare in maniera immediata il prodotto richiamato dai supermercati.

Il numero di lotto è il 33491 e la data di scadenza è il 26 giugno 2019. Ancora di più nel dettaglio, le salsicce sono state prodotte da F.B.M. Lavorazione Carni Srl nello stabilimento di via Trieste 17, a Calci, in provincia di Pisa.

Altri casi di carne richiamata in Italia

Non serve andare molto lontano per scoprire altri casi di richiamo di carne dai supermercato, come la tartare di Angus per la presenza del batterio Listeria monocytogenes. E prima ancora era stato il turno del diffuso salame Golfetta venduto anche nei supermercati Conad per via del rischio salmonella.

Dalla carne ad altri alimenti molto diffusi tra gli italiani il passo è breve perché nelle scorse settimane sono spariti dai supermercati lotti di insalata mista Capricciosa della Centrale del latte di Brescia spa, dolcetti marshmallow Sostak Skumtopp di Ikea, zucchero classico di Sudzuccheri, Gorgonzola Dop Dolce di Colle Maggio, di Igor blu, di Novarì, e di Bella Italia, Ragu di vitello top di Esselunga, Citterino di Giuseppe Citterio Salumificio spa, cannelloni di carne e lasagne di Esselunga.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il