4 errori da non commettere nella dieta: falsi miti

Consigli da seguire ed errori da commettere per evitare che una dieta fallisca: da non saltare i pasti a non esagerare con i condimenti

4 errori da non commettere nella dieta:

quatto errori non commettere dieta falsi miti

Alle soglie della bella stagione sono in tanti coloro che decidono di mettersi a dieta ma è bene sapere che per raggiungere i risultati sperati e che con tanti sacrifici si vogliono raggiungere non bisogna commettere errori. Quattro sono soprattutto gli errori individuati che si compiono inconsapevolmente quando si fa una dieta e che non permettono di dimagrire quanto si vorrebbe. Vediamo quali sono.

Non saltare i pasti: primo errore da non commettere

Capita spesso di pensare che meno si mangi e più si dimagrisca ma non c’è peggior convinzione di questa. Al contrario, invece, è bene sapere che saltare i pasti, soprattutto la colazione, è un grande errore e, infatti, tutte le diete prevedono almeno 5 pasti al giorno, e cioè colazione, spuntino mattutino, pranzo, spuntino pomeridiano, cena. Il consiglio è quello di fare tutti i pasti appena elencati senza saltarne uno.

Non bandire i carboidrati: secondo errore da evitare

Altro grandissimo errore da evitare è quello di bandire completamente il consumo di carboidrati. Non è vero, infatti, che i carboidrati, pasta e pane fanno ingrassare, perché è la quantità di calorie introdotte nell’organismo durante il giorno a contare.

No a condimenti esagerati: terzo errore da evitare

Occhio poi ai condimenti: nelle diete sono solitamente loro i killer del successo. I condimenti devono essere, infatti, usati con moderazione e bisogna evitare troppo zucchero, troppo sale, salse e altri condimenti troppo grassi. Il consiglio è quello di sostituire il sale e altri condimenti per esempio con spezie come curry o curcuma. E per diete equilibrate il consiglio è sempre quello di affidarsi agli esperti.

Prudenza sui cibi light: quarto errore da evitare

Altro consiglio per evitare che una dieta fallisca è quella di considerare con prudenza la dicitura light relativa ad alcuni cibi. In commercio, infatti, esistono diversi cibi che riportano sulla confezione la dicitura light e che ingannano il consumatore sul fatto che si tratti di alimenti meno calorici di altri. Spesso però i cibi cosiddetti light contengono le stesse quantità di calorie di quelli normali, per cui è errato considerare che essendo light se ne possono consumare in grandi quantità.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il