Dieta: frutti di stagione per dimagrire e stare in forma mele, uva, kiwi

Mele, kiwi, uva i migliori frutti di stagione alleati del benessere e della salute e utili per dimagrire: benefici e diete associate

Dieta: frutti di stagione per dimagrire

dieta benefici frutti mele kiwi uva dimagrire


L'uva, le mele e i kiwi sono i frutti di stagione, o almeno quellic he già adesso si trovano che si possono isnerire nella propria dieta e o nel normale regime alimentare che si segue con ottimi benefici per la propria salute, per dimagrire e stare in forma

Mele, kiwi e uva, la frutta di stagione autunnale che fa tanto bene al nostro corpo e aiuta anche a dimagrire, ideale per mantenere l’organismo pulito e in perfetta salute e anche per perdere qualche chiletto in più. Ma quali sono i benefici di mele, kiwi e uva?

Mele e benefici

Partendo dalle mele, il vecchio e caro detto ‘una mela al giorno toglie il medico di torno’ continua ad essere sempre molto attuale. La mela è poco calorica, contiene pochissime proteine e i grassi sono quasi assenti, contiene inoltre:

  1. la vitamina B1, che combatte inappetenza, stanchezza e nervosismo;
  2. la vitamina B2 che facilita la digestione, protegge le mucose della bocca e dell’intestino e rinforza capelli e unghie;
  3. il 2% di fibre tra cui la pectina, nota per i suoi numerosi benefici.

Il consumo di mele aiuta a tenere sotto controllo la glicemia, regolando quindi l’assorbimento degli zuccheri, è un ottimo rimedio contro la stipsi e, se consumate regolarmente, contribuiscono ad abbassare il colesterolo cosiddetto cattivo (LDL), aumentando quello buono (HDL).
Proprio per i loro benefici, le mele sono diventate protagoniste di una apposita dieta, ribattezzata, appunto, la dieta delle mele, spesso seguita per perdere peso in pochi giorni. Se una mela al giorno è ottima per contrastare problemi dentali e infiammazioni gengivali ed è anche un toccasana per l'apparato digerente e per chi ha problemi di digestione e infiammazioni al colon, per chi vuole dimagrire il consumo di mele dovrebbe essere superiore ad una mela al giorno che, ricca di fibre e povere di grassi e zuccheri, nell’apposita dieta diventa l’alimento base. La dieta delle mele può e deve essere seguita solo per qualche giorno, garantendo depurazione dell'organismo e prevede:

  1. per colazione due mele grattugiate, una tazza di tea o un caffè e dei cereali integrali;
  2. per lo spuntino di mezza mattina un succo di mela senza zucchero o una mela;
  3. per pranzo un piatto di riso bollito o di pasta conditi con verdure cotte e una mela bollita;
  4.  per lo spuntino del pomeriggio una mela o uno yogurt magro e senza zucchero.

Kiwi e benefici

Anche il kiwi è un frutto particolarmente ricco di vitamine che aiuta anche a dimagrire. Povero di sodio, ma ricco di potassio, il kiwi è fatto per l’84% di acqua, contiene circa il 9% di carboidrati e, per la restante parte del frutto, tracce di grassi e di proteine; è un frutto a basso contenuto calorico, e contiene:

  1. vitamina C, che rafforza il sistema immunitario;
  2. vitamina E, utile per proteggere il nostro corpo dalle conseguenze dell'invecchiamento dei tessuti;
  3. antiossidanti;
  4. fosforo;
  5. calcio;
  6. ferro;
  7. sodio;
  8. fibre vegetali utili per favorire il buon funzionamento dell'intestino.

L'elevata presenza di potassio (400 milligrammi ogni 100 grammi) rende il kiwi un frutto particolarmente utile per chi soffre di pressione alta, inoltre aiuta a proteggere l'organismo da malattie come il cancro e contribuisce a diminuire i livelli di colesterolo nel sangue e a regolare l'assorbimento degli zuccheri nel corso della digestione. Come nel caso delle mele, anche il kiwi è diventato principale protagonista di unna dieta, appunto del kiwi, da seguire anch’essa per pochi giorni e in grado di depurare l’organismo e aiutare a far perdere qualche chilo di troppo.

La dieta del kiwi, ipocalorica, prevede la prima colazione è uguale tutti i giorni, con thè con mezza arancia, spremuta o caffè d’orzo, 2 fette di pane d‘orzo, 2 cucchiaini di marmellata dietetica o un cucchiaino da caffè di miele con 3 kiwi e 1 bicchiere di ananas centrifugato, pranzo e cena che variano per ogni giorno della settimana prevedendo:

  1. lunedì, per pranzo 450 gr di frutta mista (no banane, uva e fichi), 1 frullato di 2 kiwi (senza latte), 1 tisana diuretica; a merenda: un arancio e 2 gallette di riso, tè o caffè non zuccherato; a cena, una insalatina di finocchi e pomodori, 150 gr di spiedino di pollo al curry con crema al kiwi, piatto abbondante di verdure bollite con qualche goccia di limone;
  2. martedì, per pranzo 100 gr di bresaola con 10 gr di grana e un’abbondante insalata mista, frullato dietetico con kiwi, tisana diuretica; per merenda due fette biscottate, 1 tazza di tè o caffè non zuccherato; per cena crema di zucca al profumo di cannella, 200 gr di branzino al vapore su crema al kiwi, 40 gr di pane integrale, coppa di insalata novella con aceto di mele;
  3. mercoledì, per pranzo 60 gr di spaghetti integrali con pomodorino pachino, un piatto di verdure cotte o alla griglia, frullato di kiwi, tisana diuretica; per merenda 125 gr di yogurt magro, tè o caffè non zuccherato; per cena 200 gr di petto di pollo ai ferri con insalatina di carote e finocchi, panna cotta con salsa di kiwi, 40 gr di pane azimo;
  4. giovedì, per pranzo 100 gr di ricotta con 200 gr di fagiolini e 2 pomodori, 2 kiwi e 1 pompelmo rosa, tisana diuretica; per merenda un pacchetto di crackers integrali, tè o caffè senza zucchero; per cena, passato di verdura al profumo di basilico senza patate né legumi, 200 gr di filetto di salmone al vapore o alla piastra con gocce di limone, 2 patate bollite;
  5. venerdì, per pranzo 50 gr di fusilli al tonno naturale , 200 gr di scarola e cetrioli, tisana diuretica; per merenda un cestino di fragole e kiwi, tè o caffè non zuccherati; per cena, vellutata di pomodoro con due cipolle bollite a spicchi, 150 gr di nasello con pomodorini a grappolo e capperi di Pantelleria, insalata mista;
  6. sabato per pranzo 50 gr di spaghetti di riso all’ortolano, 200 gr di insalatina novella, frullato di kiwi, tisana diuretica, per merenda un mela, per cena crema di zucchine, 150 gr di merluzzo al vapore al prezzemolo e limone, un piatto di verdure grigliate (melanzane, pomodori, peperoni, zucchine);
  7. domenica, per pranzo 50 gr di fusili con pomodorino pachino, 200 gr di insalata, macedonia di frutta con kiwi, tisana diuretica, per merenda 8 crackers, per cena vellutata di verdure, 150 gr di orata al vapore.

Uva e benefici

Al pari di mele e kiwi anche l’uva si rivela un ottimo alleato del benessere e della forma autunnale. Particolarmente ricca di zuccheri direttamente assimilabili (glucosio, levulosio, mannosio); contiene inoltre acidi organici, sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, iodio, silicio, cloro, arsenico), vitamine A, del gruppo B e C, tannini (nella buccia), polifenoli. L’uva è un’ottima alleata della nostra circolazione sanguigna e vanta proprietà antiossidanti che aiutano a proteggere il corpo dal cancro. Inoltre, il consumo di uva aiuta a prevenire:

  1. anemia;
  2. emicrania;
  3. insonnia;
  4. malattie cardiache, perché aumenta i livelli di ossido nitrico nel sangue, che ostacola la formazione di coaguli;
  5. malattie delle ossa, essendo fonte di micronutrienti come rame, ferro e manganese, importanti per la formazione e la forza delle ossa;
  6. aiuta a prevenire disturbi renali, contenendo un elevato quantitativo di acqua e aiuta ad eliminare l’acido urico presente nel corpo e ridurne l’acidità;
  7. prevede benefici per la pelle, grazie agli antiossidanti che danno maggior elasticità e bellezza alla pelle, avendo un effetto antirughe;
  8. problemi al cuore, perchè ricca di flavonoidi, antiossidanti naturali capaci di inibire la formazione dei radicali liberi dell’ossigeno (ROS) e dell’ossidazione del colesterolo cattivo-LDL, che hanno diverse proprietà sul nostro sistema cardiovascolare.

Il consumo di uva, grazie e proteine e sali minerali aiuta anche a perdere peso se ben inserita in una corretta alimentazione. E vi sono anche diversi benefici sia per uva bianca che per uva nera.
L’uva bianca, in particolare:

  1. contiene vitamine K e B1, importanti per preservare e irrobustire l’apparato osseo.
  2. contiene sali minerali, soprattutto alte percentuali di ferro e potassio;
  3. è ottima per la linea, avendo una grande percentuale d’acqua e pocchissimi zuccheri, nonostante sia molto dolce.

L’uva nera, invece:

  1. aiuta a sgonfiarsi, grazie all’alto contenuto di fibre;
  2. è un ottimo antiossidante, grazie soprattutto a quanto si trova nella sua buccia, tra polifenoli e resveratrolo, che contrastano l’invecchiamento cellulare;
  3. è un antivirale e antibatterico.

Ultime Notizie