Il decalogo salva-linea a Natale. Niente avanzi e digiuni. E diete per il prima e il dopo

Si può sopravvivere alle abbuffate natalizie e, soprattutto, si può anche resistere alle tentazioni attraverso poche, ma importantissime precauzioni. Bisogna stare attenti a mantenere l'equilibrio

Il decalogo salva-linea a Natale. Niente

Niente avanzi e niente digiuni forzati. Ecco il decalogo salva-linea per le festività natalizie


Niente paura. Quando Natale si avvicina, l’incubo dei chili di troppo inizia a far capolino in maniera sempre più insistente nelle notti immediatamente precedenti. Le festività natalizie effettivamente sono un banco di prova davvero impegnativo per quelli che tengono al proprio benessere fisico e alla propria linea. Ma si può sopravvivere alle abbuffate e, soprattutto, si può anche resistere alle tentazioni attraverso poche, ma importantissime precauzioni.

Per prima cosa è bene conoscere il decalogo salva-linea che consentirà di superare il Natale senza appesantirsi troppo. E poi è bene sapere che è inutile soffrire davanti ai lauti pasti e cene natalizie. Desiderare il cibo ha effetti a volte anche peggiori rispetto a quelli causati da una bella abbuffata. L’importante è darsi una regola ben precisa: niente avanzi e digiuni forzati, ma attenzione a mangiare in maniera regolare nei giorni per così dire ‘normali’ per riabituare l’organismo al suo ritmo regolare.

Il decalogo salva-linea a Natale

Vediamo allora in cosa consiste il decalogo salva-linea da seguire a Natale e a Capodanno per restare in forma e salvare il proprio aspetto fisico faticosamente raggiunto, magari con mesi e mesi di palestra:

  • Fermarsi a tre portate ed evitare, possibilmente gli antipasti.
  • Ridurre i carboidrati.
  • Limitare frutta e dolce.
  • Contenere l’alcol concedendosi un brindisi solo quando strettamente necessario
  • Tenete lo stomaco sempre in esercizio perché arrivare al pranzo o alla cena con lo stomaco vuoto rappresenta la peggiore delle condizioni per evitare le abbuffate.
  • Evitare di mangiare gli avanzi del giorno prima
  • Evitare di imporsi digiuni inutili che vi indurranno a prestazioni ancora più favolose a tavola a causa della fame accumulata.
  • Programmate la spesa evitando di utilizzare la carta di credito che non sempre è in grado far comprendere l’entità della spesa che si è appena fatta. Comprare lo stretto necessario per soddisfare l’appetito del numero dei commensali e non di un esercito, come spesso accade.
  • Utilizzare poco sale.
  • Bere molta acqua. L’acqua è il più potente diuretico, aiuta a sgonfiare e ad espellere l’acqua.

Niente avanzi e digiuni

Bisogna quindi tenere in considerazione che non sono le grandi abbuffate che si possono fare in uno o due giorni che possono creare problemi alla linea. L’organismo, infatti, tende a bruciare le calorie in eccesso e a rimanere stabile, cosa che non accade quando si inizia a magiare di più poco per volta. Né tantomeno che digiunare nei giorni immediatamente successivi porti dei benefici. Tutt’altro perché al contrario intensificano il senso di fame che probabilmente si tradurrà in mangiate ancora più corpose alla prima occasione giusta.

Bisogna tenere in considerazione le calorie ingerite, non esagerando e non bisogna nutrirsi solo di carboidrati, che stimolano il metabolismo molto meno di quanto non facciano le proteine. E ancora, è importante non avere costantemente il cibo sotto gli occhi, ma soprattutto bisogna evitare di mangiare gli avanzi.

Diete prima e dopo, anche solo per disintossicarsi

Per quanto riguarda sia il prima che il dopo, possiamo consigliarvi tutta una serie di dieta, o meglio di regimi alimentari da tenere, sempre, comunque, con grande attenzione e senza mai esagerare. Sono per tutti , sia sportivi che non, anche semplicemente per hi si vuole disintossicarsi sempre con rimedi naturali. Li trovate in questa pagina







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il