Gas rinnovabile, ecco quanto l'Europa può risparmiare e oltre per Ecofys

Gas rinnovabile, la sfida dell'Ue. Secondo uno studio sarebbe di circa centoquaranta miliardi il risparmio annuo che l'Europa potrebbe mettere a segno semplicemente utilizzando il gas rinnovabile

Gas rinnovabile, ecco quanto l'Europa pu

L'Europa può risparmiare 140 miliardi di euro l'anno e inquinare meno. C'è una soluzione molto concreta e a portata di mano


Circa centoquaranta miliardi di euro l’anno. Questo è il risparmio, in termini economici, stimato da uno studio del consorzio Gas for Climate che riunisce sette aziende europee attive nel trasporto di gas naturale (Snam, Enagás, Fluxys, Gasunie, GRTgaz, Open Grid Europe e TIGF, Consorzio Italiano Biogas ed European Biogas Association), nel caso in cui l’Ue decidesse di alimentare il tessuto produttivo, per quel che è possibile e senza rinunciare alle infrastrutture già esistenti, con gas rinnovabile, cioè quel gas prodotto con fonti energetiche rinnovabili. Ma ovviamente quello economico è solo un aspetto perché il gas rinnovabile, potrebbe essere il grimaldello giusto anche per ottenere risultati concreti e davvero importanti per quel che riguarda l’abbattimento delle emissioni dannose per l’ambiente entro il 2050. E allora vediamo più da vicino quanto l’Europa può risparmiare sia in termini economici che di inquinamento ambientale.

Gas rinnovabile quanto l'Europa può risparmiare

Il gioco è semplice e ruota intorno alla possibilità, ampiamente trattata dal report in questione, di aumentare la produzione di gas rinnovabile portandola a un totale di centoventi miliardi di metri cubi annui ed oltre entro il 2050. Per gas rinnovabili si includono sia l’idrogeno rinnovabile sia il biometano. Proprio il biometano può essere l’elemento chiave in grado di risolvere se non in toto, almeno in gran parte, il problema del gas per riscaldare gli edifici, produrre elettricità andando a completare il panorama insieme all’energia eolica e solare e, infine, anche alimentare i trasporti pesanti sia a terra sia in mare. Tutto questo, ovviamente, si traduce in un risparmio in termini economici non trascurabile. L’Europa può risparmiare infatti circa centoquaranta miliardi di euro entro il 2050.

Risparmio gas rinnovabile per Ecofys

Il risparmio che deriverebbe da un potenziamento della distribuzione di gas rinnovabile per Ecofys verrà destinata al riscaldamento degli edifici e alla generazione elettrica. Il beneficio principale, spiegano gli autori dello studio è da ricercare nel fatto che in questo modo si potranno evitare i costi legati alla costruzione e alla gestione di impianti energetici necessari a soddisfare i picchi di richiesta di elettricità. Il secondo caposaldo su cui il risparmio si regge è un vero e proprio messaggio presente nel report, che si fatica a condividere, e cioè quello di non interrompere gli investimenti in infrastrutture per il gas in Europa, perché saranno utili per la transizione low carbon nel lungo termine. Viste le società presenti nel consorzio questo punto non sorprende.