Efficacia omeopatia, studio importante ritirato. Dati falsi scoperti da italiani

Quanto è davvero efficace la cura omeopatica: recente articolo ritirato per dati falsati. Un gruppo di ricercatori italiani ripete test

Efficacia omeopatia, studio importante r

Efficacia omeopatia studio ritirato dati falsati

Le cure omeopatica negli ultimi tempi sono diventate per moltissimi un valida alternativa alle cure farmaceutiche tradizionali e tutti coloro, che tra l'altro non sono pochi, scettici nei confronti delle medicine tradizionali si rifugiano ormai nell'omeopatica per la cura di tutto. Ma l'omeopatia rappresenta davvero una cura efficace?

Efficacia omeopatia: articolo ritirato per dati falsati

Stando a quanto emerso da un recente studio l'efficacia dell'omeopatia non avrebbe prove poi così concrete tanto che un articolo pubblicato nel settembre del 2018 che sosteneva l’efficacia dell’omeopatia per la cura del dolore è stato ritirato dalla rivista Scientific Reports a causa di dati falsati.

Secondo quanto riportato dall’articolo, gli effetti del principio attivo della gabapentina e di una sostanza omeopatica molto diluita sarebbero equivalenti nella cura del dolore in ratti con problemi al sistema nervoso periferico ma secondo un gruppo di ricercatori italiani l’articolo riporterebbe dati inesatti sia dal punto di vista sperimentale e metodologico, sia per quanto riguarda le conclusioni, considerate ingiustificate.

Proprio per confutare quanto riportato nell’articolo, i ricercatori italiani hanno effettuato ulteriori analisi e il risultato, stando a quanto riportano le ultime notizie, è che gli autori avrebbero falsato i dati riportati nell’articolo, motivo per cui ne è stato disposto il ritiro. E’ come aver dichiarato il falso sull’efficacia di un prodotto.

Dati falsati su efficacia omeopatia: lo studio

Lo studio riportato sull’articolo ritirato voleva dimostrare che il Rhus tox, considerato un ottimo anti-infiammatorio e analgesico alternativo ai medicinali tradizionali, se molto diluito, sarebbe molto efficace sulle cavie da laboratorio, garantendo lo stesso effetto del principio attivo Gabapentin, molto efficace.

La medicina omeopatica si basa, infatti, proprio sulla diluizione, in cui il prodotto con principio attivo viene diluito in flaconi separati, con operazioni successive. I risultati hanno, però, destato dubbi e incertezze nei ricercatori italiani che hanno ripetuto i test proprio per accertarsi che fosse stata riportata la verità sull’efficacia dell’omeopatia e a test rifatti, poi, come volevasi dimostrare, i valori sono risultati assolutamente diversi, segno che gli autori dell’articolo pur di sostenere quanto l’omeopatia sia efficace hanno in realtà falsato i dati.

E questa vicenda potrebbe rappresentare una conferma a quanto sostengono tutti coloro che non credono che l’omeopatia sia realmente efficace. Eppure così non è: vi sono casi in cui è stato dimostrato che ricorrere all’omeopatia può rivelarsi una soluzione efficace.

E’ il caso di cure di sintomi lievi, come possono essere raffreddori o sinusiti che possono avvalersi di cure omeopatiche a base di erbe e piante, non certo, e lo sottolineiamo, cure valide per patologie ben più importanti come i tumori, considerando che negli ultimi tempi sono diversi coloro che predicano le cure omeopatiche per guarire da cancro e tumore. Nulla di assolutamente più falso può essere questa affermazione. Per la cura di queste malattie bisogna ricorrere solo ed esclusivamente alle cure tradizionali di chemio e radio.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il