Fitness, importante allenare la mente e lo fa il 37%. E il web è la palestra migliore

Andrebbero ridotte le ore trascorse davanti alla televisione e aumentate quelle davanti a un libri. Meglio ancora sarebbe mettersi alla prova con l'enigmistica o il sudoku.

Fitness, importante allenare la mente e

Fitness: il cervello in una palestra


Allenare il corpo e la mente, per stare bene con il corpo e la mente. Gli antichi romani erano già giunti a queste conclusioni e non è da meraviagliarsi che anche la moderna scienza lo confermi. E la palestra di allemento l'abbiamo davvero alla portata, ovvero il Web e Internet.

Arriverà un giorno, forse, in cui gli italiani dedicheranno maggior tempo alla cura del cervello insieme quella per il corpo. O almeno i due aspetti si equivarranno. Perché i dati aggiornati raccontano come il 37% stia attento alla mente contro un 60% che invece dedica tempo, energie e soldi alla palestra. Ma che le cose possano cambiare emerge dalla stessa ricerca Swg per Novartis nel contesto della terza edizione dell'iniziativa Brainzone ovvero il progetto dedicato alla sensibilizzazione della cura del cervello e sulle patologie neurologiche. Sono infatti le nuove tecnologie via web che propongono i modi - istruttivi, divertenti e salutari - per mantenere in forma il cervello. Insomma, con pochi click è possibile ottenere più risultati nell'ottica di rafforzare o comunque mantenere le potenzialità della testa.

Più tempo alla cura del corpo, meno alla testa

Alla base della pigrizia diffusa tra gli italiani c'è forse un po' di ignoranza. Non tutti sanno o comunque se ne rendono sufficiente conto che il cervello ha bisogno di essere allenato per rendere al meglio. Significa che andrebbero ridotte le ore trascorse davanti alla televisione e aumentate quelle davanti a un libro. Meglio ancora sarebbe mettersi alla prova con l'enigmistica o il sudoku, quella scacchiera in cui inserire i numeri secondo le regole. Nulla di complicato, anche perché esistono tanti livelli di difficoltà. E poi, quando si esce, il tempo investito a teatro o a visitare musei non è mai sufficiente. Ebbene, tutte queste attività rappresentano preziosi allenamenti per il cervello. E la ricerca riferisce che solo la parte minoritaria del Paese dedica il proprio tempo libero a stimolare e rafforzare la mente.

A differenza di quanto credono gli italiani, non è affatto vero che il cervello sia responsabile solo della comprensione del linguaggio e del controllo delle emozioni. E pochi si rendono conto che prendere una pausa da smartphone, tablet e TV sia una vero e proprio toccasana. In tanti credono che basti la lettura per allenare il cervello, ma evidentemente non basta. Due precisazioni sono indispensabili. In prima battuta, non solo le sole attività benefiche per il cervello perché un ruolo decisivo è svolto anche dall'alimentazione (equilibrata). In secondo luogo, a essere coinvolti sono tutti. Soprattutto i giovani: meglio iniziare da subito per attivare nuove connessioni e aree del cervello poco utilizzate. E poi non è mai troppo tardi per contrastare i processi neurodegenerativi e la perdita di volume cerebrale per via dell'invecchiamento.

Allenare il cervello con il web

Si accennava alle possibilità offerta dal web. Ebbene il progetto Brainzone (con tanto di omonimo sito) passa da Brain Power ovvero uno spazio online dove allenare le funzionalità cognitive. Sulla piattaforma web sono presenti le aree dedicate Train your Brain per la stimolazione del cervello tramite giochi ed esercizi di logica; Relax your Brain per sperimentare tecniche di rilassamento e di yoga per rigenerarsi e controllare lo stress, “Feed your Brain con consigli nutrizionali sugli corretti.

Ultime Notizie