Igiene orecchio: come si pulisce?

I modi per pulire al meglio le orecchie senza danneggiarle e gli errori da evitare. I consigli degli esperti e cosa sapere

Igiene orecchio: come si pulisce?

Igiene orecchio come pulire meglio

Le orecchie sono una parte del corpo non particolarmente esposta come le mani o il viso che immediatamente si notano ma comunque ben visibile e da tenere pulite costantemente, anche se a volte può risultare difficile.

E’ bene, tuttavia, sapere che pulire regolarmente le orecchie, pur sembrando assurdo, non fa bene perchè, come spiegato dagli esperti, metterebbe a rischio l’udito, soprattutto considerando anche che le orecchie sono autopulenti poiché i residui da eliminare tendono ad uscire naturalmente.

Quali sono, dunque, gli errori da evitare per non far male alle proprie orecchie e i modi per pulirle al meglio?

Igiene delle orecchie: come pulirle al meglio

Quando si lavano le orecchie l’intento è quello rimuovere il cerume con ogni tipo di mezzo, ma è bene non pensarla così, altrimenti si corre il rischio di intaccare i timpani o ferire le pareti interne all’orecchio poiché la pelle in quella zona del corpo è molto sottile. Il cerume protegge il canale uditivo, lubrificandolo. Qual è, dunque, il mondo migliore per pulire le orecchie senza danneggiarle?

E’ bene sapere, come sopra accennato, che le orecchie si puliscono da sole e il semplice movimento della mandibola favorisce l’eliminazione naturale del cerume mentre alcuni microscopici peli innescano una azione di self-cleaning per portare le particelle di sporcizia dall’interno all’esterno del canale uditivo. Se, però, questi sistemi di autopulizia non dovessero bastare, per pulire al meglio le orecchie è necessario per prima cosa evitare di usare il tanto caro cotton fioc.

Non solo, infatti, il cotton fioc rischia di non togliere ma spingere ancora il cerume all’interno dell’orecchio, ma rischia di fare anche altri danni interni all’orecchio. Gli esperti consigliano di provvedere all’igiene delle orecchie come si lavano le mani o il viso, con acqua, preferibilmente molto calda, che scioglie l’eventuale cerume.

Altro sistema per pulire al meglio le orecchie potrebbe essere quello di usare un prodotto specifico, appositamente consigliato che non rischia di far alcun danno.

Pulizia delle orecchie: gli errori da evitare

Esistono, dunque, una serie di errori che dovremmo evitare di commettere quando si tratta di pulizia delle orecchie. Innanzitutto, come sopra detto, meglio evitare cotton fioc e preferire altri sistemi per la pulizia interna dell’orecchio, perché la punta regina del cotton fioc può danneggiare pelle, timpani e pareti interne.

Evitare l’uso di oggetti appuntiti, come unghie, aghi da cucito, chiavi, perché le superfici taglienti e appuntite potrebbero avere gli stessi effetti negativi del cotton fioc e far male alla parte dell’interna dell’orecchio e poi, per quanto riguarda le candele per orecchie, che vengono spesso utilizzate per pulirle, è bene sapere che sono infiammabili e che possono far perdere l’udito se usate nel modo sbagliato. Meglio, dunque, non commettere l’errore di usarle.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il