Le 44 aree più a rischio per la salute in Italia per inquinamento. Ecco la lista

Da Trieste e Bolzano a Taranto, Matera, Brindisi e Messina: quali sono le aree più inquinate di Italia e rischiose dove vivere

Le 44 aree più a rischio per la salute i

lista aree rischio salute Italia inquinamento lista

Secondo il Ministero della Salute, sono 44 le aree italiane più inquinate e a rischio per la salute. Sarebbero aree in cui gli abitanti, stando alle ultime notizie, avrebbero maggiori possibilità di ammalarsi. Vediamo quali sono.

Aree più inquinate di Italia: quali sono al Nord e al Centro

Secondo il dossier del giornalista Gianni Lannes, sono 44 le aree del Paese inquinate oltre ogni limite di legge e in quelle più contaminate i tumori sono aumentati anche del 90% in soli dieci anni e sono sei milioni circa le persone esposte a rischio malattie. Aumentano anche, come confermano le ultime notizie, i casi di cancro alla tiroide e tumore alla mammella, causati da metalli pesanti e ioni radioattivi.

Tra le 44 aree più inquinate di Italia e rischiose per la salute umana ci sono: Balangero in provincia di Torino; Casal Monferrato, Serravalle Scrivia e Saliceto in provincia di Alessandria; Emarese in provincia di Aosta; Piedimulera, Pieve Vergonte e Vogogna in provincia di Verbania, Cusio, Ossola; Cengio in provincia di Savona; Arenzano e Cogoleto in provincia di Genova; Pitelli in provincia di La Spezia; Brescia; Trieste; Massa Carrara; Livorno e Piombino, in provincia di Livorno.

E ancora: Sesto San Giovanni, Cerro al Lambro, Pioltello in provincia di Milano; Broni in provincia di Pavia; Laghi di Mantova; Bolzano, dove si trova un grande impianto per la produzione di alluminio e di magnesio; Trento Nord, dove si trova una industria chimica da tempo nel mirino di discussioni; Venezia Porto Marghera; Laguna di Grado e Marano in provincia di Udine; Fidenza in provincia di Parma; Sassuolo in provincia di Modena; Scandiano in privincia di Reggio Emilia; Terni; Orbetello in provincia di Grosseto; e i Comuni di Anagni, Colleferro, Ferentino, Gavignano, Morolo, Paliano, Segni, Sgurgola e Supino.

Aree più inquinate di Italia: quali sono al Meridione

Spostandoci verso il Sud, tra le aree più inquinate di Italia e rischiose per la salute umana vi sono: i Comuni del Litorale domizio flegreo e Agro aversano in provincia di Caserta e Napoli, come Acerra, Aversa, Caivano, Casal di Principe, Castel Volturno, Mondragone, Pozzuoli, Santa Maria Capua Vetere, Saviano, dove vi sono diversi casi di tumore polmonare e dello stomaco negli uomini; i Comuni del Litorale vesuviano di Napoli; Tito in provincia di Potenza; i Comuni di Val Basento in provincia di Matera, dove sono presenti diverse tipologie di impianti: chimico e di produzione di manufatti in cemento-amianto.

E ancora: Manfredonia in provincia di Foggia e Monte Sant’Angelo, dove vi sono impianti chimici e discariche che sarebbero stati causa di tumore dello stomaco e dell’apparato respiratorio; Bari, dove risulterebbe un eccesso di mortalità per tutti i tumori e malattie dell’apparato respiratorio per la presenza della Fibronit, stabilimento di cemento-amianto; Taranto, dove la presenza dell’Ilva ha letteralmente fatto precipitare la situazione della città tra massimo inquinamento e morti per ogni genere di tumori che hanno colpito e colpiscono grandi e più piccoli.

E ancora: Brindisi; Crotone-Cassano-Cerchiara in provincia di Cosenza; Milazzo e San Filippo del Mela in provincia di Messina; Biancavilla in provincia di Catania; Priolo in provincia di Siracusa; Gela in provincia di Caltanissetta; Porto Torres in provincia di Sassari; i Comuni in Sardegna di Arbus, Assemini, Buggerru, Calasetta, Capoterra, Carbonia, Carloforte, Domus de Maria, Domusnovas, Fluminimaggiore, Giba, Gonnesa, Gonnosfanadiga, Guspini, Iglesias, Masainas, Musei, Narcao, Nuxis, Pabillonis, Perdaxius, Piscinas, Portoscuso, Pula, San Gavino Monreale, San Giovanni Suergiu, Santadi, Sant’Anna Arresi, Sant’Antioco, Sarroch, Siliqua, Teulada, Tratalias, Uta, Vallermosa, Villa San Pietro, Villacidro, Villamassargia e Villaperuccio, Comuni dove soprattutto nei bambini si riscontrano problemi di asma e sintomi ostruttivi e bronchitici,

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il