Malattie reumatiche e possibile relazione con il cancro da recenti studi scientifici

In Italia si calcola che la popolazione che soffre di malattie reumatiche si aggiri intorno ai 5 milioni di persone che dovranno monitorare attentamente il decorrere di questa pericolosa patologia

Malattie reumatiche e possibile relazion

Nuovi studi fanno sapere che potrebbe esserci una relazione tra malattie reumatiche e cancro. Ecco le novità


La scienza medica non è una materia statica. Si aggiorna e per fortuna si direbbe. Le ultime novità in materia di malattie reumatiche è di quelle che non lasciano di certo indifferenti. Una possibile relazione con il cancro è stata evidenziata infatti da recenti studi.

Una notizia che fa salire la guardia per chi soffre di questi fastidi ma fino ad oggi non aveva mai pensato che potessero esserci aspetti così pericolosi. In Italia ci calcola che la popolazione che soffre di malattie reumatiche si aggiri intorno ai cinque milioni di persone che a questo punto dovranno, se queste notizie verranno confermate anche dopo gli appositi approfondimenti, monitorare attentamente il decorrere dei fastidi reumatici.

Tra le altre cose, al di là di queste novità, le malattie reumatiche sono state sempre sottovalutate e mai nessuno, forse, ha preso in considerazione il dato che due terzi di quelli che ne soffrono hanno problemi a condurre una vita quotidiana ‘normale’. Mentre un quinto, addirittura, ha difficoltà a procurarsi i farmaci necessari. Vediamo nel dettaglio quale può essere la possibile relazione con il cancro delle malattie reumatiche. Novità evidenziate da recenti studi scientifici.

Malattie reumatiche possibile relazioni con il cancro

Abbiamo detto che in Italia, secondo le ultime statistiche disponibili sarebbero ben cinque i milioni di cittadini italiani che soffrono di malattie reumatiche. Un numero davvero impressionante, che purtroppo, sembra in crescita. Anche perché solo chi soffre di malattie reumatiche può testimoniare come la vita, da un giorno all’altro, cambi da così a così.

Le abitudini della vita quotidiana vengono sconvolte dall’arrivo di una patologia che spesso non si mostra se non quando può essere troppo tardi per correggerne gli aspetti fastidiosi. Si pensi che circa un terzo delle persone che iniziano ad accusare di questi fastidi, sono costretti ad abbandonare il proprio lavoro. La quasi totalità, invece, ha sacrificato molte delle proprie relazioni sociali per i dolori e i fastidi causa di queste patologie. Insomma, non riconoscere alle malattie reumatiche lo status di patologia invalidante è davvero pericoloso in un Paese dove l’attenzione per la salute non sempre viene espressa nel migliore dei modi.

I nuovi studi in corso dimostrano anche c’è addirittura una difficoltà, dei pazienti affetti da malattie reumatiche a procurarsi i farmaci necessari. Cosa che, guarda caso, riguarda soprattutto le regioni meridionali con in testa Sicilia e Calabria. Il Servizio Sanitario Nazionale, non prevede l’erogazione gratuita di farmaci necessari per la cura di queste patologie. Il diciannove per cento dei pazienti dichiara addirittura di non riuscire proprio a procurarsi i farmaci per le proprie terapie.

Recenti studi per malattie reumatiche

Ma cosa sono nello specifico le malattie reumatiche? Forse molti ne parlano, ma pochi ne conoscono gli effetti e anche la genesi di queste patologia. Si tratta in pratica di malattie che colpiscono l’apparato locomotore e i tessuti connettivi del corpo umano. Evidentemente le ripercussioni sulla vita quotidiana sono notevoli, anche se poco valutate almeno fino a questo momento. Molti sono addirittura stati costretti ad abbandonare il proprio posto di lavoro.

Ancora di più quelli che hanno dovuto subire pesanti conseguenze sulla rispettiva vita sociale. Ma c’è di più. Recenti studi hanno messo in evidenza anche una correlazione che vale per le malattie reumatiche con la possibilità dell’insorgenza di malattie neoplastiche. Malattie diverse ma cause comuni. Intestino, cuore, rene e polmoni sono gli organi che più spesso vengono interessati da queste patologie. Il sintomo più comune è il dolore e la conseguenze limitazione della funzione. Chi ne viene colpito dovrà quindi fare maggiore attenzione.

Ultime Notizie