Materassi trovati con sostanze cancerogene. Ecco dove e quali scoperti

Il danno per la salute potrebbe essere grave. E se la Svizzera ha adottato misure che vietano la continuazione della produzione fino a quando il mistero non verrà chiarito, l’Italia nicchia ancora

Materassi trovati con sostanze canceroge

Materassi con sostanza cancerogena in vendita? E' successo anche questo. Leggi per saperne di più

Non si fermano gli allarmi per sostanze pericolose che sono trovate all'interno di prodotti. Questa volta è il caso dei materassi.

Cosa vi ricordano frasi come “Il materasso è la felicità”. O ancora “Il materasso è il massimo che c’è”. No, non è un incitamento al riposo. Piuttosto, ma questo forse solo i più grandicelli possono ricordarlo o ne sono a conoscenza, sono alcune frasi di una delle canzoni cult che hanno reso immortale un programma come Quelli della notte. Renzo Arbore, Nino Frassica e tanti, tantissimi personaggi che dopo quell’esperienza davvero entusiasmante spiccarono il volo verso il successo.

Un’altra Italia, un altro mondo verrebbe da dire. Dove il materasso rappresentava un’oasi di felicità. Il luogo dove poter appoggiare il peso della giornata e della vita e concedersi, senza preoccupazione alcuna, il meritato, dolce, leggiadro riposo. Discorso che varrebbe anche oggi se non fosse stata divulgata un’altra notizia da togliere il respiro. Sono stati trovati alcuni materassi con una sostanza cancerogena, messi in vendita per errore in Germania.

Materassi avvelenati per errore in Germania

Proprio la locomotiva dell’Europa, quelle Germania che dovrebbe spingere in avanti, vista la propria forza economica, l’Europa è invece la patria di questo incidente. I materassi avvelenati per errore, infatti, sono stati prodotti proprio in Germania dove si sta cercando di capire come sia potuta succedere una cosa del genere. L’ipotesi che sta acquistando sempre più forza è quella di un incidente verificatosi durante la delicata fase di sintesi del diisocianato di Toluene (Tdi) una sostanza cancerogena che si usa per fabbricarli. Sarebbero migliaia i materassi che presenterebbero questo problema. E il danno per la salute umana potrebbe essere davvero ancora più grave. E se la Svizzera ha subito adottato misure che vietano la continuazione della produzione fino a quando il mistero non verrà chiarito, l’Italia nicchia come al solito.

Materassi con sostanza cancerogena venduti

L’incidente che è alla base dell’emergenza dei materassi con la sostanza cancerogena venduti sarebbe avvenuto dunque negli stabilimenti dell’azienda tedesca Basf, una delle più grandi aziende chimiche che esistono al mondo. Si sarebbe trattato, anche se si sta facendo ancora chiarezza sulle cause, della errata sintesi del diisocianato di toluene (Tdi) che avrebbe mostrato valori troppo alti della concentrazione di diclorobenzene. Sostanza cancerogena.

Mentre la notizia è ancora avvolta dal mistero e tra l’altro in Italia non se ne sente affatto parlare nonostante che la Svizzera e tanti altri paesi abbiano obbligato a sospendere la produzione di questi materassi per motivi ovviamente di sicurezza, si comincia a ragionare sui danni che potrebbero esserci per la salute umana. Ma non si conosce ancora l’entità del danno visto che non è stata ancora certificata la quantità di questi materassi con la sostanza cancerogena venduti. Di certo, come hanno confermato alcune timide prime ammissioni, la correlazione con eventuali rischi per la salute non è affatto immaginaria.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il
Ultime Notizie