Brioche ritirate dagli scaffali per pericolo plastica. I 3000 cibi da evitare

Ancora il ritiro di un lotto di prodotti alimentari. Questa volta è toccata alla linea di prodotti più salutari Ecor, a base di farina integrale macinata a pietra, di NaturaSì

Brioche ritirate dagli scaffali per peri

Brioche Ecor alla farina integrale ritirate


Ben tremila gli alimenti inseriti dalla blacklist di Coldiretti a cui si aggiungono i 200 casi di lotti ritirati dagli scaffali dei supermercati. Ultimo caso quelle delle brioche vuote e ripieni Ecor di NaturaSì.

Ben 200 casi solo negli ultimi 2 mesi di lotti ritirati. Questa volta spetta a NaturaSì che ha ritirato due lotti di brioche Ecor vuote e ripieni di marmellata di albicocca in quanto potrebbero contenere delle parti di plastica dura. A questo problema, si aggiunge la lista di 3000 alimenti che Coldiretti sconsiglia di acquistare perchè dannosi per la salute.

Richiamate brioche dal commercio per presenza di pezzi di plastica al loro interno. Al momento la decisione è stata presa da Naturasí. Ma è emergenza alimentari generale visto i tanti dell'ultimo periodo. 

Il passaggio da cibo di qualità a cibo da evitare è spesso breve, brevissimo. Basta un errore che la casa produttrice deve ritirare interi lotti. Sono 100 i casi negli ultimi 2 mesi, questa volta è spettato a NaturaSì.

Richiamo di due lotti da parte di NaturaSì del marchio di brioche Ecor. Il problema risiede nella possibilità di presenza di frammenti di plastica dura nelle brioche di farina integrale macinata a pietra e in quelle ripiene di albicocca sempre con farina integrale a pietra. Si possono riconoscere facilmente dalla data di scadenza consigliata, ovvero i lotti che scadono il 3 Marzo 2018.

Si consiglia pertanto di riportarle al punto vendita in cui sono state acquistate, anche senza scontrino e chiedere un rimborso o la sostituzione.

La blacklist dei 3.000 alimenti da evitare per Coldiretti

E poi gli oltre 3mila prodotti nela lista aggiornata della Coldiretti assolutamente da evitare, a cui sono stati aggiunti ora 14 prodotti, alcuni anche diffusi nelle nostre tavole visti in questo articolo

Alimenti infetti, sono oltre 100 negli ultimi 2 mesi

Ci sono stati almeno 100 alimenti infetti e contaminati in Italia negli ultimi due mesi, due mesi e mezzo circa dal formaggio con muffe e pesticidi, a dei vini con il rame, a pollo e pancetta con salmonella, all'acqua in bottiglia fino ad arrivare al caso ecclatante delle uova con Fipronil che sono state le uiche a migliaia, oltre diecimila prodotte qui e nei Paesi Bassi. Ma anche il resto degli alimenti o frutta e verdura contaminati sono stati fatti e venduti in Italia e fortunatamente sono stati bloccati ancora in piccole quantità. Ma la situazione ha fatto scattare una vera emergenza spiegata in questo articolo,

Salute umana: allarme pesticidi

Ma ci sono due allarmi molto gravi che riguardano la filiera alimentare di cui abbiamo parlato questa settimana. Il primo riguarda i pesticidi che sono utilizzati a livelli altissimi e possono provocare cancro e ulteriori malattie gravi e meno gravi secondo le rierche scientiifiche e la cui presenza nel corpo umano tra cui anche quello degli italiani cresce a dismisura. E ne abbiamo parlato questa settimana in questo articolo




Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il