Cubetti pancetti con salmonella continua ritiro come uova. E bottiglie acqua minerale in Europa

Continuano nel nostro Paese i ritiri di uova e pancetta contaminate. Attese per ritiro di bottiglia di acqua minerale con batterio

Cubetti pancetti con salmonella continua

Ritiro italia uova pancetta bottiglie acqua europa

Ormai l'uomo deve difendersi, per salvaguardare la propria salute, da tutto. Anche, o forse soprattutto, dai cibi e dalle bevande che si consumano durante una normale giornata. Dopo l'acqua minerale contaminata con plastica, ecco le tracce di salmonella nella pancetta. Fatto che ha spinto il Ministero della Salute a inviare un avviso di richiamo di due lotti di pancetta a cubetti di un'azienda alimentare.

Uova contaminate da Fipronil, pancetta con tracce di salmonella, acqua minerale in bottiglia contaminata da un batterio: le ultime notizie sulla diffusione di alcuni prodotti alimentari nel nostro Paese non sono certo rassicuranti. Al contrario, hanno fatto scattare allerte e controlli tanto da arrivare a ritiri dal mercato delle stesse merci, uova e pancetta, e a far scattare indagini capillari.

Il caso delle uova contaminate

Partendo dalle uova contaminate dall’antiparassitario Fipronil, dopo i casi di Roma, Viterbo e Acilia, continuano a registrarsi in Italia nuovi casi di uova contaminate. L'ultimo sempre nel Lazio e la Procura ha aperto un'inchiesta. A far scattare l'allarme, stando a quanto riportano le ultime notizie, la presenza nella pasta all’uovo di Fipronil. La contaminazione è stata scoperta durante un controllo casuale in un locale su un campione di pasta e i successivi esami hanno confermato il superamento dei limiti previsti dalla legge. Nonostante, come sottolineato anche dagli esperti, i rischi per la salute dell’uomo siano contenuti, giacchè i problemi potrebbero sorgere solo se si mangiassero chili di pasta ogni giorno, si punta comunque a togliere subito dal mercato eventuali prodotti contaminati per evitare ogni conseguenza.

Il caso delle uova contaminate dal Fipronil era esploso lo scorso 10 agosto quando fu scoperta la contaminazione di un lotto di uova in Belgio e Olanda, facendo scattare controlli in tutti i Paese importatori di uova dai precedenti. In Italia si sono registrati casi, come detto, a Milano, Roma, Viterbo, Acilia, Ancona e sono stati migliaia i sequestri di uova avvenuti.

Le autorità competenti hanno assicurato che le uova contaminate dall’antiparassitario Fipronil, termine usato per indicare il fluocianobenpirazolo, che agisce sul sistema nervoso centrale degli insetti che ne entrano in contatto, particolarmente pericoloso anche per l’uomo, non arriveranno sulle tavole dei consumatori. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il Fipronil sarebbe ‘moderatamente tossico’ e se assunto in piccole quantità i suoi effetti si limitano a dolori addominali, nausea e vomito, mentre assunto in dosi maggiori,può causare danni ai reni, al fegato e alla tiroide. Ma meglio sarebbe di certo evitarne del tutto l’assunzione. Al momento, l’Italia risulta tra i quindici Pasi in cui sono state commercializzate le uova al Fipronil.

Stando a quanto reso dal Ministero per l’agricoltura francese, sarebbe stata anche aggiornata la lista con i 20 prodotti messi in commercio in Francia contenenti fioroni, soprattutto gaufre e tortine frangipane fabbricate in Belgio e Olanda e in particolare le gaufre del marchio Les Trouvailles de Lucile e i dolci al frangipane di Lotus. Questi prodotti si aggiungono alla prima lista di prodotti da controllare che comprendeva 17 prodotti targati Carreforu, Leclerc, Intermarchè, Casino, Leader Price, Franprix, Système U e Monoprix commercializzati dal 23 giugno.

Il caso della pancetta contaminata

Ritiri in corso in tutti i supermercati di Italia anche per confezioni di pancetta a cubetti che, da quanto scoperto, conterrebbero tracce di salmonella. Secondo le ultime notizie, il Ministero della Salute avrebbe deciso di richiamare due lotti di pancetta a cubetti a marchio Valtidone Industria Alimentare, prodotto dal Salumificio Pianellese Srl. In particolare, secondo quanto reso noto dallo stesso Ministero, i prodotti interessati sono i cubetti di pancetta affumicata con numero di lotto L5575 e scadenza 4 novembre 2017 e i cubetti di pancetta dolce, con numero di lotto L5576 e scadenza al 3 novembre 2017. I prodotti sono commercializzati in confezioni da 160 grammi (80×2) e 100 grammi (50×2). Alcune analisi di laboratorio hanno evidenziato la presenza di due tipi di salmonella nei due prodotti: la Salmonella Typhimurium e Salmonella Derby, che possono causare gastroenteriti.

Acqua minerale in bottiglie sequestrata in Europa

Dopo uova e pancetta potrebbero scattare anche nostro Paese ritiri di bottiglia di acqua minerale di una specifica marca non ancora resa nota. Stando, infatti, a quanto riportano le ultime notizie, in altri Paesi europei sarebbero già scattati ritiri di acqua minerale in bottiglia che sarebbe risultata contaminata da un batterio. Il ministero della Salute ha inviato una comunicazione al sistema di allerta rapido europeo (Rasff) per il ritiro dal mercato italiano di una marca di acqua minerale naturale che sarebbe risultata contaminata dal batterio Pseudomonas aeruginosa, considerato particolarmente virulento e pericoloso per soggetti immunocompetenti.

Nonostante le infezioni da Pseudomonas aeruginosa non siano particolarmente pericolose, è bene considerare che comunque rappresentano come la decima causa di morte al mondo, per cui meglio evitare di contrarre questa infezione. Di certo si sa che lo Pseudomonas aeruginosa è resistente alle penicilline e alle cefalosporine, per cui un trattamento antibiotico con questi farmaci risulterebbe del tutto inutile. Dovrebbe, invece, essere sensibile agli antibiotici cefepime e colistina. Nel nostro Paese non è ancora scattata alcuna allerta in riferimento all’acqua minerale contaminata, ma si attende che il Ministero della Salute comunichi sul suo sito web marca di acqua, lotti e produttore per il ritiro dal mercato.