Parmigiano Reggiano, formaggio Dop migliore al mondo. E studio rivoluzionario

Quando si parla della Nazionale del Parmigiano Reggiano si fa riferimento al più importante raggruppamento di caseifici in competizione.

Parmigiano Reggiano, formaggio Dop migli

Parmigiano Reggiano, il formaggio Dop migliore


Nessuno come il Parmigiano Reggiano della Nazionale. Nessun può dirsi migliore di questo orgoglio alimentare italiano nella categoria di formaggio a latte crudo. Ad assegnare il prestigioso riconoscimento è stata l'associazione internazionale Oldways Cheese Coalition nel contesto del World Cheese Awards. E si tratta di un premio di primo piano considerando che hanno partecipato alla corsa per il primo posto oltre 3.000 formaggi provenienti da 25 paesi del mondo. Ma per la giura i dubbi sono stati pochi, pochissimi. Il Parmigiano Reggiano è il formaggio Dop (Denominazione di origine protetta) migliore al mondo. E di conseguenza il più premiato con 180 riconoscimenti ottenuti dalla Nazionale del Parmigiano reggiano in 17 anni di vita. Complessivamente sono state 38 (11 d'oro, 16 d'argento, 8 di bronzo e 3 Super Gold) le medaglie portare a casa da Londra dalla Nazionale del Parmigiano.

Nessuno come il Parmigiano Reggiano della Nazionale

Tanto per essere chiari, quando si parla della Nazionale del Parmigiano Reggiano si fa riferimento al più importante raggruppamento di caseifici in competizione. Si tratta di 40 produttori in rappresentanza di tutte le province del territorio di produzione della Dop ovvero

  1. 18 caseifici reggiani
  2. 11 caseifici parmensi
  3. 7 caseifici modenesi
  4. 3 caseifici mantovani
  5. 1 caseificio bolognese

Oldways Cheese Coalition è invece un'associazione internazionale alla cui base ci sono appassionati di formaggi, ma anche produttori e rivenditori.

Inevitabile allora per tutti loro manifestare il loro entusiasmo una volta tornati in Italia. Al Comune di Reggio Emilia - intervenuti i vertici del Consorzio di tutela, il presidente Nicola Bertinelli, il vicepresidente, Guglielmo Garagnani, e l'ideatore della Nazionale del Parmigiano Reggiano, Gabriele Arlotti - hanno però voluto evidenziare come si tratti di un premio di squadra di cui fanno parte migliaia di allevatori e centinaia di casari. Vale la pena far presente che un riconoscimento supplementare da parte dell'amministrazione comunale reggiana è andato al 4 Madonne Caseificio dell'Emilia (Modena), al Caseificio La Traversetolese (Parma) ed alla Latteria San Pietro di Valestra (Reggio Emilia) che hanno conquistato òle Medaglie Super Gold a Londra. Tutti alfieri del Parmigiano Reggiano.

E c'è lo studio rivoluzionario

A fronte di questi riconoscimenti c'è anche una brutta notizia per gli amanti della linea perfetta. Le certezze sull'apporto calorico del Parmigiano Reggiano rischiano infatti di essere sgretolate. Secondo uno studio del Cucchiaio d'Argento, porta infatti con sé un numero ben maggiore di calorie rispetto al gorgonzola, considerato il nemico giurato della bilancia. Non solo, ma stando alla ricerca, lo stesso gorgonzola ha meno colesterolo di una bistecca a parità di peso. L'apporto è di circa 325 calorie ogni 100 grammi, meno del Parmigiano Reggiano. La ragione è presto detta: alla base del gorgonzola di qualità occorre latte di prima qualità e i fermenti lattici sono simili a quelli dello yogurt. Ne esce allora un prodotto prezioso per la flora batterica intestinale con vitamine del gruppo B, A e PP, e carico di calcio assimilabile, fosforo, magnesio e selenio.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il