Resistenza antibiotici: cure personalizzate con virus per guarire

Come guarire dalla antibiotico resistenza: la novità del mix di virus messa a punto da un team di ricercatori e medici e cosa prevede

Resistenza antibiotici: cure personalizz

Restistenza antibiotici cure personalizzate virus guarire

L'antibiotico resistenza è un problema che sta diventando sempre più allarmante: stando alle ultime notizie Oms e Onu, ogni anno 700mila persone muoiono per infezioni resistenti agli antibiotici, ma il numero può crescere fino a 10 milioni l'anno nel 2050 se non arriveranno provvedimenti e grave e pesante sarebbe anche l'impatto sull'economica, paragonabile, secondo Onu ed Oms anche agli effetti di una fortissime crisi economica. Ma qualcosa sembra muoversi e sembra siano state definite cure personalizzate con mix di virus per guarire. Vediamo di cosa si tratta.

Resistenza antibiotici: cure personalizzate con mix di virus

Un team di ricercatori e medici di Graham Hatfull, del Howard Hughes Medical Institute (HHMI), ha messo a punto per la guarigione di una 15enne con fibrosi cistica, reduce da un doppio trapianto di polmoni e con una grave e diffusa infezione da ceppi antibiotico-resistenti di micobatterio, un mix di tre virus killer di batteri e innocui per gli uomini.

Si tratta, stando a quanto riportano le ultime notizie, dei cosiddetti batteriofagi e la letale combinazione dei virus ha avuto gran successo su una paziente per la cura di un’infezione antibiotico-resistente causata da un micobatterio (parente del patogeno della tubercolosi).

Il caso, riportato sulla rivista Nature Medicine, anticipa la promessa dai parte degli esperti di mettere a punto nuove terapie personalizzate per curare le resistenze antibiotiche, grazie a virus già presenti in natura e specifici per attaccare batteri.

Cura contro resistenza antibiotici: lo studio

Lo studio per cercare la soluzione al caso clinico appena riportato della ragazza di 15 anni, ha portato all’impiego di ben 15 mila batteriofagi (o fagi) raccolti in tutto il mondo e conservati da Hatfull. Tra tutti i virus sono stati poi selezionati i fagi, tre virus specifici per i ceppi del micobatterio che aggredivano il corpo della giovane, i fagi Muddy, ZoeJ e BPs.

Gli ultimi due sono stati modificati geneticamente in modo da renderli ancor più aggressivi contro i batteri. Il mix è poi stato somministrato alla giovane per due volte al giorno, con ogni dose che conteneva un miliardo di virus e la terapia si è rivelata innanzitutto sicura ed efficace considerando la guarigione: i segni dell’infezione presenti su tutto il corpo sono scomparsi e la funzione epatica è migliorata.

Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il