Frutta e verdura di stagione contro freddo. E tisane per sgonfiarsi, depurarsi, dimagrire

Combattere freddo, malanni invernale e influenza consumando frutta e verdura di stagione: i consigli di Coldiretti ed esperti

Frutta e verdura di stagione contro fred

Frutta verdura stagione suggerimenti Coldiretti


Come combattere freddo e malanni in questo periodo invernale? Secondo i consigli di Coldiretti, i migliori alleati per combattere freddo e malanni invernali sono le buone abitudini di consumo regolare di frutta e verdura di stagione. Il problema è che davvero in pochi ne consumano in quantità adeguate e, stando a quanto riportano le ultime notizie, i bambini ne consumano davvero poca se non quasi per nulla, il che non fa per niente bene alla salute dell'organismo.

Frutta e verdura di stagione contro il freddo: i suggerimenti di Coldiretti

Secondo le ultime notizie riportate da Coldiretti, vi sono frutti e verdure di stagione che aiutano a combattere il freddo, da clementine e arance in prima fila, ricche di vitamina D, a legumi, che contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalità intestinali, e verdure di stagione, soprattutto ricche di vitamina A come zucchine, spinaci, cicoria, zucca, carote, ravanelli, broccoletti, cipolle e aglio, da consumare possibilmente crudi, importanti antibatterici, tutti elementi capai di apportare il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine antiossidanti per combattere le conseguenze del cambio di stagione sull’organismo.

Sempre secondo Coldiretti, poi, oltre frutta a verdura ricche di antiossidanti, per combattere il freddo e sconfiggere l'influenza non devono mancare latte, uova e alimenti ricchi di elementi probiotici come formaggi e yogurt. Sarebbe necessario che anche i bambini seguissero un’alimentazione ricca degli alimenti appena riportati considerando che, stando a quanto riportano le ultime notizie, sembra decisamente grave la situazione di diffusione dell’influenza in Puglia tra i bambini al di sotto dei 5 anni con una incidenza dei casi pari al 40,67% ogni mille assistiti e del 21,39% tra 5 e 14 anni.

E stando a quanto reso noto dal presidente di Colrdiretti Puglia Cantele, in quasi un caso su quattro i bambini non consumano frutta e verdura a tavola almeno una volta al giorno. Si tratta di un’errata abitudine che dovrebbe essere sostituita dalla più accurata abitudine quotidiana di far magiare ai propri figli almeno tre porzioni al giorno tra frutta e verdura, importanti perché, oltre a proteggere da freddo e influenza, sono ottimi alleati della buona salute interna dell’organismo. Del resto, consumare regolarmente frutta e verdura, soprattutto di stagione, dovrebbe essere abitudine di sempre ma evidentemente, nonostante i benefici ben noti che questi cibi apportano, sono ancora poche le persone che lo fanno.

Freddo invernale e consigli per la migliore dieta da seguire

Insieme a Coldiretti, anche gli esperti nutrizionisti consigliano di consumare determinati alimenti per rafforzare il sistema immunitario e difendersi dal freddo e questi alimenti sono soprattutto quelli ricchi di:

  1. vitamine idrosolubili, cioè Vitamina B1 o Tiamina, Vitamina B2 o Riboflavina, Vitamina B6 o Piridossina, Vitamina B12 o Cobalamina, Vitamina C;   
  2. omega 3;
  3. vitamine liposolubili, cioè Vitamina A o Retinolo e Carotenoidi, Vitamina D o Calciferolo e Vitamina E o Tocoferoli/Tocotrienoli;
  4. sali minerali, come calcio, zinco, potassio e magnesio;
  5. probiotici, che fanno anche parte della flora batterica intestinale, come lattobacilli, eubatteri e bifidobatteri, e prebiotici, cioè carboidrati e fibre;
  6. amminoacidi specifici.

Possono avere effetti sul metabolismo, aiutando a stimolare le principali funzioni metaboliche permettendo di bruciare più facilmente grassi e calorie; un effetto drenante e detossificante; o un effetto anti fame, contribuendo ad aumentare quel senso di sazietà che spesso ci spinge a mangiare anche fuori pasto: stiamo parlando delle tisane ormai sempre più spesso diventate una consuetudine di tanti italiani e alleati naturali di tutte le diete. Sembra, infatti, che al momento non vi siano diete accompagnate da tisane. Ma quali sono quelle migliori per dimagrire e purificare l'organismo?

Diete e tisane dimagranti: i benefici

Le tisane dimagranti contengono tutte le sostanze depurative di cui l’organismo ha necessità per eliminare le tossine, una delle cause principali del sovrappeso, e le tisane, alcune molto gustose, nelle diete dimagranti rappresentano la valida alternativa all’acqua. Contengono, inoltre, oli essenziali, alcaloidi, vitamine, minerali, oligoelementi che fanno decisamente bene al nostro corpo.  Bere tisane permette:

  1. di reidratare;
  2. di favorire una buona circolazione;
  3. di garantire un’efficace depurazione renale;
  4. liberare il corpo da tossine, accumuli, scorie.

Dieta e tisane dimagranti: quale scegliere

Le tisane che possono essere associate alle diete e che promettono effetti dimagranti sono diverse. Il consiglio, prima di iniziare una dieta dimagrante, è quello di non lanciarsi in un percorso drastico, ma preparare l’organismo, partendo, magari, da una settimana di tisana depurativa, che renderà decisamente più efficace la dieta. Bisognerebbe preparare questa tisana con 30 g di cardo mariano, 30 g di bardana, 20 g di anice, 10 g di menta e 10 g di liquirizia. Si mette a macerare 1 cucchiaio di miscela in una tazza d’acqua per due ore; porta quindi a ebollizione e lascia in infusione per mezz’ora. La dose consigliata è di un litro al giorno, da suddividere in quattro grandi tazze, da bere lontano dai pasti.

Per sostenere il metabolismo e favorire le funzioni intestinali e la digestione, che aiutano a perdere peso, il consiglio è quello di preparare una tisana base di 40 g di fucus, 20 g di frangola, 25 g di melissa, 15 g di liquirizia. Bevendo un litro al giorno di questa tisana, suddiviso in 4 tazze, da prendere lontano dai pasti, questa tisana aiuta decisamente nella propria dieta dimagrante.

Tra le altre migliori tisane consigliate nei percorsi di dieta dimagrante ci sono quelle a base di:

  1. finocchio, drenanti e che aiutano il fegato a disfarsi delle tossine;
  2. zenzero, un ottimo brucia grassi;
  3. sambuco, che aiuta l’intestino a depurarsi;
  4. tè verde, guaranà e ginseng, che stimolano il metabolismo.

Altro consiglio da seguire riguarda la dolcificazione delle tisane: perché abbiano un effetto dimagrante, le tisane dovrebbero essere bevute senza dolcificanti, perché ogni cucchiaino di zucchero vale 20 calorie e se le tazze sono tre o quattro, è chiaro come il totale delle calorie sale vertiginosamente, annullando del tutto i benefici che le stesse tisane promettono. Se proprio al dolcificante non si riesce a rinunciare, meglio preferire il miele, che potenzia l’effetto terapeutico di numerosi principi attivi.