Disfunzione erettile, aspirina aiuta a risolvere il problema. I motivi

Ma è realmente possibile che una pillola da 100 mg al giorno per 6 settimane è capace di ridotto il ridurre il problema che tormenta gli uomini che ne sono colpiti?

Disfunzione erettile, aspirina aiuta a r

Un'aspirina contro la disfunzione erettile


E' un problema che affligge molti uomini ed è parecchio pesante quando arriva. Ora nuovi studi e ricerche sembrerebbero mostrare che la soluzione potrebbe essere, almeno in casi, l'aspirina che si comporterebbe come il viagra.

L'incubo di ogni uomo? La disfunzione erettile ovvero non essere in grado di sostenere un rapporto. Che poi, a ben vedere, si tratta di un problema di coppia perché a rimetterci è anche la partner. La buona notizia è rappresentata dagli sforzi di ricercatori e studiosi di trovare una soluzione al problema. Naturalmente non si tratta di un'operazione semplice e immediata, anche perché spesso e volentieri ci sono di mezzo difficoltà di tipo mentale prima ancora che fisiche. Se farmaci come il Viagra e il Cialis sono i più noti e, con le dovute cautele, sono in grado di fornire le migliori risposte, per i ricercatori dell'Università Medipol di Istanbul la via d'uscita da situazione di imbarazzo fisico e psicologico è proprio dietro l'angolo. Basterebbe infatti una banalissima aspirina per risolvere il problema della disfunzione erettile. Il motivo del successo? L'azione sul volume piastrinico nel sangue.

Un'aspirina contro la disfunzione erettile

Ma è realmente possibile che una pillola da 100 mg al giorno per 6 settimane è capace di ridotto il ridurre il problema che tormenta gli uomini che ne sono colpiti? Nessun dubbio per la squadra di ricercatori dell'ateneo turco e a dimostrazione delle loro parole sfornano dati su dati. Uno su tutti rende plasticamente l'idea dell'efficacia dell'aspirina: se prima dell'avvio dell'esperimento il 70% dei 184 uomini coinvolti non raggiungeva l'erezione, alla fine dello studio la quota si è notevolmente ridotta. Più esattamente, sulla base dell'Index of Erectile Function, il punteggio è passato da 14,3 su 30 ovvero meno del 50% a 21,3 ovvero più del 75%. E il tutto, assicura il team di ricercatori coordinati da Zeki Bayraktar, assumendo 100 mg di aspirina al giorno per 6 settimane. In questo mese e mezzo di trattamento, gli studiosi hanno tenuto sotto controllo il numero e la quantità di rapporti del campione di uomini.

Aspirina o placebo?

Siamo allora davanti al primo studio che indaga in maniera puntuale sull'effetto del medicinale antiaggregante sulla disfunzione erettile. Da una parte i ricercatori hanno esaminato 120 uomini a cui è stata somministrata una banalissima aspirina, dall'altra 64 sotto placebo. Ebbene, al termine dell'indagine la differenza è stata sorprendentemente evidente. Per i ricercatori che hanno condotto lo studio, i numeri sono prossimi da quelli esibiti dal famoso Viagra. Tuttavia occorre frenare i facili entusiasmi perché la ricerca è stata condotta su un numero limitato di pazienti e ha bisogno di conferme, ma le premesse non possono che essere positive.

Occorre poi far presente che se la disfunzione erettile dipende da altri fattori che richiedono specifiche cure e si hanno controindicazioni personali all'assunzione di aspirina, questo farmaco non può essere utilizzato con successo. E anzi, occorrono tutte le cautele del caso e la consultazione di un medico diventa essenziale. E che dire con i pazienti colpiti da diabete, ipertensione e malattia coronarica ovvero quelle condizioni tipiche che influenzano la capacità erettile?

Ultime Notizie