Sesso, permesso e pausa concessi al lavoro retribuiti di un'ora per farlo.

La proposta della cittadina nel nord della Svezia fa un po' ad apripista per l'allargamento di questo provvedimento anche ad altre città e magari a livello nazionale.

Sesso, permesso e pausa concessi al lavo

Sesso, per farlo un'ora di pausa


E' una proposta che sta facendo un pò discutere, ma alcuni la vorrebbero già portare anche in Italia, anche perchè fare l'amore fa bene alla salute delle persone, ma da anche una carica psicologica importante che può trasformarsi in produttività nel lavoro e avere diversi altri risvolti positivi.

Tutti felici per i rapporti intimi, anche se in orario inconsueto. Anzi, come vedremo a breve c'è una categoria a cui proprio non va giù questa proposta. A ogni modo, siamo in Svezia, nella piccola cittadina di Overtornea, e tra le emergenze da fronteggiare c'è quella del calo delle nascite. Andando di questo passo, il rischio concreto che si corre è delle spopolamento fino alla totale estinzioni. Servono più figli, ma evidentemente il tempo non è sufficiente agli abitanti per avere rapporti e darsi da fare. Anche perché alla sera si arriva a casa stanchi e stremati. Da qui l'idea, geniale e destinata a far discutere, di concedere a tutti un'ora di pausa retribuita dal lavoro per correre dal proprio partner e cercare di contribuire al popolamento della cittadina. Per ora siamo ancora alla fase della proposta.

La proposta per contrastare il calo delle nascite

L'obiettivo finale della proposta è di incoraggiare le nascite, considerate le poche armi a disposizione degli amministratori per spingere le giovani coppie a procreare. Ma ci sono anche altri benefici che derivano dall'incoraggiare questa pratica, come l'innalzamento della qualità della vita. Come spiega il consigliere comunale Per-Erik Muskos, 42 anni, avere rapporti con la persona che si ama non può che portare benessere fisico e mentale. E se una o più persone sono felici, a trarre giovamento è l'intera società. Le sue argomentazioni appaiono convincenti: ci sono molti studi che dimostrano come avere rapporti faccia bene alla salute. E non sempre questo è possibile ovvero c'è l'opportunità di dedicare il tempo necessario per farlo bene e con reciproco appagamento. I ritmi della società odierna non permettono di raggiungere il corretto equilibrio tra vita privata e lavoro.

Ma non tutti sono contenti

Per comprendere come non si tratti di uno scherzo ovvero di un problema avvertito da pochi, basti pensare che il governo ha introdotto numerosi provvedimenti per favorire la natalità, dai 480 giorni di congedo parentale alla sanità pubblica gratuita per tutti, dagli assegni familiari alle agevolazioni per le ragazze madri fino ad arrivare ai sussidi per genitori soli. Ma finora tutto si sta rivelando parzialmente inutile ovvero non sufficiente per innalzare il livello delle nascite.

La proposta della cittadina nel nord della Svezia fa un po' ad apripista per l'allargamento di questo provvedimento anche ad altre città e magari a livello nazionale. Ma non tutti sono contenti di questa misura. Ad alzare la voce ci sono i single o comunque parte di loro perché considerano questa opportunità una discriminazione nei loro confronti.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il