Sesso, i modi più intimi per recuperare desiderio o renderlo ancora migliore

E allora, per innalzare il livello di complicità, una prima buona idea è quella della posizione del 69 ovvero del contemporaneo scambio orale dei due partner.

Sesso, i modi più intimi per recuperare

Sesso, le posizioni per raggiungere l'intesa


I modi più intimi e particolari per rendere il rapporto sempre vivo, quando serve recuperare il desiderio erchè la propria donna o il proprio uomo non ha più voglia di avere rapporti intimi per le più svariate ragioni e occorre recuperare l'appeal perduto. Ma anche per rendere ancora migliore il proprio rapprto se è già buono e farlo diventare ancora e sempre più appagante

La regola di base è chiara: mai limitarsi alle solita posizione, qualunque essa sia. Perché a rimetterci è l'intesa complessiva della coppia. Non solo sotto le lenzuola, ma anche il feeling in generale. Anche e soprattutto quando di mezzo ci sono i rapporti, è indispensabile dare sfoggio alla fantasia e alla creatività. Non solo il partner ringrazia, ma anche la soddisfazione personale viene portata a un livello superiore. A beneficiarne è anche il piacere, mentale e fisico, fino alla conquista del culmine. Variare è poi fondamentale perché aiuta a mantenere stabile la coppia, a favorire la longevità e ad accendere il desiderio. La parola d'ordine è osare e lasciarsi andare, ma se il periodo è un po' appannato, ci pensiamo noi a fornire qualche suggerimento su come comportarsi a letto.

Le migliori posizioni con il partner

Proviamo a eliminare gli estremi e la prossima volta che siamo con il nostro partner diciamo no sia alla posizione del missionario, quella più classica a cui difficilmente una coppia è sfuggita almento una volta, e sia agli azzardi da Cinquanta sfumature di nero, di grigio e di rosso. Per ottenere piacere a quelle dimensioni occorre anche una certa attitudine. In buona sostanza, sì alla sperimentazione, ma certe cose devono anche attirare e solleticare la fantasia. Ecco, tra queste due situazione c'è un mondo da scoprire e da esplorare insieme alla dolce metà. Ma sottolineamo ancora una volta: tutto deve avvenire nel modo più spontaneo possibile, senza forzature e senza alcun manuale da seguire. Al massimo si può ascoltare qualche suggerimento a mo' di spunto, ma poi tutto deve scorrere con facilità e senza pressioni.

E allora, per innalzare il livello di complicità, una prima buona idea è quella della posizione del 69 ovvero del contemporaneo scambio orale dei due partner. Le varianti sono due, in base a chi dei due decide di adagiarsi sul letto. A quel punto si può azzardare la posizione della amazzone: la donna è seduta a cavalcioni sulle gambe del compagno e di conseguenza spetta a lei la gestione la situazione, come la stessa denominazione di questa combinazione lascia immaginare. Sicuramente più classica è il doggy style, ma siamo certi di conoscere tutte le varianti. Si può fare anche in piedi e stesi, basta solo un po' di applicazione. Ecco, rispetto alla posizione dell'amazzone, questa volta è l'uomo in una posizione di dominio che, con il consenso della propria partner, può spingersi con più facilità nell'esplorazione del lato b per il raggiungimento della massima intesa.

Verso il raggiungimento dell'intesa maggiore

A proposito di intesa tra la coppia, come non ricordare la posizione del cucchiaio per il raggiungimento di un piacere condiviso e di quell'impagabile senso di unione dei corpi? Solo se doti e abilità sono sufficienti si può puntare alla posizione della carriola. Serve però un po' di allenamento, a meno che la donna non facilita il lavoro all'uomo stendendosi e sollevando il bacino. Pronti per iniziare o per ricominciare?







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il