Sesso, realmente in una relazione quanto conta. Ecco le risposte sorprendenti

Non ci sarebbe un relazione diretta tra felicità e numero di rapporti. Non è affatto detto che tutto passi da lì o in misura tale da determinare il successo della relazione.

Sesso, realmente in una relazione quanto

Sesso in una relazione: quanto conta


Siamo davvero così sicuri che avere rapporti di frequenza e con soddisfazione sia fondamentale per mantenere in vita una coppia? La risposta è naturalmente personale e tiene conto di una tonnellata di indicatori, ma i risultati di una recente ricerca potrebbero sorprendere. Sono infatti considerati shock e vanno a incidere sulle certezze consolidate. Almeno quelle dell'immaginario comune perché poi con il tempo e la saggezza ovvero con meno impulsività e il sorgere di nuove esigenze, la visione può cambiare. In ogni caso, quello del valore dei rapporti in una relazione è una questione che si dibatte da molto tempo ed è già stata oggetto di studi e approfondimenti.

Le risposte sorprendenti

Dalla ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Social Psychological and Personality Science che ha coinvolto oltre 30.000 persone vengono dunque a cadere alcune certezze. Come quella secondi cui senza rapporti frequenti il matrimonio, o comunque la coppia, è destinata a saltare. Le cose non stanno evidentemente proprio così e dalle risposte date in occasione di questo studio, la tendenza emerge con molta chiarezza. Certo, nessuna nega l'importanza nel fare l'amore, anche perché la relazione rischierebbe di trasformarsi in altro. Ma non è ritenuta la condizione primaria e insopprimibile e rallentare sotto le lenzuola non è considerato un problema. Almeno per la maggior parte degli intervistati che ha accettato di partecipare alla ricerca.

Non ci sarebbe insomma un relazione diretta tra felicità e numero di rapporti. Non è affatto detto che tutto passi da lì o comunque non in misura tale da determinare il successo o meno della relazione. Questo concetto è ancora più amplificato nel caso dei single. Lo studio ha infatti proceduto su due binari paralleli, quello delle coppie e quello dei single. I risultati sono stati simile, ma tra i single è stata notata una maggiore tendenza alla radicalizzazione ovvero al non considerare con più facilità così determinanti i rapporti per il raggiungimento dell'agognata serenità. Ma naturalmente esiste anche una larga fetta di intervistati, tra single e coppie, secondo cui i rapporto sono invece fondamentali e imprescindibili.

In ogni caso c'è sempre una componente personale dalla quale non si può prescindere e il maggior numero di rapporti è determinato da tante altre ragioni, anche mutevoli nel tempo, come l'età, il carattere, l'aspetto e l'intesa. Almeno questa ricerca, nonostante le interessanti risposte, non si è basata su alcuna distinzione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il
Ultime Notizie