Spesa farmaci cresce, boom generici da dati Aifa

Aumenta la spesa degli italiani per l’acquisto dei farmaci ed è boom di vendita dei farmaci generici: cosa sono e come funzionano

Spesa farmaci cresce, boom generici da d

spesa farmaci cresce boom generici dati Aifa


Aumenta la spesa per l'acquisto dei farmaci nel nostro Paese ma è boom di vendita dei farmaci cosiddetti generici. Secondo quanto emerso dai recenti dati resi noti dall'dell'Aifa sulla spesa farmaceutica gennaio-giugno 2017, la spesa farmaceutica convenzionata netta a carico del Servizio sanitario nazionale calcolata al netto degli sconti è stata di 4.220 miliardi di euro, segnando un netto aumento rispetto all'anno precedente, pari a +35 miliardi di euro.

Spesa dei farmaci aumenta: ultimi dati Aifa

Dalle ultime notizie rese note dall’Aifa, mentre aumenta la spesa per l’acquisto di farmaci da parte dei cittadini, la spesa per l'acquisto di medicinali da parte delle strutture sanitarie pubbliche, al netto della spesa per vaccini e della spesa per medicinali di fascia C e C-bis, è stata di 5.714 miliardi di euro, pari ad un'incidenza sul FSN del 10,2%, 2. A livello nazionale, la spesa complessiva del periodo compreso tra il mese di gennaio e il mese di giugno 2017 è stata di 9.227 miliardi di euro, evidenziando uno scostamento assoluto rispetto alle risorse complessive del 14,85% (8.305,3miliardi di euro) pari a +921,7miliardi di euro, corrispondente ad un'incidenza percentuale sul FSN del 16,5 %.

Spesa farmaci: è boom di richiesta e vendita dei generici

Cresce, dunque, la spesa per l’acquisto di farmaci nel nostro Paese ma cresce anche la corsa all’acquisto dei cosiddetti farmaci generici. Stando a quanto emerso, infatti, è decisamente alta la percentuale di coloro che ricorrono al medicinale generico, che costa nettamente meno ma ha lo stesso principio attivo del farmaco ‘tradizionale’. Gli ‘equivalenti’, dunque, sembrano in via di grande diffusione e hanno preso piede soprattutto negli ultimi dieci anni, mentre prima quasi non venivano quasi considerate. Tra i farmaci più richiesti, primeggiano:

  1. gli antipertensivi impiegati nella terapia dell’ipertensione arteriosa;
  2. farmaci per il controllo dei trigliceridi e del colesterolo nel sangue;
  3. farmaci per la cura di patologie respiratorie, come antistaminici e antiasmatici;
  4. anticoagulanti;
  5. antidiabetici;
  6. farmaci per il trattamento dell'acidità gastrica;
  7. gli antibiotici.

Farmaci generici: cosa sono e come funzionano

Il farmaco generico, per definizione, è un medicinale che contiene la stessa quantità di principio attivo del farmaco tradizionale, a base di uno o più principi attivi, prodotto industrialmente, non protetto da brevetto o da Certificato Complementare di Protezione (CCP), identificato dalla Denominazione Comune Internazionale (DCI) del principio attivo o, in mancanza di questa, dalla Denominazione Scientifica del Medicinale, seguita dal nome del titolare AIC, bioequivalente, con la stessa composizione quali-quantitativa in principi attivi, le stesse indicazioni terapeutiche del farmaco tradizionale. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, si intende per generico un farmaco intercambiabile con il prodotto originale.

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha realizzato la guida ‘Medicinali Equivalenti- Qualità, sicurezza ed efficacia’, per fornire a medici, farmacisti e pazienti uno strumento di rapida consultazione sui medicinali equivalenti. Diversi anche i costi tra quelli dei farmaci tradizionali e quelli dei farmaci generici: questi ultimi, infatti, hanno un prezzo inferiore di almeno il 20% rispetto ai medicinali di riferimento, differenza che la stessa Aifa ha spiegato che è dovuta al fatto che le aziende produttrici di equivalenti non devono investire risorse nella ricerca sulla molecola, visto che il principio attivo è già noto e non devono portare avanti nè studi preclinici né studi clinici per dimostrare l’efficacia e la sicurezza del medicinale.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il