Test tumori con esame del sangue con diagnosi cancro anni prima: veritÓ o bufala. ╚ scontro

Il test si chiama Iset, costa 486 euro, Ŕ acquistabile sul web e promette di diagnosticare il tumore invasivo con anni di anticipo.

Test tumori con esame del sangue con dia

Test tumori con esame del sangue

Spunta il nuovo test che promette di scoprire i tumori con anticipo e la polemica è servita. Non tanto per il nuovo esame in sé ma perché ad aver dato risonanza al testo "Uccidere il cancro" della italo-francese Patrizia Paterlini-Bréchot, docente di biologia cellulare e molecolare all'Università di Paris-Descartes, è stata Porta a Porta, in onda sul servizio pubblico. Da qui la levata di scudi degli oncologi italiani sull'efficacia di questo strumento ovvero sulla sua validità scientifica. A detta dei camici bianchi dell'Associazione italiana di oncologia medica mancherebbero dati che validino con studi clinici controllati l'impiego di questo tipo di esame nella pratica clinica. In estrema sintesi, il test

  1. si chiama Iset;
  2. costa 486 euro;
  3. è acquistabile sul web;
  4. promette di diagnosticare il tumore con diversi anni di anticipo.

Lo scontro è in atto e potrebbe riservare un altro passaggio nella trasmissione condotta da Bruno Vespa, ma questa volta con ospite proprio l'Aiom, magari nella persona del suo presidente.

Ma i tumori sono ereditari?

Al di là di questa polemica, verità o bufala che sia, gli specialisti in oncologia vorrebbero sviluppare un registro dei dati delle mutazioni genetiche coinvolte nello sviluppo delle diverse forme di tumori. In questo modo sarebbe più facile studiare nuovi farmaci e terapie sempre più precise ed efficaci. Si punta quindi a prevenire e curare il cancro e molte altre malattie attraverso le conoscenze della genomica, andando alla ricerca dei geni difettosi con test economici e personalizzati. Dati alla mano, meno del 2% degli individui è portatore di mutazioni con sindromi ereditarie a rischio di sviluppare tumori. E allora, quando si può chiedere al Servizio sanitario nazionale una consulenza genetica per rischio oncologico? Per quanto riguarda seno e ovaie

  1. Almeno 3 casi di tumore a seno e/o ovaio in famiglia, tra madre, nonne, zie o sorelle
  2. Anche solo 2 casi in famiglia, ma che hanno colpito in giovane età, prima dei 50 anni
  3. Anche un solo caso in famiglia di tumore della mammella maschile
  4. Presenza in famiglia di tumori al seno o alle ovaie bilaterali
  5. Casi in famiglia di tumori della mammella triplo negativo, recettori negativi per estrogeno, progesterone e Her2 negativo

Per quanto riguarda lo stomaco Almeno due casi di questo tumore insorti prima dei 50 anni nello stesso ramo di parentela, dalla parte del padre o da quella della madre. Se si tira in ballo il melanoma, almeno due casi di questo tumore nello stesso ramo familiare, dalla parte del padre o da quella della madre o più casi di melanoma nella stessa persona, nella cerchia familiare

Infine, per quanto riguarda il colon

  1. Almeno tre casi di carcinoma colorettale nella cerchia familiare stretta oppure tumori correlati (endometrio, ovaio, vescica, pancreas, stomaco) nello stesso ramo di parentela (dalla parte del padre o da quella della madre)
  2. Anche soltanto 2 casi nella cerchia familiare stretta, ma a insorgenza precoce (prima dei 50 anni)
  3. Presenza di polipi multipli nella stessa persona.