Plenitude lancia la sfida della transizione energetica in Italia e in Europa

Nasce Plenitude, nuova identità di Eni gas e luce, Società Benefit del mondo dell'energia con l'obiettivo di impattare positivamente sulle persone, le comunità e l'ambiente
ESCP

POST SPONSORIZZATO

Eni gas e luce diventa Plenitude. Si tratta di un cambiamento di nome che in realtà porta con sé nuove idee e propositi verso un futuro migliore. Già nel luglio 2021, Plenitude (ai tempi Eni gas e luce) è diventata una Società Benefit che mette sullo stesso piano obiettivi di business e impegno verso la sostenibilità, senza mai perdere di vista l’offerta di soluzioni all’avanguardia per la casa e per l’impresa.

Perché Eni gas e luce diventa Plenitude

Plenitude è la prima Società Benefit del mondo dell’energia sostenibile con l’obiettivo di impattare positivamente sulle persone, le comunità e l’ambiente. Si tratta di un tassello nel mosaico più ampio di Eni per creare valore attraverso la transizione energetica. In termini operativi, integra la produzione da fonti rinnovabili, la vendita di gas e luce, i servizi energetici e un’ampia rete di punti di ricarica per veicoli elettrici; il tutto nel contesto di un piano di investimenti nell’innovazione tecnologica per offrire prodotti e servizi che abilitino scelte quotidiane virtuose. L’obiettivo di Plenitude è che attraverso scelte consapevoli, tutti insieme si possa raggiungere il traguardo delle zero emissioni.

Oggi Plenitude è presente in 6 paesi in Europa, con più di 2.000 dipendenti e 10 milioni di clienti. È localizzata nelle città italiane Milano, Bologna, Vicenza, Treviso, Padova, Parma, Brescia e Genova con gli Flagship Store Eni Plenitude e su tutto il territorio italiano con una rete Eni Plenitude Store in franchising.

I numeri di Plenitude

Plenitude fornisce energia a circa 10 milioni di clienti europei nel mercato retail, mette in mostra un portafoglio di circa 1,4 GW di capacità rinnovabile in esercizio e punta a raggiungere oltre 6 GW installati al 2025 e oltre 15 GW al 2030. Nel settore della mobilità elettrica, attraverso la controllata Be Charge, possiede una rete di oltre 7.500 punti di ricarica che sarà ampliata sia in Italia che in Europa con oltre 27.000 punti di ricarica previsti entro il 2025 e oltre 31.000 entro il 2030. Plenitude è leader in Italia nella generazione distribuita da impianti fotovoltaici di piccola taglia grazie a Evolvere, società acquisita nel 2020.

Esempi concreti dell’impegno di Plenitude

Incentivare la mobilità elettrica delle realtà comunali più piccole del territorio italiano, fornendo infrastrutture che consentano di scoprire la bellezza di tanti borghi con spostamenti a emissioni zero. Si tratta dell’obiettivo alla base dell’accordo tra Be Charge, società di Plenitude e l’Associazione dei Paesi Bandiera Arancione, che comprende i Comuni che possono sventolare la Bandiera arancione del TCI (Touring Club Italiano). Si tratta solo del primo esempio dell’attivismo concreto della nuova società dell’energia.

Il Gruppo Montepaschi, ad esempio, ha deciso di affiancarsi in qualità di partner finanziario a Plenitude e a Harley&Dikkinson per sostenere le imprese che aderiscono a CappottoMio, il servizio finalizzato alla riqualificazione energetica e alla messa in sicurezza sismica degli edifici condominiali e unifamiliari. Grazie a questo accordo, il Gruppo Montepaschi darà la possibilità di rendere liquido il credito d’imposta attraverso il cosiddetto reverse factoring, mettendo così a disposizione dell’azienda, fin da subito, i capitali utili a proseguire nella propria attività e favorendo un circolo economico virtuoso.

Da una iniziativa all’altra, Plenitude, attraverso la sua controllata statunitense Eni New Energy US Inc, amplia il proprio portafoglio di capacità rinnovabile negli Stati Uniti con l’acquisizione di due impianti in Texas per una capacità complessiva di 466 MW sviluppati dalla società di energia rinnovabile BayWa r.e. Per Eni New Energy US Inc l’operazione è stata condotta da Novis Renewables LLC, la partnership tra Eni New Energy US Inc e Falck Renewables, esclusiva per gli Stati Uniti e dedicata allo sviluppo di progetti solari, eolici e di stoccaggio.