Energie rinnovabili: Repower e il territorio

Le energie rinnovabili non immettono nell’ambiente sostanze inquinanti o dannose per il clima, sono attualmente alla base di molte economie orientate alla sostenibilità ambientale.

Repower

Repower

POST SPONSORIZZATO

Le energie rinnovabili sono forme di energia alternative alle tradizionali fonti fossili. Si definiscono rinnovabili in quanto non soggette a esaurimento, il loro utilizzo non ne pregiudica la disponibilità futura.

Non immettendo nell’ambiente sostanze inquinanti o dannose per il clima, sono attualmente alla base di molte economie orientate alla sostenibilità ambientale.

Le principali fonti di energia rinnovabile sono il sole, l’acqua e il vento. In Italia, come nel resto d’ Europa, questo tipo di energie risulta essere in crescita tanto che nel 2018, in base a quanto stabilito dal Rapporto 2018 sulle fonti rinnovabili in Italia ed Europa, nel nostro Paese si è registrato un 18% in più in termini di quota coperta da FER (Fonti di Energia Rinnovabili).

La nascita di Repower Renewable

Proprio nel 2018 Repower, leader nella fornitura di energia elettrica e gas naturale alle piccole e medie imprese, ha costituito, con un fondo europeo, Repower Renewable S.p.a per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Attualmente l’azienda produce energia rinnovabile da 11 parchi eolici, 21 impianti fotovoltaici e 2 centrali idroelettriche per una capacità produttiva di circa 115 MW (per saperne di più, clicca qui). Si aggiunge a questi una centrale da 400 MW situata a Teverola (CE) basata sulla tecnologia delle centrali a ciclo combinato alimentate esclusivamente da gas metano ad altissima efficienza e limitato impatto ambientale. Quest’ultimo è uno dei principi alla base della costituzione degli impianti made in Repower. L’attenzione per il territorio circostante e per l’estetica fanno sì che la progettazione e l’esercizio degli impianti siano guidati da una supervisione costante ed effettuati con tecnologie efficienti capaci di garantire un elevato rendimento e (appunto) un limitato impatto ambientale.

Dal 2018 a oggi

Molta strada è stata fatta dal 2018, attualmente Repower sta sviluppando numerosi impianti eolici e progettando interventi che possano soddisfare al meglio l’esigenza di tutela ambientale concorrendo al progetto di transizione ecologica. Al contempo sta provvedendo a degli interventi di reblanding sostituendo le “vecchie” pale eoliche con pale più grandi con lo scopo di aumentare l’energia catturabile dal vento e incrementare così la produzione di energia elettrica.