Film, telefilm, musica, partite di calcio: streaming su Google Drive, Mappe e YouTube pirata

Nuovi modi per lo streaming delle partite di calcio o delle corse di Formula 1 e MotoGP. Ma fino a quando si rinnoverà la ricerca di strade alternative?

Film, telefilm, musica, partite di calci

Google Drive, Mappe e YouTube per streaming


La metafora è sempre la stessa: quella del gatto che insegue all'infinito il topo. Succede sul terreno dello streaming con la continua riproposizione di nuovi modi per vedere eventi sportivi come le partite di calcio o le corse di Formula 1 e MotoGP, ma anche con film e serie TV. Chiuse le piattaforme più popolari, con un po' di ingegno vengono individuati nuovi spazi web nei quali muoversi nell'illegalità e nel concetto del completamento gratis. Perfino i ben noti torrent, considerati la soluzione più comoda per scaricare senza limiti contenuti multimediali, tra cui canzoni e discografie complete, hanno perso posto nella gerarchi delle preferenze degli utenti. Non per scelta o per il gusto di cambiare, intendiamoci, ma perché si è abbattuta la scure del Digital Millenium Copyright Act a tutela del materiale protetto dal diritto d'autore.

Google Drive, Mappe e YouTube per scaricare e vedere in streaming

Tra i nuovi sistemi adottati per lo streaming illegale c'è la piattaforma di condivisione video YouTube. Semplice a farsi perché basta veramente poco per veicolare i contenuti. Ma con un piccolo stratagemma: caricare i filmati come "non in elenco" così da evitare di essere analizzati dall'algoritmo YouTube. A quel punto basta condividere il link nei forum di discussione, nei gruppi Facebook o nelle pagine dei siti creati ad hoc e il gioco è fatto. Ancora più facile è il caso dello streaming in diretta: basta puntare la fotocamera del proprio smartphone contro il televisore che trasmette la partita di calcio o la gara di Formula 1 e MotoGP e attivare la funzione live. Per rendersi conto dell'ampiezza del fenomeno è sufficiente collegarsi nell'ora della diretta e notare l'improvvisa comparsa di nuovi video in diretta.

Per quanto riguarda Google Drive, non è difficile intuire l'utilizzo che se ne fa. Di fatto ricopre la stessa funzione dei tradizionale siti di file hosting. Quest'ultimi, si badi bene, non sono affatto illegali di per sé. Ma è piuttosto la condivisione di contenuti protetti dal copyright a essere fuori legge. Ma che dire delle Mappe di Google? Qui la fantasia dei pirati digitali supera ogni confine. All'interno dei box per la descrizione delle località pubblicano infatti i link per scaricare musica e film, ben sapendo che non vengono controllati.

Cosa fare? Migliorare l'offerta

La morale che si ricava è semplice: alla chiusura dei siti che pubblicano contenuti illegali, occorre affiancare il miglioramento dell'offerta ovvero l'innalzamento della qualità e il contenimento dei prezzi. Il successo di alcuni casi, come Amazon Prime e Netflix, sono la prova come sia questa la strada più saggia ed efficace. Anche perché per lo streaming delle partite di calcio o le corse di Formula 1 e MotoGP, una ennesima soluzione alternativa è rappresentata di siti di quelle emittenti che operano fuori confine. La questione assume in realtà caratteri controversi perché non tutti sono così convinti della liceità di questo modo per fruire del real time. Succede allora che in molti Paesi, le immagini non sono visualizzabili al di là dei confini nazionali per cui la ricerca del live streaming per gli utenti italiani può non rivelarsi immediata.

A ogni modo, tra i tanti esempi per gli utenti italiani ci sono quelli dei Paesi Repubblica Ceca con l'emittente Ceca Ceská Televize, Slovacchia con l'emittente Slovenská Televízia, Svizzera con l'emittente Schweizer Radio und Fernsehen, Paraguay con l'emittente Sistema Nacional De Television, Turchia con l'emittente Turkish Radio and Television Corporation, Serbia con l'emittente Radio-televizija Srbije, Suriname con l'emittente Surinaamse Televisie Stichting, Paesi Bassi con l'emittente Sanoma Media Netherlands. Gli utenti italiani possono tentare di vedere gli appuntamenti sportivi in streaming pure con i portali dei bookmaker. Anche in questo caso non è scontato riuscire a vedere la sfida in live streaming poiché quasi sempre è necessario essere iscritti, avere un conto aperto ed essere giocatori attivi.