Quota 41

Cos’è quota 41?

Con questa dicitura viene indicata la possibilità dedicata ad alcune specifiche tipologie di lavoratori precoci, quelli che hanno iniziato a lavorare prima dei diciannove anni, di andare in pensione al raggiungimento dei quarantuno anni di contributi versati, indipendentemente dall’età e senza eventuali penalizzazioni.

Quota 41 come funziona

Se un ragazzo a quattordici anni ha iniziato a lavorare come aiuto idraulico e a sedici anni è stato messo in regola, se ha sempre lavorato e ha sempre versato i contributi, potrà andare in pensione a cinquantasette anni.

Quota 41 come richiederla

A partire dal primo maggio di questo anno potranno richiedere questa agevolazione le persone che avranno compiuto sessanta anni e potranno dimostrare di aver versato quarantuno anni di contributi. Sarà necessario presentare la documentazione necessaria che attesti l’appartenenza ad una delle quattro categorie.

Quota 41 requisiti

Per richiedere questa agevolazione è necessario dimostrare di possedere alcuni requisiti:

  1. ridotta capacità lavorativa;
  2. assistenza al coniuge;
  3. attività lavorative usuranti;
  4. stato di disoccupazione.

Per quanto riguarda la buonuscita non è ancora chiaro quando i lavoratori con Quota 41 potranno beneficiarne, ovvero se sarà necessario attendere i requisiti stabiliti dalla Legge Fornero o se sarà possibile sfruttarla con anticipo rispetto a tale periodo di tempo.

Ultime notizie su Quota 41:

1 2 3 4