Rivalutazione Tfr

Che cos’è la rivalutazione del Tfr?

Ogni anno il Tfr deve essere adeguato al costo della vita. Questa operazione si effettuata sulla base di un coefficiente composto da un tasso fisso dell’uno e mezzo per cento e da uno variabile, pari al settantacinque per cento dell’aumento dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati.

Tfr quando si calcola la rivalutazione

Il Tfr viene calcolato su base mensile per 13,5 la retribuzione utile e sottraendo la ritenuta per contributo aggiuntivo 0,50% calcolato sull’imponibile contributivo. Ogni anno e in occasione della cessazione del rapporto di lavoro va aggiunta la rivalutazione del Tfr accantonato al trentuno dicembre dell’anno precedente.

Come si calcola la rivalutazione del Tfr

La rivalutazione si ottiene applicando l’aliquota che scaturisce dalla somma di 1,50% e 75% della percentuale d’aumento accertata dall’Istat per i prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati. La rivalutazione annuale è soggetta a una ritenuta dell’undici per cento che versata dal datore di lavoro e detratta dal Tfr accantonato.

Ultime notizie su Rivalutazione Tfr:

Ultime Notizie