Amazon Prime Now: maggiore costo invii. E forti sconti Black Friday annunciati

Come funziona il servizio di consegna a domicilio di Prime now di Amazon e dove: nuovi costi in aumento e cosa sapere

Amazon Prime Now: maggiore costo invii.

Amazon Prime Now aumentano costi attuali


Diverse novità da Amazon per quanto riguarda prodotti, servizi ma anche costi di spedizione.  Nel frattempo Balck Friday in arrivo e già se ne parla molto, in modo particolare per Amazon.

E’ il sito di acquisti online più usato, sinonimo di qualità e garanzia della consegna e grazie al servizio Prime effettua le consegne degli ordini fatti in appena un giorno a costi bassissimi. Ma questa convenienza potrebbe presto essere intaccata dall’aumento dei costi che, stando alle ultime notizie, interesserà il nuovo servizio di consegne Amazon Prime Now.

Amazon Prime now: funzionamento del servizio e costi in aumento

Secondo quanto riportano le ultime notizie, infatti, per consegne in brevissimo tempo, appena due ore, per il servizio Amazon Prime Now, riservato ai clienti di Milano e dintorni iscritti ad Amazon Prime che consente di beneficiare della spedizione rapida entro una finestra temporale di una o due ore al massimo, sarebbe stato aumentato il limite di spesa minima per poter godere gratuitamente del servizio, passando da 25 a 50 euro. E così solo per una spesa superiore ai 50 euro si potrà usufruire del servizio gratis. In caso contrario bisognerà pagare le spese di spedizione. Gli affezionati del servizio di consegna rapida, attivo dalle 8 del mattino a mezzanotte con formula di consegna rapida entro una e due ore, è bene dunque che sappiano per spese di importo inferiore ai 50 euro sono previsti d’ora in poi 3,49 euro per consegne entro due ore e 7,99 euro per spedizioni rapide entro un’ora.

Amazon e Black Friday Amazon il prossimo 24 novembre

L’annuncio di costi in aumento per il servizio Amazon Prime Now segue di poco tempo quello relativo al nuovo Black Friday Amazon che scatterà il prossimo 24 novembre. Le ultime notizie confermano, infatti, che il celebre sito di e-commerce ha già annunciato molti sconti fino al 70%, anticipando anche di qualche giorno l’inizio delle offerte al 18 novembre. I prodotti che saranno soggetti a sconti e offerte saranno di tutta la gamma disponibile dei prodotti Amazon, da consolle e videogiochi, a oggetti hi-tech e smartphone, e tanto altro ancora. Una grande giornata di shopping online che certamente attirerà milioni di utenti.

Per fare acquisti su Amazon basta registrarsi, creare il proprio account dopo aver compilato correttamente tutti i campi, cliccare su ‘Crea account’ e l’operazione sarà completata in pochi istanti permettendo all’utente di poter iniziare la sua ricerca di prodotti in una lista infinita di oggetti per tutti, grandi e piccini. Una volta effettuata la scelta del prodotto o dei prodotti da acquistare, basterà cliccare su ‘Aggiungi al carrello’ o ‘Procedere all’ordine’, inserendo tutti gli estremi di modalità e carte di pagamento e in pochi giorni si riceverà direttamente a casa ogni prodotto acquistato.

Prodotti da acquistare online: le possibilità su Amazon e non solo

Non solo il Black Friday ma ogni giorno può essere quello giusto per acquistare i propri oggetti del desiderio online su Amazon, così come su altri siti di e-commerce. Del resto si tratta di un sito che permette di acquistare ogni genere di prodotto, come sopra detto, da mobili, compresi quelli tanto amati ormai di Ikea, a prodotti e capi di abbigliamento per bambini, a borse e accessori per donne e uomini, ad oggetti tecnologici, tv, smartphone, consolle per videogiochi, ad accessori per la casa. E l’infinita lista di prodotti già in vendita potrebbe allungarsi ancora con il possibile debutto della vendita online su Amazon anche delle medicine.

Si tratta di una ipotesi che, stando alle ultime notizie, starebbe già circolando negli Stati Uniti ma che, molto probabilmente, nel nostro Paese potrebbe trovare diverse resistenze. Ma Amazon proprio negli Stati Uniti ha già iniziato a vendere apparati medicali e materiali simili e sta assumendo personale che si occupi del ‘professional health care program’, vale a dire gente che dovrà occuparsi di controllare che venga rispettata ogni regola prescritta nei diversi mercati per a vendita di questo genere di prodotti.

Aumentano le denunce dei dipendenti

Le condizioni dei lavoratori Amazon, come tutte quelle delle più grandi multinazionali, spesso non sono conosciute e nemmeno possono essere paragonate alle trionfali notizie che riguardano i successi del colosso delle vendite online. La storia delle condizioni di lavoro in Amazon parla anche di lavoratori stremati da ritmi di lavoro massacranti, con stipendi che non rispecchiano materialmente la mole di lavoro svolta durante una giornata come affermano sempre più spesso diversi dipednenti che si dicono preoccupanti di come faranno sotto Natale, visti già i carichi di lavoro estremi.

E come se non bastasse bisogna anche considerare le difficoltà di consegnare in orari di punta nelle metropoli più affollate e caotiche del mondo. Un bel grattacapo quando sai di lavorare per un’azienda che ha fatto della velocità e della precisione delle consegne la propria mission. Ma è anche sulle spalle di questi dipendenti che è stato costruito il successo di Amazon. Che è intervenuta subito a spiegare che, comunque, questi lavoratori dipendono da aziende esternalizzate e che farà ulteriori controlli

Ultime Notizie