Al via un bordello di bambole di plastica in Francia. Ed è boom

Ce n’è per tutti i gusti e questo aspetto non va sottovalutato se si vuole comprendere il perché le attenzioni di un pubblico in cerca di emozioni forte si siano concentrate sulle bambole di plastica

Al via un bordello di bambole di plastic

A Parigi apre il primo bordello clandestino con bambole di plastica. Scopri come funziona


E' il secondo o il terzo bordello di bambole clandestine quello di Parigi in Francia, non si conoscono esattamente ancora i numeri, ma è certo che ne stanno aprendo diversi seguendo una moda che sta prendendo sempre più piede tra giovani e giovanissimi

Germania, Spagna e adesso la Francia. Le nuove frontiere del sesso si spingono oltre a quello che avrebbe potuto immaginare anche la mente più fantasiosa. A dire la verità, che qualcosa sia cambiato nei gusti sessuali della popolazione, sospinti verso terreni non ancora esplorati anche dalle ultime tendenze in voga tra giovani e giovanissimi, è chiaro ed evidente anche da altre spie luminose che si sono accese.

Una per tutte quella che ha evidenziato di recente le preferenze di molti internauti che non disdegnano qualche capatina nei siti vietati ai minori di 18 anni. Anche lì la tendenza a seguire storie di bambole, Hentai, e di cartoon che sostituiscono le amazzoni solitamente protagoniste di avventure improbabili ma molto stuzzicanti, è in continua ascesa. E le bambole di plastica saranno protagoniste presto a Parigi dove a breve aprirà il primo bordello clandestino. Per i curiosi ecco tutta la storia.

Bambole di plastica, a Parigi il primo bordello

Ce n’è per tutti i gusti e forse questo aspetto non va sottovalutato se si vuole comprendere il perché le attenzioni di un pubblico in cerca di emozioni forte si siano concentrate sulle bambole di plastica. Di sicuro poter scegliere, come se si fosse in un qualsiasi supermarket, una bambola di plastica capace di fare completamente le veci di una donna in carne, ossa e tutto il resto, non è un fatto da trascurare. Soprattutto in tempi in cui la virilità maschile sembra essere messa a dura prova dall’intraprendenza e dalla determinazione delle donne che spesso hanno la consapevolezza del loro immenso potere e ne fanno uso senza più alcun timore. Seni grossi o piccoli? Vita stretta o morbida? Glutei alti e sodi oppure un po’ meno impertinenti ma ugualmente generosi?

A seconda delle proprie esigenze ecco una bambola di plastica pronta a soddisfare le voglie di curiosi e di frequentatori assidui di luoghi di ‘perdizione’. A Parigi il primo bordello di questo genere ha fatto scalpore e ne farà ancora. A partire dai prezzi che sono incredibilmente alti se si considera che l’interazione è con bambole di plastica. Si va da un minimo di novanta a un massimo di centoventi euro. A gestire il primo bordello nel capoluogo francese è la XDoll. Il luogo di piacere con i manichini di plastica ha un indirizzo segreto, ma è noto che è ubicato nel XIV arrondissement, il quartiere bohémien della città.

Tutta la storia del primo bordello clandestino

Questa è in sintesi tutta la storia del primo bordello clandestino nato a Parigi a gennaio. Aree relax private, dotate di schermo TV e cuffie audio, per rendere confortevole l’appuntamento con la bambola di plastica che più si avvicina al sogno degli avventori. Questi sono alcuni messaggi che si leggono sul sito web dell'agenzia che raccoglie le prenotazioni. La società che gestisce il primo bordello con bambole di plastica nel capoluogo parigino assicura anche tutta la privacy di cui si può aver bisogno. Se il pagamento verrà effettuato con carta di credito, infatti, niente paura. Sull’estratto conto comparirà una voce discreta e per niente rintracciabile.







Ti è piaciuto questo articolo?





Commenta la notizia
di Luigi Mannini pubblicato il